DEApress

Thursday
May 25th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Anna Rita Foschini, "Le Isole Baleari"

E-mail Stampa PDF

Thomas-Wolf-Wiki-Palma-Cathedral.jpg

 Thomas Wolf: "La Cattedrale di Palma di Maiorca", Wikimedia Commons

 

Anna Rita Foschini

Le Isole Baleari

 

Isole dell’eterna primavera, frequentate da turisti provenienti da ogni parte del mondo, le Baleari sono un arcipelago del Mediterraneo occidentale, situato tra la Spagna e la costa nordafricana. Maiorca, Minorca, Ibiza e Formentera sono le più estese e importanti, ma nel Mar Iberico affiorano numerose altre isole minori e isolotti di natura rocciosa, tra cui Cabrera, che ospita l’omonimo parco nazionale, Canejera, Dragonera, Es Vedrà, Espalmador, Espardelle e Togomago.

L’origine del toponimo “Baleari” è incerta: potrebbe derivare da un antico termine autoctono oppure, secondo un’altra versione accreditata, dal verbo greco ballein, che significa “lanciare” e si riferirebbe ai famosi frombolieri presenti da sempre sulle isole, che prestavano servizio come mercenari in tutto il Mediterraneo. Ibiza e Formentera sono anche dette “Pitiusse”, letteralmente isole dei pini, a causa della fitta presenza di tali sempreverdi.

Pur differenziandosi l’una dalle altre per morfologia e clima, le Baleari costituiscono un’unica provincia con capitale Palma di Maiorca e sono una comunità autonoma del Regno di Spagna; godono, infatti, di autonomia legislativa e competenze esecutive specifiche. Fanno parte della Spagna orientale, l’area più legata alla cultura e alla storia catalana; con la Catalogna e la Comunità Valenciana rappresentano un baluardo del catalano, lingua ufficiale dell’arcipelago insieme al castigliano, lo spagnolo standard. Abitate fin dal terzo millennio a. C., le Baleari conservano vestigia dell’Età del Bronzo e sono state terra di conquista per tutte le grandi civiltà del passato, grazie alla loro posizione strategica nel Mediterraneo. Greci, Fenici e Cartaginesi si susseguirono nel predominio di queste terre, finché furono sottomesse da Roma nel 122 a.C. per opera di Quinto Cecilio Metello, soprannominato Baliaricus. Dopo il breve periodo della colonizzazione romana, l’arcipelago subì invasioni e saccheggi da parte dei Vandali e di altre popolazioni barbariche, fu conquistato dai Bizantini e fece parte dell’Impero Romano d’Oriente. In seguito subì l’egemonia di colonizzatori spagnoli e arabi, che vi portarono la religione musulmana; passò infine sotto la corona di Aragona al termine della riconquista cristiana. In epoca moderna le Baleari subirono la dominazione di inglesi e francesi, che per secoli si contesero il predominio sui territori delle isole.

L’economia delle Baleari si basa sull’agricoltura specializzata, con produzione di frutta mediterranea e ulivi; si pratica l’allevamento e si esportano olio, mandorle, fichi e prodotti della pesca. Il turismo, un tempo elitario, è diventato di massa dalla fine del 1960, e attualmente costituisce la principale risorsa economica dell’arcipelago.

Le caratteristiche climatiche, le spiagge meravigliose che non hanno nulla da invidiare a quelle caraibiche, le bellezze paesaggistiche, l’ottima cucina e un’intensa vita notturna rendono queste isole un’ambita meta turistica che attira ogni anno milioni di visitatori.

Maiorca, la più grande delle isole, è purtroppo stata vittima di una cementificazione selvaggia, che ne ha deturpato alcune zone, e di un turismo anglo-tedesco che ha trasformato interi quartieri in colonie per giovani che trascorrono le notti a bere nei bar. Maiorca è un connubio di cultura (il museo di Mirò, l’architettura di Gaudi, la cattedrale di Palma, il castello di Bellver), vita notturna, spiagge bellissime, grotte sotterranee, paesini suggestivi e persino una catena montuosa, la Sierra de Tramontana.

Minorca, la seconda per dimensioni e la più selvaggia, è un vero paradiso per gli amanti della natura. Riserva della Biosfera dell’UNESCO, è pianeggiante e molto ventilata, ricca di sentieri e baie spettacolari. È la meno frequentata dal turismo di massa, e proprio per questo rappresenta lo spirito più autentico delle Baleari.

Ibiza rappresenta il divertimento sfrenato e la movida notturna delle discoteche e delle feste sulla spiaggia; offre anche un lato selvaggio con i suoi sentieri, le calette solitarie e la natura rigogliosa.

Formentera, la più piccola, appena 19 km di lunghezza, è, di fatto, una colonia italiana, poiché oltre il 70% dei ristoranti appartiene a italiani. È un vero gioiello, preservata dallo scempio urbanistico, ricca di piste ciclabili e di una spiaggia considerata una delle più belle delle Baleari.

 

isole-baleari.jpg

 

 

 

Share

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 03 Marzo 2017 09:49 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

L'AltopArlAnte . 24 Maggio 2017
La cantautrice senese descrive in musica l’iter evolutivo di una storia d’amore: dai primi passi fino alla trasformazione che accompagna i cambiamenti caratteriali dei due protagonisti. “Parlo di te” è la lucida analisi dell’evoluzione di una stor...
DEApress . 24 Maggio 2017
Si sono concluse, presso la Chiesetta di Santa Verdiana a Firenze, le prime due giornate di AFRICA DAY, festival indipendente organizzato dall'Università degli Studi di Firenze – Dipartimento di Architettura e dal Centro Socio-culturale DEA Onlus. Un...
L'AltopArlAnte . 24 Maggio 2017
  La cantautrice salentina con già alle spalle una carriera collaudata fatta di premi ottenuti in prestigiosi concorsi (Musicultura, Premio De Andrè) e collaborazioni prestigiose (Teresa De Sio, Cristiano De Andrè, Pacifico), presenta ora una chicca...
L'AltopArlAnte . 24 Maggio 2017
  La cantante napoletana, già semifinalista del Festival di Castrocaro, torna in radio dal 7 aprile con un brano esplosivo e ricco di energia. “Hello Hello” è la colonna sonora di “Smile Factor”, il film di prossima uscita che vede alla regia Igor ...
L'AltopArlAnte . 24 Maggio 2017
  Una canzone che, omaggiando una delle più importanti band del panorama musicale italiano caratterizzata da un excursus ricco di grandi occasioni colte in maniera vincente, descrive metaforicamente il tema delle occasioni mancate. I Toromeccanica...
Silvana Grippi . 24 Maggio 2017
Riceviamo e pubblichiamo volentieri IL C.P.A: STORIA DI RESISTENZA22 maggio 2017 [1] c'è tutto un mondo attorno. [2], Musiquorum live - Prossimi appuntamenti [3], storie [4] Il folk è musica popolare e dove si canta la musica popolare? Dove&...
DEApress . 24 Maggio 2017
Pasquale Abatangelo “Correvo pensando ad Anna” recensione di Davide Steccanella   “I dannati della terra” di Frants Fanon, pubblicato in Francia nel 1961 con la prefazione di Jean Paul Sarte, è stato, ha detto l’ex dirigente del Black P...
DEApress . 24 Maggio 2017
Cari soci, amici, lettori e conoscenti, prendete nota del nostro codice fiscale: 03938570482, è il codice da indicare per la destinazione del 5 per MILLE. Ci aiuterà a fare progetti di solidarietà e partecipazione. Servirà soprattutto a dare soste...
Paolo Tocco . 23 Maggio 2017
FABIO CRISEO"Avrei voluto essere Lapo Ercane" "Cci Vostri" - OFFICIAL VIDEO Onestamente ho cercato in rete per capirne di più e soprattutto per vedere se davvero dietro l’effige di questo cantautore non ci fosse altro. Ed invece devo ricredermi: ...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons