DEApress

Thursday
May 25th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Tutti i semafori di Firenze da oggi montano lanterne a LED

E-mail Stampa PDF
Negli ultimi anni la parola "smart city" è stata frequentemente utilizzata nei convegni e nelle conferenze sul futuro delle città.  Meno frequentemente sono state messe in pratica le azioni che grazie alle nuove tecnologie potrebbero rivoluzionare la vita nelle nostre aree metropolitane. Firenze dopo aver iniziato a gattonare tra qualche iniziativa e progetto europeo sulle smart city adesso sta dimostrando di aver preso coscienza di sé e di essere almeno senziente se non ancora intelligente. Prima di lanciarsi nei grandi temi delle nuove forme di mobilità elettrica ed autonoma, della produzione dell'energia decentralizzata, della digitalizzazione dei rapporti tra amministrazione e cittadini è buona cosa smettere di buttare via soldi in maniera poco "smart". Risparmiare in bolletta sostituendo le lampadine non è certo un'operazione particolarmente intelligente ma questi tipi di investimento che puntano al risparmio energetico sono facili da realizzare e con tempi di rientro brevissimi sono sicuramente una delle prime mosse da fare per guadagnare sia in termini economici che ambientali. Da oggi finalmente tutti i semafori di Firenze hanno lanterne a LED ed entro il prossimo anno le avranno anche tutti i lampioni della città che ancora non è "smart" ma almeno non è più "bischera".
 
Comunicato stampa del comune:
 
Sostituita stamattina l’ultima lampadina ad incandescenza. Nardella: “Risparmiamo il 70% del consumo e miglioriamo la sicurezza”

Tutti gli impianti semaforici della città hanno le nuove lanterne a Led. E’ stata sostituita infatti oggi dal sindaco Dario Nardella l’ultima lanterna semaforica rimasta all’impianto di via Pietrapiana (angolo via Verdi), ed è stato così completato il progetto di ammodernamento dell’intero parco semaforico cittadino con nuove lampade a Led. Hanno partecipato anche l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti e il presidente di Silfi Spa Matteo Casanovi.
Tale intervento, che ha riguardato i semafori di tutta la città, è iniziato il 12 dicembre scorso ed è stato realizzato e completato in tre mesi di lavoro da Silfi con la collaborazione della Polizia municipale, che ha fornito il supporto operativo nelle fasi di spegnimento degli impianti, consentendo lavorazioni in sicurezza e senza intralcio alla viabilità.
“Risparmiamo il 70% del consumo, che moltiplicato per 3700 semafori è una quantità importante – ha detto il sindaco Dario Nardella – ma otteniamo un altro fondamentale risultato: miglioriamo la sicurezza degli automobilisti, perché poter vedere bene le luci di un semaforo, anche quando si ha il sole contro, significa avere maggiore sicurezza su strada”.
“Silfi sta completando l’opera di mettere luci al Led in città. Sui semafori – ha detto Matteo Casanovi, presidente di Silfi – in tutto abbiamo sostituito 2200 lampade su 3700 (1500 erano già a Led). La bolletta energetica passerà, solo per i semafori, da 250mila euro l’anno a 80mila euro l’anno. Con oggi questo intervento è terminato. Da settembre alla primavera prossima ci sarà inoltre la sostituzione di 33mila lampade a Led al posto di quelle a mercurio, a vapore di sodio e a incandescenza che ancora ci sono. Qui il risparmio stimato è di passare da 5,4 milioni attuali a circa a 3 milioni di euro di bolletta energetica comunale. Il bando per questa nuova gara è stato pubblicato per 9,8 milioni di euro, di cui 7 milioni arrivano da fondi europei. In tre anni – ha concluso Casanovi - si rientra dell’investimento fatto per una scelta ecologica, di risparmio e di maggior sicurezza dei cittadini”.
“Non solo i semafori, stiamo lavorando anche al rinnovo degli impianti di illuminazione pubblica” ha detto l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti. “Una parte è già stata sostituita ma il grande intervento partirà a settembre - ha aggiunto - per avere tutti i lampioni nuovi nell’arco di un anno. Arriveremo, fra gli interventi fatti e quelli da fare, ad avere circa 40mila corpi illuminanti sostituiti in città ma manterremo quelli storici inalterati. Cambieremo anche il sistema del notturno – ha aggiunto Giorgetti – che oggi prevede che si spenga un lampione sì e uno no, eliminando le zone d’ombra, con tutte le luci accese ma abbassando la tensione e migliorando la sicurezza”.
I Led miglioreranno la continuità di esercizio delle segnalazioni luminose semaforiche, ridurranno il tasso di guasto oltre che i consumi energetici e le emissioni di gas serra, con ricadute positive sul sistema. In tutto sono state sostituite 2200 lanterne semaforiche (1500 delle 3700 presenti erano già state cambiate) che avevano lampade ad incandescenza (molte delle quali con più di 25 anni e non utilizzabili o convertibili alle nuove tecnologie), con nuove lampade a luce Led. Oggi le lanterne semaforiche in gestione a Silfi sul territorio comunale sono 3.700, tutte a luce Led con un consumo di 8 W ciascuna. Con un investimento di circa 300.000 euro si è giunti alla realizzazione di un parco semaforico cittadino tutto a tecnologia Led con rilevanti benefici in termini di sicurezza e con un risparmio energetico del 70 %, circa 170mila euro l’anno.
Silfi ha infine espresso un ringraziamento particolare alla Polizia municipale per la collaborazione prestata durante tutti i lavori, a conferma del forte legame di stima e fiducia professionale reciproca, consolidato da molti anni, che ha sempre garantito l'operatività di Silfi sul territorio per la gestione della mobilità con le migliori tecnologie, a vantaggio della sicurezza stradale. 

 

Cosimo Biliotti

Share

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 10 Aprile 2017 21:30 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

L'AltopArlAnte . 24 Maggio 2017
La cantautrice senese descrive in musica l’iter evolutivo di una storia d’amore: dai primi passi fino alla trasformazione che accompagna i cambiamenti caratteriali dei due protagonisti. “Parlo di te” è la lucida analisi dell’evoluzione di una stor...
DEApress . 24 Maggio 2017
Si sono concluse, presso la Chiesetta di Santa Verdiana a Firenze, le prime due giornate di AFRICA DAY, festival indipendente organizzato dall'Università degli Studi di Firenze – Dipartimento di Architettura e dal Centro Socio-culturale DEA Onlus. Un...
L'AltopArlAnte . 24 Maggio 2017
  La cantautrice salentina con già alle spalle una carriera collaudata fatta di premi ottenuti in prestigiosi concorsi (Musicultura, Premio De Andrè) e collaborazioni prestigiose (Teresa De Sio, Cristiano De Andrè, Pacifico), presenta ora una chicca...
L'AltopArlAnte . 24 Maggio 2017
  La cantante napoletana, già semifinalista del Festival di Castrocaro, torna in radio dal 7 aprile con un brano esplosivo e ricco di energia. “Hello Hello” è la colonna sonora di “Smile Factor”, il film di prossima uscita che vede alla regia Igor ...
L'AltopArlAnte . 24 Maggio 2017
  Una canzone che, omaggiando una delle più importanti band del panorama musicale italiano caratterizzata da un excursus ricco di grandi occasioni colte in maniera vincente, descrive metaforicamente il tema delle occasioni mancate. I Toromeccanica...
Silvana Grippi . 24 Maggio 2017
Riceviamo e pubblichiamo volentieri IL C.P.A: STORIA DI RESISTENZA22 maggio 2017 [1] c'è tutto un mondo attorno. [2], Musiquorum live - Prossimi appuntamenti [3], storie [4] Il folk è musica popolare e dove si canta la musica popolare? Dove&...
DEApress . 24 Maggio 2017
Pasquale Abatangelo “Correvo pensando ad Anna” recensione di Davide Steccanella   “I dannati della terra” di Frants Fanon, pubblicato in Francia nel 1961 con la prefazione di Jean Paul Sarte, è stato, ha detto l’ex dirigente del Black P...
DEApress . 24 Maggio 2017
Cari soci, amici, lettori e conoscenti, prendete nota del nostro codice fiscale: 03938570482, è il codice da indicare per la destinazione del 5 per MILLE. Ci aiuterà a fare progetti di solidarietà e partecipazione. Servirà soprattutto a dare soste...
Paolo Tocco . 23 Maggio 2017
FABIO CRISEO"Avrei voluto essere Lapo Ercane" "Cci Vostri" - OFFICIAL VIDEO Onestamente ho cercato in rete per capirne di più e soprattutto per vedere se davvero dietro l’effige di questo cantautore non ci fosse altro. Ed invece devo ricredermi: ...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons