DEApress

Saturday
Aug 18th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Festival Nuovi Cantieri Culturali Isolotto

E-mail Stampa PDF

  -_Bambino_dellIsolotto_-_foto_storica.jpg

NUOVI CANTIERI CULTURALI ISOLOTTO #2

Un progetto di Virgilio Sieni

FESTIVAL 19 > 22 luglio 2018 / Firenze

performance | azioni coreografiche | cammini | residenze artistiche | musica |

percorsi di creazione con i cittadini | installazioni | paesaggio |

Nuovi Cantieri Culturali Isolotto fa parte di Quarto Paesaggio un progetto di Fondazione CR Firenze

cura e direzione artistica di  Virgilio Sieni | Centro nazionale di produzione 

con il sostegno di MiBACT, Regione Toscana, Comune di Firenze, Polo Museale della Toscana, Estate Fiorentina

in collaborazione con Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Scuola di Musica di Fiesole, Tempo Reale

Il Festival Nuovi Cantieri Culturali Isolotto fa parte di Quarto Paesaggio un progetto di Fondazione CR Firenze, ideazione e direzione artistica di Virgilio Sieni/Centro nazionale di produzione, in collaborazione con Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Fondazione Scuola di Musica di Fiesole, Tempo Reale Centro di Ricerca Produzione e Didattica Musicale.

Virgilio Sieni per il Quartiere 4/Isolotto a Firenze sviluppa una serie di percorsi legati al gesto e alla natura, coinvolgendo cittadini e cittadine di tutte le età e performer.

Lo scopo è quello di intraprendere un processo di “ricamo culturale” dove lo spazio fisico, unitamente alle pratiche rivolte alla consapevolezza del corpo e alla creazione di azioni condivise, divengono fattori essenziali per il benessere umano.

Il Festival si svolge dal 19 al 22 luglio nei sentieri del paesaggio urbano e propone una riflessione sulla rigenerazione della periferia e la cura dei luoghi, portando l’attenzione sulla frequentazione di alcune aree verdi e la loro relazione con l’architettura urbana e la natura: una mappa di 30 spazi al chiuso e all’aperto, rintracciati tra i luoghi dimenticati e marginali del quartiere. Luoghi dove la dimensione del verde pubblico declina verso la rivalutazione delle aree abbandonate, ma che presentano alberature e tracce paesaggistiche significative per il valore dei dettagli e l’importanza che possono assumere nel dialogo sociale.

Il programma ideato si sviluppa attraverso una serie di percorsi e camminamenti da un luogo all’altro dell’Isolotto “vecchio”: ogni spazio scelto rappresenta una sosta, un abbraccio che va a comporre una nuova mappa di spostamenti e visioni che comprende residenze artistiche e pratiche rivolte a cittadini di tutte le età e professioni, studenti, giovani, famiglie, madri e figli, padri e figli, nuovi cittadini, anziani, danzatori, diversamente abili, professionisti, insegnanti, educatori, architetti, operatori culturali e sociali. Saranno i partecipanti stessi, con la loro presenza alle pratiche, le loro domande e osservazioni, a creare l’humus necessario per una nuova frequentazione attiva e partecipata.

Grazie al dialogo e al confronto con le istituzioni e le realtà del territorio - Quartiere 4, la BiblioteCaNova, i commercianti, le associazioni culturali e ricreative, gli operatori sociali, i circoli, i gruppi formali e informali, i centri di quartiere - sono stati riattivati una serie di spazi al chiuso come le Baracche Verdi della Comunità dell’Isolotto e il Punto Lettura Luciano Gori.

Altri spazi all’aperto - rigenerati attraverso varie azioni quali residenze, installazioni, soste e pratiche - già dallo scorso anno hanno iniziato a costituire nuovi punti di riferimento visivo sia attraverso le installazioni che le piantumazioni: Giardino delle Erbacce in piazza dei Tigli, la Montagnola, viale dei Bambini e viale dei Pini. A questi si aggiunge quest’anno lo spazio verde posto sul retro dell’Oratorio della Madonna della Querce e il Giardino del gesto dentro la pista di pattinaggio di via Torcicoda.

Il Giardino delle Erbacce accoglierà un’installazione dell’artista Massimo Nannucci e il Piccolo Museo del Gesto, uno spazio dedicato alla raccolta da parte dei bambini di gesti e note in relazione alla natura. Sarà inoltre luogo di sosta, lettura e attraversamento, aprendosi verso Piazza Batoni, dove si trovano il capolinea del bus n°9 e la fermata della tramvia, collegandoli con Piazza dei Tigli.

La Galleria Isolotto in Piazza dei Tigli, inaugurata durante la scorsa edizione, sarà spazio espositivo sperimentale con la presenza della danzatrice Claudia Caldarano in Giorno e notte abitare, una vera e propria non stop per i 4 giorni del festival.

Le attività sono state avviate alcune settimane prima del festival, sia con i percorsi di creazione che con le residenze. Fin dai primi giorni di luglio gli spazi individuati sono vissuti come presidi culturali, contesti ambientali nei luoghi dell’abitato ospitando in residenza gli artisti Marina Giovannini, Sara Sguotti, Jari Boldrini, Camilla Monga, Elisabetta Consonni, Ramona Caia, Giulia Mureddu, Agnese Lanza, Maya Oliva, Andrea Palumbo, Davide Valrosso, Maurizio Giunti.

Alcuni degli artisti condurranno un percorso di formazione rivolto a cittadini, adolescenti, giovani danzatori, performer stabilendo dei veri e propri atelier di ricerca destinati alla presentazione pubblica durante i 4 giorni dal 19 al 22 luglio.

Il festival si aprirà con l’inaugurazione in piazza dei Tigli de Il bambino dell’Isolotto, una scultura pubblica in bronzo, realizzata espressamente dall'officina artigiana Salvadori Arte di Pistoia e fatta dono alla comunità tutta e al Comune di Firenze.

Ci saranno omaggi coreografici alle piantumazioni dell’edizione 2017, balli, quartetti, un Cammino popolare che attraverserà via Torcicoda, azioni e performance ideate da Virgilio Sieni a cura dell’Accademia sull’arte del gesto, realizzate da gruppi di cittadini e danzatori che condurranno un percorso sul gesto in funzione dei luoghi specifici coinvolti.

Il quartiere avrà anche il privilegio di accogliere due concerti dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino: “Le Quattro Stagioni” di Vivaldi e un ciclo di ascolti sulle “Suites per violoncello” di J. S. Bach, F. S. Geminiani e P. Hindemith eseguite dai Solisti della prestigiosa Istituzione fiorentina.

Tempo Reale presenterà un laboratorio e una performance basati sull’esplorazione del paesaggio sonoro urbano dal titolo Back to silence.

La Scuola di Musica di Fiesole parteciperà al progetto con il Coro di bambini diretto dal M° Ennio Clari, con alcune formazioni musicali, solisti, docenti della Scuola e con il Rasenna Brass Ensemble.

La musicista Naomi Berrill condurrà un percorso tra canto e gesto con coppie di genitori e figli in collaborazione con l’Accademia sull’arte del gesto di Virgilio Sieni.

Parallelamente, tra il 16 e il 22 luglio, verrà proposto il primo modulo della Scuola sul Gesto e il Paesaggio, un ciclo di attività che comprendono lezioni teoriche e pratiche destinate a operatori, mediatori culturali e artisti e che consentiranno di sviluppare e approfondire diverse tematiche sul corpo e il territorio: dalla natura al gesto e viceversa, dalla memoria del movimento alla creazione di nuove geografie urbane.

Con uno sguardo che va oltre il 22 luglio, questa seconda edizione conferma il desiderio e lo sforzo di mantenere alta l’attenzione sulla periferia, oramai centro della vita cittadina e palestra culturale di sperimentazioni ed evoluzioni del contemporaneo.

Festival Nuovi Cantieri Culturali Isolotto | 19 > 22 luglio 2018

  • giovedì 19 luglio
  • venerdì 20 luglio
  • sabato 21 luglio
  • domenica 22 luglio

h 19.00 / p.za dei Tigli

INAUGURAZIONE Il Bambino dell’Isolotto / scultura pubblica

Gomeisa Project, Scuola di Musica di Fiesole

Bambino dell’Isolotto si ispira a una foto storica del 1960 in cui un bambino pianta un alberello all’Isolotto. Sarà posta all’inizio di via Torcicoda dove ogni giorno i bambini passano per andare a scuola. Un piccolo fauno che vuole essere un compagno di studi e restituire al quartiere un angolo significativo della sua crescita.

h 19.15 / p.za dei Tigli

BALLO 1960. Bambino dell’isolotto /azione coreografica con cittadini

Accademia sull’arte del gesto / Virgilio Sieni

Gomeisa Project (sax) / Scuola di Musica di Fiesole: Alda Dalle Lucche, Martina Daga, Giulia Fidenti

h 19.30 / Galleria Isolotto, p.za dei Tigli / Giorno e notte abitare / Claudia Caldarano / performance

La Galleria Isolotto diviene in questo Festival una casa che ospita giorno e notte un’artista nel suo dispiegare il discorso della danza in relazione alla misura del quotidiano.

h 20.00 / Giardino delle Erbacce, p.za dei Tigli

INAUGURAZIONE

Frammenti di stanze, luoghi di attesa / Maurizio Nannucci / installazione

Piccolo museo del gesto / installazione

Gomeisa Project, Scuola di Musica di Fiesole

Abitante / Andrea Palumbo, Compagnia Virgilio Sieni / performance

h 20.30 / Istituto Comprensivo Montagnola-Gramsci

Gimnopedie / Marina Giovannini, residenza nel paesaggio / performance

h 20.45 / piazza dei Tigli, angolo v.le dei Bambini

Parade / Marina Giovannini, residenza nel paesaggio / performance

h 21.00 / "Stecca Michelucci", v.le dei Bambini

Suite per violoncello n. 1 di J. S. Bach / concerto-performance

Patrizio Serino (violoncello), Teatro del Maggio Musicale Fiorentino

Claudia Caldarano e Maurizio Giunti, Compagnia Virgilio Sieni

h 21.30 / Giardino delle Erbacce, p.za dei Tigli

Lo scheletro allegro / film di Luciano Gori 1978, durata 48 min

h 11.00 > 17.00 piazza dei Tigli, viale dei Bambini, via dei Melograni

Progetto QUI / officine nel paesaggio / Compagnia Virgilio Sieni

Ramona Caia, Agnese Lanza, Giulia Mureddu,

h 11.00>21.00 Galleria Isolotto, piazza dei Tigli

Giorno e notte abitare, Claudia Caldarano, performance

Orario continuato / Giardino delle Erbacce, piazza dei Tigli

Frammenti di Stanze, luoghi d’attesa, Massimo Nannucci, installazione

Piccolo Museo del Gesto, installazione

h 17.30 / Giardino Ippocastano, via Lippo Memmi

BALLO Pazienze, azione coreografica con cittadini

Accademia sull’arte del gesto / Giulia Mureddu / Viscantus Ensemble vocale, Scuola di Musica di Fiesole

L’azione coreografica creata insieme ai cittadini vuole essere un omaggio alla piantumazione delle pazienze fatta nel 2017. Nello spazio verde sotto lo storico ippocastano prende vita una “cerimonia” di gesti e canti.

h 18.00 / Giardino e Oratorio Madonna della Querce

Orti del Corpo / performance

Ramona Caia, Claudia Caldarano, Agnese Lanza, Giulia Mureddu, Davide Valrosso, Sonia Bieri, Valentina Ferrari, Vanessa Geniali, Rachele Noferini, Compagnia Virgilio Sieni

Viscantus Ensemble vocale, Scuola di Musica di Fiesole

h 18.30 Oratorio Madonna della Querce, via Palazzo dei Diavoli

Leggimi, performance / Camilla Monga, residenza nel paesaggio

h 19.00 INAUGURAZIONE GIARDINO DEL GESTO, via Torcicoda

La Pista di pattinaggio diverrà la sede di un giardino di fiori accogliendo residenze d’artista e performance.

Back to Silence, / Agnese Banti e Francesco Giomi, Tempo Reale

Performance sul tema del silenzio con musicisti del quartiere Isolotto

Isolotto per gioco e per amore / performance

Elisabetta Consonni, residenza nel paesaggio

Albero, performance

Sara Sguotti, residenza nel paesaggio

Giardino, performance

Sara Sguotti, residenza nel paesaggio

Benzinaio, performance

Davide Valrosso

Parrucchiere, performance

Jari Boldrini e Maurizio Giunti

Danzette, performance

Naomi Berrill, musica e canto

h 20.30 / via dei Melograni / Orchestra del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino

Le quattro stagioni di Antonio Vivaldi, concerto / Direttore e violino solista Pietro Horvath

h 11.00>17.00 piazza dei Tigli, viale dei Bambini, via dei Melograni

Progetto Qui / Officine nel paesaggio

Ramona Caia, Agnese Lanza, Giulia Mureddu

h 11.00>21.00 Galleria Isolotto, piazza dei Tigli

Giorno e notte abitare, Claudia Caldarano, performance

Orario continuato / Giardino delle Erbacce, piazza dei Tigli

Frammenti di Stanze, luoghi d’attesa, Massimo Nannucci, installazione

Piccolo Museo del Gesto, installazione

h 18.00 / Punto di lettura Luciano Gori, via degli Abeti 3

Luogo cruciale cui dedicare attenzione per la crescita e l’aggregazione del quartiere. Nei giorni precedenti e durante il festival sarà spazio di residenza e studio. Intorno si articoleranno una serie di camminamenti contrappuntati da performance pensate appositamente in risonanza con i dettagli del paesaggio.

BALLO 1935 / azione coreografica con cittadini

Accademia sull’arte del gesto / Virgilio Sieni / Coro di bambini, Scuola di Musica di Fiesole

Il ballo, interpretato da cittadini, vuole rivolgere il pensiero e il cuore a Luciano Gori ricordandone la data di nascita. Il maestro ha insegnato alla Scuola Elementare della Montagnola contribuendo al rinnovamento della cultura italiana e dell’educazione.

Tiny space costruzione / performance / Jari Boldrini, residenza nel paesaggio

Danzette, performance / Naomi Berrill, musica e canto

Persona / performance / Maya Oliva, residenza nel paesaggio

Quartetto Ballo Silvana / performance / Accademia sull'arte del gesto / Virglio Sieni

Musica J.S. Bach, Ciaccona in re min, Partita BWV 1004, Matilde Urbani, violino solo, Scuola di Musica Fiesole

Ballo dedicato a una bambina. Interpretato da performer e cittadini, col pensiero rivolto al gesto che sempre giunge e si disperde nell’altro.

h 19.30 / via degli Agrifogli

Compagnia Virgilio Sieni / Teatro del Maggio Musicale Fiorentino

Suite per violoncello n. 2

in re minore BWV 1008 di J. S. Bach / Elida Pali, Teatro del Maggio

Noemi Biancotti e Linda Pierucci, Compagnia Virgilio Sieni

Suite per violoncello n. 3

in sol maggiore BWV 1007 di J. S. Bach / Fabio Fausone, Teatro del Maggio

Jari Boldrini e Maurizio Giunti, Compagnia Virgilio Sieni

h 21.00 / Villa Vogel, via A. Canova

Le quattro stagioni di Antonio Vivaldi / concerto

Orchestra del Teatro del Maggio / Direttore e violino solista Pietro Horvath

h 10.00 / LA STRADA

Un invito a vivere la strada come un momento intenso di ascolto e pratiche, di momenti di sosta e, per chi lo desidera, di partecipazione a lezioni sul gesto e il movimento.

Una sfilata accompagnerà tutta la mattinata lungo il tragitto da Piazza dei Tigli su via Torcicoda, fino al giardino di Michela Nori che incrocia viale dei Platani: cinque tappe dove poter ascoltare cicli musicali eseguiti dal vivo.

Nel momento dell’ascolto, ogni volta di circa venti minuti, sarà offerta una lezione sul gesto.

Le 5 tappe con musica di J.S. Bach, F.S. Geminiani e P. Hindemith sono realizzate in collaborazione con il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino.

La presenza del Rasenna Brass Ensemble è in collaborazione con Scuola di Musica di Fiesole.

Le Lezioni sul gesto sono a cura del Centro nazionale di produzione/Virgilio Sieni e saranno guidate da Giulia Mureddu, Agnese Lanza e Virgilio Sieni.

h 10.00 / Prima tappa: Piazza dei Tigli

Suite per violoncello n.1 musica di J.S. Bach / eseguita dal vivo da Simao Alcoforado, Teatro del Maggio

Lezione sul gesto n.1

Rasenna Brass Ensemble / Scuola di Musica di Fiesole

h 10.30 / Seconda tappa: Via Torcicoda

Suite per violoncello n.2 musica di J.S. Bach

eseguita dal vivo da Elida Pali (violoncello) / Teatro del Maggio

Lezione sul gesto n.2

Rasenna Brass Ensemble / Scuola di Musica di Fiesole

h 11.00 / Terza tappa: Via Torcicoda

Suite per violoncello n.3 musica di J.S. Bach

eseguita dal vivo da Beatrice Guarducci (violoncello) / Teatro del Maggio

Lezione sul gesto n.3

Rasenna Brass Ensemble / Scuola di Musica di Fiesole

h 11.30 / Quarta tappa: Via Torcicoda

Sonata II in re min. op. 5 musica di F.S. Geminiani

eseguita dal vivo da Michele Tazzari, Simao Alcoforado (violoncello) / Teatro del Maggio

Lezione sul gesto n.4

Rasenna Brass Ensemble / Scuola di Musica di Fiesole

h 12.00 / Quinta tappa: Via Torcicoda angolo Viale dei Platani

Sonata per violoncello solo musica di P. Hindemith

eseguita dal vivo da Sara Nanni (violoncello) / Teatro del Maggio

>> Tutte le attività in programma sono gratuite.

PER INFO E CONTATTI

Centro nazionale di produzione | Virgilio Sieni

CANGO _ Via Santa Maria 23-25, Firenze - Tel. +39 055 2280525

cango@sienidanza.itwww.virgiliosieni.it

Ufficio Stampa Simona Nordera tel. +39 347.9488210  s.nordera@gmail.com

Nuovi Cantieri Culturali Isolotto fa parte di Quarto paesaggio un progetto di Fondazione CR Firenze

Ideazione e direzione artistica Virgilio Sieni/Centro nazionale di produzione/Accademia sull’arte del gesto

Con il sostegno di MiBACT e di SIAE nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”, e di Regione Toscana

In collaborazione con Comune di Firenze/Quartiere 4, Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Fondazione Scuola di Musica di Fiesole, Tempo Reale/Centro di ricerca, produzione e didattica musicale.

Si ringrazia Aboca, Casa Spa, BiblioteCaNova, Comunità dell’Isolotto, Associazione Il Pollicino, Istituto Comprensivo “Montagnola/ Gramsci”, Cooperativa Cepiss, Sonoria-Spazio giovani e musica, Scuola di Yoga Shakti, Punto di lettura Luciano Gori, Teatro al Borgo, ITT Marco Polo, Centro Anziani Social Club, Il Cestello-Fioristi, Green Barber shop, Paolo-Stazione di benzina via Torcicoda, Ass. Movimento di Quartiere Firenze, Cat coop sociale, Parrocchia Santa Maria delle Grazie, Circolo Arci Isolotto, CNGEI-Scout, Ludoteca Albero di Alice, Ass. Movie & Go

 

Share

 

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 17 Agosto 2018
La musica degli anni settanta e Claudio Lolli - due ricordi indelebili "siamo noi a far bella la luna..riprendiamoci la vita, la terra, la luna e l'abbondanza..." Claudio Lolli è nato a Bologna il 28 marzo 1950 è morto oggi...
Silvana Grippi . 17 Agosto 2018
In Sudan le vie stradali molto spesso non sono percorribili a causa delle piogge e quindi in alternativa come mezzo di trasporto c'è la piroga. Questa volta purtroppo la situazione è stata fatale a ventiquattro bambini che stavano andando a scuola e ...
Marco Ranaldi . 16 Agosto 2018
  Sembra ferma l'acqua chiara, ma si muove piano piano. Incomincia a fremere, ha voglia di correre. Vibrazioni dell'anima, che incomcio a conoscere. Emozioni semplice, che comunque abituano la nostra età ad andar sempre dove il cuore vuol...
Silvana Grippi . 16 Agosto 2018
Tante sono le domande che dobbiamo porci dopo questa tragedia dei ponti che cadono ma, secondo me, la più importante è:. Come si fa a costruire dei ponti in calcestruzzo armato senza verificare quanti anni potranno durare?   Guardiamo insieme...
Silvana Grippi . 16 Agosto 2018
Aretha Louise Franklin ci ha lasciato!   Nata a Memphis, 25 marzo 1942 ha iniziato a cantare all'età di 15 anni ed è diventata un simbolo della musica gospel, soul e R&B. Possiamo considerarla una cantautrice e brava pianista, era sopra...
Silvana Grippi . 14 Agosto 2018
14 agosto ore 12.00 - Un disastro dell' ultima ora - Oggi alle 11.00 circa sull’A10 Genova è crollato il ponte Morandi, ha ceduto il viadotto che attraversa il tratto autostradale ligure. Ora si stanno cercando le vittime dopo si cercheranno le res...
Silvana Grippi . 14 Agosto 2018
  L’ultimo muro dipinto da Zed1 a Montegranaro per Veregra Street Festival, porta il titolo  di ‘Un viaggio per le stelle’.        Così come Zed1 ci ha insegnato, i suoi muri non sono mai semplici disegni, ma fant...
DEApress . 13 Agosto 2018
Carissimo, quella di Sant'Anna non fu l'ultima mascalzonata degli americani, che si trovavano a quel punto a Pisa. Se avessero voluto, in mezz'ora sarebbero arrivati in Versilia. L'11 agosto liberarono Firenze, il 12 lasciarono che i tedeschi ammazz...
Silvana Grippi . 10 Agosto 2018
Oggi è il 10 agosto - un giorno importante che da sempre rappresenta una delle notti più magiche dell'anno, sia.per la visione del cielo con le stelle cadenti che per la festa religiosa che rappresenta. Nell'antichità era una festa pagana dedica...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons