DEApress

Tuesday
Jun 27th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Tutti i semafori di Firenze da oggi montano lanterne a LED

E-mail Stampa PDF
Negli ultimi anni la parola "smart city" è stata frequentemente utilizzata nei convegni e nelle conferenze sul futuro delle città.  Meno frequentemente sono state messe in pratica le azioni che grazie alle nuove tecnologie potrebbero rivoluzionare la vita nelle nostre aree metropolitane. Firenze dopo aver iniziato a gattonare tra qualche iniziativa e progetto europeo sulle smart city adesso sta dimostrando di aver preso coscienza di sé e di essere almeno senziente se non ancora intelligente. Prima di lanciarsi nei grandi temi delle nuove forme di mobilità elettrica ed autonoma, della produzione dell'energia decentralizzata, della digitalizzazione dei rapporti tra amministrazione e cittadini è buona cosa smettere di buttare via soldi in maniera poco "smart". Risparmiare in bolletta sostituendo le lampadine non è certo un'operazione particolarmente intelligente ma questi tipi di investimento che puntano al risparmio energetico sono facili da realizzare e con tempi di rientro brevissimi sono sicuramente una delle prime mosse da fare per guadagnare sia in termini economici che ambientali. Da oggi finalmente tutti i semafori di Firenze hanno lanterne a LED ed entro il prossimo anno le avranno anche tutti i lampioni della città che ancora non è "smart" ma almeno non è più "bischera".
 
Comunicato stampa del comune:
 
Sostituita stamattina l’ultima lampadina ad incandescenza. Nardella: “Risparmiamo il 70% del consumo e miglioriamo la sicurezza”

Tutti gli impianti semaforici della città hanno le nuove lanterne a Led. E’ stata sostituita infatti oggi dal sindaco Dario Nardella l’ultima lanterna semaforica rimasta all’impianto di via Pietrapiana (angolo via Verdi), ed è stato così completato il progetto di ammodernamento dell’intero parco semaforico cittadino con nuove lampade a Led. Hanno partecipato anche l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti e il presidente di Silfi Spa Matteo Casanovi.
Tale intervento, che ha riguardato i semafori di tutta la città, è iniziato il 12 dicembre scorso ed è stato realizzato e completato in tre mesi di lavoro da Silfi con la collaborazione della Polizia municipale, che ha fornito il supporto operativo nelle fasi di spegnimento degli impianti, consentendo lavorazioni in sicurezza e senza intralcio alla viabilità.
“Risparmiamo il 70% del consumo, che moltiplicato per 3700 semafori è una quantità importante – ha detto il sindaco Dario Nardella – ma otteniamo un altro fondamentale risultato: miglioriamo la sicurezza degli automobilisti, perché poter vedere bene le luci di un semaforo, anche quando si ha il sole contro, significa avere maggiore sicurezza su strada”.
“Silfi sta completando l’opera di mettere luci al Led in città. Sui semafori – ha detto Matteo Casanovi, presidente di Silfi – in tutto abbiamo sostituito 2200 lampade su 3700 (1500 erano già a Led). La bolletta energetica passerà, solo per i semafori, da 250mila euro l’anno a 80mila euro l’anno. Con oggi questo intervento è terminato. Da settembre alla primavera prossima ci sarà inoltre la sostituzione di 33mila lampade a Led al posto di quelle a mercurio, a vapore di sodio e a incandescenza che ancora ci sono. Qui il risparmio stimato è di passare da 5,4 milioni attuali a circa a 3 milioni di euro di bolletta energetica comunale. Il bando per questa nuova gara è stato pubblicato per 9,8 milioni di euro, di cui 7 milioni arrivano da fondi europei. In tre anni – ha concluso Casanovi - si rientra dell’investimento fatto per una scelta ecologica, di risparmio e di maggior sicurezza dei cittadini”.
“Non solo i semafori, stiamo lavorando anche al rinnovo degli impianti di illuminazione pubblica” ha detto l’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti. “Una parte è già stata sostituita ma il grande intervento partirà a settembre - ha aggiunto - per avere tutti i lampioni nuovi nell’arco di un anno. Arriveremo, fra gli interventi fatti e quelli da fare, ad avere circa 40mila corpi illuminanti sostituiti in città ma manterremo quelli storici inalterati. Cambieremo anche il sistema del notturno – ha aggiunto Giorgetti – che oggi prevede che si spenga un lampione sì e uno no, eliminando le zone d’ombra, con tutte le luci accese ma abbassando la tensione e migliorando la sicurezza”.
I Led miglioreranno la continuità di esercizio delle segnalazioni luminose semaforiche, ridurranno il tasso di guasto oltre che i consumi energetici e le emissioni di gas serra, con ricadute positive sul sistema. In tutto sono state sostituite 2200 lanterne semaforiche (1500 delle 3700 presenti erano già state cambiate) che avevano lampade ad incandescenza (molte delle quali con più di 25 anni e non utilizzabili o convertibili alle nuove tecnologie), con nuove lampade a luce Led. Oggi le lanterne semaforiche in gestione a Silfi sul territorio comunale sono 3.700, tutte a luce Led con un consumo di 8 W ciascuna. Con un investimento di circa 300.000 euro si è giunti alla realizzazione di un parco semaforico cittadino tutto a tecnologia Led con rilevanti benefici in termini di sicurezza e con un risparmio energetico del 70 %, circa 170mila euro l’anno.
Silfi ha infine espresso un ringraziamento particolare alla Polizia municipale per la collaborazione prestata durante tutti i lavori, a conferma del forte legame di stima e fiducia professionale reciproca, consolidato da molti anni, che ha sempre garantito l'operatività di Silfi sul territorio per la gestione della mobilità con le migliori tecnologie, a vantaggio della sicurezza stradale. 

 

Cosimo Biliotti

Share

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 10 Aprile 2017 21:30 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

DEApress . 26 Giugno 2017
Riceviamo e pubblichiamo da Cgil Toscana:"Morto 19enne sul lavoro a Orbetello (Grosseto), Fuso (Cgil Toscana) e Renzetti (Cgil Grosseto): “Un pugno nello stomaco, non bastano lo sdegno e la condanna, occorrono cultura e rispetto del lavoro” Firenze,...
Paolo Ferrantini  . 26 Giugno 2017
Risorse umane e finanziamenti: le due condizioni necessarie per la sopravvivenza del terrorismo. Un'analisi estrapolata dall'esperienza di Naman Tarcha, giornalista siriano, conduttore e tv reporter, che da anni si occupa di Medio Oriente e mondo ara...
DEApress . 26 Giugno 2017
"Correvo pensando ad Anna” di Pasquale Abatangelo Presentazione alla Mensa occupata di Napoli   Alcune considerazioni sul libro di Vittorio Bolognese Pasquale ci racconta la sua storia, la storia dei NAP e della sua militanza nell...
Silvana Grippi . 26 Giugno 2017
Presentazioni del libro - LIBRERIE E CENTRI SOCIALI   Un libro che non ha nessuna pretesa ma che ci coinvolge attraverso il racconto di un uomo che ha lottato contro lo stato per un miglioramento sociale. Un esempio corale di lotta carceraria ...
Silvana Grippi . 23 Giugno 2017
    5x1000 al Centro D.E.A. è un benefit per la società L'Associazione D.E.A. onlus (Didattica-Espressione-Ambiente) lavora con volontari/e - fin dal 1987 - per una società migliore, libera e informata Destinarci il tuo 5X1000 per l...
Silvana Grippi . 23 Giugno 2017
Torna anche quest’anno il Festival del Corto e Mediamix giunto alla sua undicesima edizione, promosso dal Comune di Firenze - Quartiere 2 a cura dell’Associazione D.E.A.Si tratta di una rassegna internazionale di cortometraggi, documentari, video art...
Silvana Grippi . 23 Giugno 2017
Care lettrici e cari lettori, L'Agenzia di Stampa DEApress vi rigrazia per la vostra attenzione. Abbiamo inziato a pubbliare come DEApress era il 1997 (Reg. Trib. Firenze n° 4706 – 9/7/’97) per volontà del prof. Pio Baldelli docentre di Comunicazion...
Paolo Ferrantini  . 22 Giugno 2017
“RIVERSIDE PICNIC” by “Easy Living” Sabato 24 Giugno dalle 18 Spiaggetta sull’Arno “San Giovanni non vuole inganni!”. Nonostante il periodo poco felice obbliga alla prudenza, i fiorentini vorranno rispondere presenti alla celebra...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons