DEApress

Monday
Feb 19th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Tutti i semafori di Firenze da oggi montano lanterne a LED

E-mail Stampa PDF
Negli ultimi anni la parola "smart city" è stata frequentemente utilizzata nei convegni e nelle conferenze sul futuro delle città.  Meno frequentemente sono state messe in pratica le azioni che grazie alle nuove tecnologie potrebbero rivoluzionare la vita nelle nostre aree metropolitane. Firenze dopo aver iniziato a gattonare tra qualche iniziativa e progetto europeo sulle smart city adesso sta dimostrando di aver preso coscienza di sé e di essere almeno senziente se non ancora intelligente. Prima di lanciarsi nei grandi temi delle nuove forme di mobilità elettrica ed autonoma, della produzione dell'energia decentralizzata, della digitalizzazione dei rapporti tra amministrazione e cittadini è buona cosa smettere di buttare via soldi in maniera poco "smart". Risparmiare in bolletta sostituendo le lampadine non è certo un'operazione particolarmente intelligente ma questi tipi di investimento che puntano al risparmio energetico sono facili da realizzare e con tempi di rientro brevissimi sono sicuramente una delle prime mosse da fare per guadagnare sia in termini economici che ambientali. Da oggi finalmente tutti i semafori di Firenze hanno lanterne a LED ed entro il prossimo anno le avranno anche tutti i lampioni della città che ancora non è "smart" ma almeno non è più "bischera".
 
Comunicato stampa del comune:
 
Sostituita stamattina l’ultima lampadina ad incandescenza. Nardella: “Risparmiamo il 70% del consumo e miglioriamo la sicurezza”

Tutti gli impianti semaforici della città hanno le nuove lanterne a Led. E’ stata sostituita infatti oggi dal sindaco Dario Nardella l’ultima lanterna semaforica rimasta all’impianto di via Pietrapiana (angolo via Verdi), ed è stato così completato il progetto di ammodernamento dell’intero parco semaforico cittadino con nuove lampade a Led. Hanno partecipato anche l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti e il presidente di Silfi Spa Matteo Casanovi.
Tale intervento, che ha riguardato i semafori di tutta la città, è iniziato il 12 dicembre scorso ed è stato realizzato e completato in tre mesi di lavoro da Silfi con la collaborazione della Polizia municipale, che ha fornito il supporto operativo nelle fasi di spegnimento degli impianti, consentendo lavorazioni in sicurezza e senza intralcio alla viabilità.
“Risparmiamo il 70% del consumo, che moltiplicato per 3700 semafori è una quantità importante – ha detto il sindaco Dario Nardella – ma otteniamo un altro fondamentale risultato: miglioriamo la sicurezza degli automobilisti, perché poter vedere bene le luci di un semaforo, anche quando si ha il sole contro, significa avere maggiore sicurezza su strada”.
“Silfi sta completando l’opera di mettere luci al Led in città. Sui semafori – ha detto Matteo Casanovi, presidente di Silfi – in tutto abbiamo sostituito 2200 lampade su 3700 (1500 erano già a Led). La bolletta energetica passerà, solo per i semafori, da 250mila euro l’anno a 80mila euro l’anno. Con oggi questo intervento è terminato. Da settembre alla primavera prossima ci sarà inoltre la sostituzione di 33mila lampade a Led al posto di quelle a mercurio, a vapore di sodio e a incandescenza che ancora ci sono. Qui il risparmio stimato è di passare da 5,4 milioni attuali a circa a 3 milioni di euro di bolletta energetica comunale. Il bando per questa nuova gara è stato pubblicato per 9,8 milioni di euro, di cui 7 milioni arrivano da fondi europei. In tre anni – ha concluso Casanovi - si rientra dell’investimento fatto per una scelta ecologica, di risparmio e di maggior sicurezza dei cittadini”.
“Non solo i semafori, stiamo lavorando anche al rinnovo degli impianti di illuminazione pubblica” ha detto l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti. “Una parte è già stata sostituita ma il grande intervento partirà a settembre - ha aggiunto - per avere tutti i lampioni nuovi nell’arco di un anno. Arriveremo, fra gli interventi fatti e quelli da fare, ad avere circa 40mila corpi illuminanti sostituiti in città ma manterremo quelli storici inalterati. Cambieremo anche il sistema del notturno – ha aggiunto Giorgetti – che oggi prevede che si spenga un lampione sì e uno no, eliminando le zone d’ombra, con tutte le luci accese ma abbassando la tensione e migliorando la sicurezza”.
I Led miglioreranno la continuità di esercizio delle segnalazioni luminose semaforiche, ridurranno il tasso di guasto oltre che i consumi energetici e le emissioni di gas serra, con ricadute positive sul sistema. In tutto sono state sostituite 2200 lanterne semaforiche (1500 delle 3700 presenti erano già state cambiate) che avevano lampade ad incandescenza (molte delle quali con più di 25 anni e non utilizzabili o convertibili alle nuove tecnologie), con nuove lampade a luce Led. Oggi le lanterne semaforiche in gestione a Silfi sul territorio comunale sono 3.700, tutte a luce Led con un consumo di 8 W ciascuna. Con un investimento di circa 300.000 euro si è giunti alla realizzazione di un parco semaforico cittadino tutto a tecnologia Led con rilevanti benefici in termini di sicurezza e con un risparmio energetico del 70 %, circa 170mila euro l’anno.
Silfi ha infine espresso un ringraziamento particolare alla Polizia municipale per la collaborazione prestata durante tutti i lavori, a conferma del forte legame di stima e fiducia professionale reciproca, consolidato da molti anni, che ha sempre garantito l'operatività di Silfi sul territorio per la gestione della mobilità con le migliori tecnologie, a vantaggio della sicurezza stradale. 

 

Cosimo Biliotti

Share

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 10 Aprile 2017 21:30 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 19 Febbraio 2018
             ONLUS                                      Forum AMBIENTE Località Palagione, Via Volterrana 50050...
DEApress . 19 Febbraio 2018
FOOD FOREST CAMPING Corso residenziale teorico pratico di progettazione e realizzazione (in parte) di una food forest di 60 metri per 10 che includerà una serie di piccole piazzole per campeggiare completamente autonome da un punto di vista idric...
Piero Fantechi . 19 Febbraio 2018
Università di Firenze, Architettura si racconta Fino a venerdì 23 “Dida Research Week”, incontri con docenti e ricercatori Città collegate da piste ciclabili sopraelevate, spazi di coabitazione, design a prova di terremoto. Dove sta andando l’a...
Piero Fantechi . 19 Febbraio 2018
Giovedì 22 febbraio, dalle ore 19.30, a Siena lo spazio di Cacio & Pere ( via dei Termini 70) ospita un appuntamento all’insegna delle contaminazioni culturali La non violenza come risposta alla guerra: a Siena i fotografi di Life in Syria pre...
Silvana Grippi . 19 Febbraio 2018
Work in Progress DEA - Free Entry   Eccovi le iniziative in programma marzo-aprile 2018 Corsi, Seminari e Laboratori Storia della Fotografia, Montaggio Video. Grafica: Adobe photoshop (post produzione e Adobe Indesign (editing) Eventi Acc...
DEApress . 19 Febbraio 2018
    Il Centro Studi DEA onlus ha finito il lavoro di Ricerca sulla pubbliczione "Processo Batacchi". Atti a cura di G. Nerbini, Editore -1900. 10 centesimi - Note e commenti di Eugenio Ciacchi. Hanno collaborato: Gianni Bro...
Fabrizio Cucchi . 19 Febbraio 2018
  Ci sono molte esperienze, in vario grado “incomunicabili”, ossia esperienze che non possono essere efficacemente descritte a chi non le ha provate. L’esperienza della detenzione è tra queste. Salvatore Ricciardi, il quale è passato attraver...
Silvana Grippi . 19 Febbraio 2018
Una città che vive ai margini: Firenze   Fotonarrazione di Silvana Grippi       Fot. 1 Futuro deserto     Foto 2 - L'angelo vendicatore           Foto 3 - Bar fallito &nbs...
Lara Fontanelli . 19 Febbraio 2018
  VERI Volontari negli Ecovillaggi della Rete Italiana ·  PANTA REI Il progetto Panta Rei nasce con la volontà di recuperare un’area agricola abbandonata e degradata, ma con forti potenzialità. L’idea m...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons