DEApress

Saturday
Apr 21st
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Tutti i semafori di Firenze da oggi montano lanterne a LED

E-mail Stampa PDF
Negli ultimi anni la parola "smart city" è stata frequentemente utilizzata nei convegni e nelle conferenze sul futuro delle città.  Meno frequentemente sono state messe in pratica le azioni che grazie alle nuove tecnologie potrebbero rivoluzionare la vita nelle nostre aree metropolitane. Firenze dopo aver iniziato a gattonare tra qualche iniziativa e progetto europeo sulle smart city adesso sta dimostrando di aver preso coscienza di sé e di essere almeno senziente se non ancora intelligente. Prima di lanciarsi nei grandi temi delle nuove forme di mobilità elettrica ed autonoma, della produzione dell'energia decentralizzata, della digitalizzazione dei rapporti tra amministrazione e cittadini è buona cosa smettere di buttare via soldi in maniera poco "smart". Risparmiare in bolletta sostituendo le lampadine non è certo un'operazione particolarmente intelligente ma questi tipi di investimento che puntano al risparmio energetico sono facili da realizzare e con tempi di rientro brevissimi sono sicuramente una delle prime mosse da fare per guadagnare sia in termini economici che ambientali. Da oggi finalmente tutti i semafori di Firenze hanno lanterne a LED ed entro il prossimo anno le avranno anche tutti i lampioni della città che ancora non è "smart" ma almeno non è più "bischera".
 
Comunicato stampa del comune:
 
Sostituita stamattina l’ultima lampadina ad incandescenza. Nardella: “Risparmiamo il 70% del consumo e miglioriamo la sicurezza”

Tutti gli impianti semaforici della città hanno le nuove lanterne a Led. E’ stata sostituita infatti oggi dal sindaco Dario Nardella l’ultima lanterna semaforica rimasta all’impianto di via Pietrapiana (angolo via Verdi), ed è stato così completato il progetto di ammodernamento dell’intero parco semaforico cittadino con nuove lampade a Led. Hanno partecipato anche l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti e il presidente di Silfi Spa Matteo Casanovi.
Tale intervento, che ha riguardato i semafori di tutta la città, è iniziato il 12 dicembre scorso ed è stato realizzato e completato in tre mesi di lavoro da Silfi con la collaborazione della Polizia municipale, che ha fornito il supporto operativo nelle fasi di spegnimento degli impianti, consentendo lavorazioni in sicurezza e senza intralcio alla viabilità.
“Risparmiamo il 70% del consumo, che moltiplicato per 3700 semafori è una quantità importante – ha detto il sindaco Dario Nardella – ma otteniamo un altro fondamentale risultato: miglioriamo la sicurezza degli automobilisti, perché poter vedere bene le luci di un semaforo, anche quando si ha il sole contro, significa avere maggiore sicurezza su strada”.
“Silfi sta completando l’opera di mettere luci al Led in città. Sui semafori – ha detto Matteo Casanovi, presidente di Silfi – in tutto abbiamo sostituito 2200 lampade su 3700 (1500 erano già a Led). La bolletta energetica passerà, solo per i semafori, da 250mila euro l’anno a 80mila euro l’anno. Con oggi questo intervento è terminato. Da settembre alla primavera prossima ci sarà inoltre la sostituzione di 33mila lampade a Led al posto di quelle a mercurio, a vapore di sodio e a incandescenza che ancora ci sono. Qui il risparmio stimato è di passare da 5,4 milioni attuali a circa a 3 milioni di euro di bolletta energetica comunale. Il bando per questa nuova gara è stato pubblicato per 9,8 milioni di euro, di cui 7 milioni arrivano da fondi europei. In tre anni – ha concluso Casanovi - si rientra dell’investimento fatto per una scelta ecologica, di risparmio e di maggior sicurezza dei cittadini”.
“Non solo i semafori, stiamo lavorando anche al rinnovo degli impianti di illuminazione pubblica” ha detto l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti. “Una parte è già stata sostituita ma il grande intervento partirà a settembre - ha aggiunto - per avere tutti i lampioni nuovi nell’arco di un anno. Arriveremo, fra gli interventi fatti e quelli da fare, ad avere circa 40mila corpi illuminanti sostituiti in città ma manterremo quelli storici inalterati. Cambieremo anche il sistema del notturno – ha aggiunto Giorgetti – che oggi prevede che si spenga un lampione sì e uno no, eliminando le zone d’ombra, con tutte le luci accese ma abbassando la tensione e migliorando la sicurezza”.
I Led miglioreranno la continuità di esercizio delle segnalazioni luminose semaforiche, ridurranno il tasso di guasto oltre che i consumi energetici e le emissioni di gas serra, con ricadute positive sul sistema. In tutto sono state sostituite 2200 lanterne semaforiche (1500 delle 3700 presenti erano già state cambiate) che avevano lampade ad incandescenza (molte delle quali con più di 25 anni e non utilizzabili o convertibili alle nuove tecnologie), con nuove lampade a luce Led. Oggi le lanterne semaforiche in gestione a Silfi sul territorio comunale sono 3.700, tutte a luce Led con un consumo di 8 W ciascuna. Con un investimento di circa 300.000 euro si è giunti alla realizzazione di un parco semaforico cittadino tutto a tecnologia Led con rilevanti benefici in termini di sicurezza e con un risparmio energetico del 70 %, circa 170mila euro l’anno.
Silfi ha infine espresso un ringraziamento particolare alla Polizia municipale per la collaborazione prestata durante tutti i lavori, a conferma del forte legame di stima e fiducia professionale reciproca, consolidato da molti anni, che ha sempre garantito l'operatività di Silfi sul territorio per la gestione della mobilità con le migliori tecnologie, a vantaggio della sicurezza stradale. 

 

Cosimo Biliotti

Share

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 10 Aprile 2017 21:30 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

DEApress . 20 Aprile 2018
Fur, siamo noi tutti. Siamo umani affetti da Bigottismo secondario all'educazione socialmente utile. Fur è l'origine del selvatico e assenza di pregiudizio, è il soffio divino che abbiamo scartato per rimanere alsicuro mimetizzati nelle nostre...
DEApress . 20 Aprile 2018
Fur, siamo noi tutti. Siamo umani affetti da Bigottismo secondario all'educazione socialmente utile. Fur è l'origine del selvatico e assenza di pregiudizio, è il soffio divino che abbiamo scartato per rimanere alsicuro mimetizzati nelle nostre...
Fabrizio Cucchi . 20 Aprile 2018
Ultimamente i media sono tornati a parlare di Cuba, a causa del recente cambio di presidente. L’isola caraibica rimane sempre, per ragioni storiche e geografiche, un tassello importante degli avvenimenti mondiali. Per saperne di più, abbiamo intervis...
Piero Fantechi . 20 Aprile 2018
FLORENCE BIENNALE PORTA LA STREET ART ALLA MOSTRA DELL’ARTIGIANATO   Per la prima volta un evento di Florence Biennale – Mostra internazionale di arte contemporanea, troverà spazio all’interno del programma della 82a Mostra internazionale de...
DEApress . 19 Aprile 2018
Biblioteca delle Oblate - Sala Oiano Terra - Presentazione del libro "Il Mediterraneo -Un Mare di confine - culture tra acqua e terra" . L' ultimo volume pubblicato dalle Edizioni D.E.A. è il frutto di un lavoro di ricerca dutato due anni e svolto d...
Piero Fantechi . 19 Aprile 2018
Ultima settimana per visitare la mostra LA TROTTOLA E IL ROBOT Tra Balla, Casorati e Capogrossi a cura di Daniela Fonti e Filippo Bacci di Capaci PALP Palazzo Pretorio Pontedera Domenica 22 aprile la chiusura   Ultimi giorni, al PALP ...
Piero Fantechi . 19 Aprile 2018
                                   Al via il recupero dell’intera area del Parco di Villa il Ventaglio col contributo di Fondazione ...
Piero Fantechi . 19 Aprile 2018
Combo Social Club   Via Mannelli, 2   Firenze     VENERDÌ  20 APRILE 2018  5 anni di Combo  Venerdì 20 dalle 22.30  5 anni di Combo Festa per il quinto compleanno del Combo: sul palco ...
DEApress . 19 Aprile 2018
Villa Romana segnala l'uscita della prima monografia internazionale sulla vita e le opere di Ketty La Rocca, artista predominante nel panorama italiano degli anni '60/'70. Donna creativa e  poliedrica, ha fatto della diversità il suo marchio d...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons