DEApress

Monday
Jun 25th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Manifestazione a Firenze in solidarietà alle vittime degli stupri

E-mail Stampa PDF

firenze.jpg

Foto di Silvana Grippi

Due stupri a Firenze: due americane e due "uomini delle forze dell'ordine".

Questa sera a Firenze una manifestazione partecipata di circa mille persone che hanno ribadito la volontà delle donne di non farsi prendere dalla paura, pronte a lottare contro sessismo e violenza, senza paura di denunciare sempre gli stupratori e di lottare per la libertà personale.

Al contrario di quanto piace ai Media, che parlano e sparlano, giustificano e mistificano, soprattutto quanto detto inutilmente sullo stupro, alla nostra redazione non piace parlare per fare notizia, lasciamo a giornalisti e politicanti, l'onere di giudicare con sfumature e differenze sull'accaduto.

Non serve "la notizia", l'azione parla da sola. Non serve l’età, nè la provenienza geografica delle vittime e/o carnefici, né cosa avessero fatto, bevuto o fumato nelle ore precedenti allo stupro. Uno stupro è uno stupro, che sia un italiano o uno straniero a compierlo, che sia una donna, una transessuale o una sex worker a subirlo, e per esso non possono esserci attenuanti o giustificazioni. 

La violenza sessuale non ha età, epoca o confini, né geografici, né domestici anzi, come sappiamo, è troppo spesso la famiglia uno dei suoi luoghi privilegiati. Lo stupro è sempre stato e resta uno dei più odiosi atti di oppressione sessista e chi arriva a commetterlo lo fa perché si ritiene legittimato da una posizione di forza e dominio, in quanto uomo, soldato, marito, padre o padrone, in questo caso i cosiddetti “tutori dell’ordine e della legalità”.

Il nostro sistema sociale, determinato con forza dai rapporti di produzione/oppressione e di sfruttamento capitalisti, è per sua stessa natura basato sul dominio di una classe sull’altra e, allo stesso tempo, dell’uomo sulla donna: il patriarcato. Tutti noi, donne e uomini, siamo nati e cresciuti all’ombra di questa “cultura”, ben alimentata dai mezzi di comunicazione, che si esprime con atteggiamenti sessisti, maschilisti e mentalità di prevaricazione, dove tutto, compreso il corpo femminile, viene mercificato, ridotto a “oggetto” del desiderio, umiliato e sfruttato per attirare più telespettatori o aumentare le vendite. Tutti dunque ne siamo condizionati, ma qualcuno più degli altri. dovrebbe rispettare le diversità, purtroppo coloro che sono autorizzati da un potere che della violenza detiene il monopolio e garantisce coperture ed immunità molto spesso fanno abuso  del loro agire.

In questo contesto è quasi naturale sia che gli stupri e la violenza sessista continuino quotidianamente a manifestarsi, sia che in ambito istituzionale e giudiziario si arrivi a mettere sotto accusa la donna che ha subito violenza. La tendenza generale è quella di mettere in dubbio la parola della vittima, colpevolizzarla perché non è stata attenta o addirittura se l’è cercata con atteggiamenti provocanti, fino all’assurda insinuazione che possa averlo fatto per squallidi motivi assicurativi come nel caso delle due studentesse americaneNon sempre è così, perché come è stato palese dopo gli stupri avvenuti a Rimini poco tempo fa, quando lo sdegno e l’indignazione sono funzionali ad un discorso politico razzista ed emergenziale, che permette di affinare gli strumenti di repressione e controllo necessari ad assicurare stabilità al sistema stesso, l’atteggiamento è completamente opposto, non si usa il condizionale ma si invocano ergastolo e punizioni esemplari. 

Assieme a noi in piazza c’erano ragazze e anziane di diversa provenienza tra cui anche universitarie americane che hanno raccontato la loro partecipazione. Studenti e studentesse, molti soggetti attivi, associazioni e Centri sociali,  una marea di gente che parlavano lo stesso linguaggio. Tanta meravigliosa gente disposta a rimettersi in discussione quando si parla dello stupro di gruppo. Tutte/i insieme contro il sessismo, l'omofobia e il patriarcato! 

 

21752097_1490521614388604_3626915536098241878_n.jpg

Share

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 18 Settembre 2017 15:51 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

DEApress . 25 Giugno 2018
..IL VERO DEGRADO?L'ABBANDONO DELLA MATERNA DI VIA VILLAMAGNA! La scuola materna di Via Villamagna rientrava nel piano di dimensionamento regionale: prima era comunale, nel 2017 fu statalizzata e soppressa perchè monosezione e accorpata con la Villa...
DEApress . 25 Giugno 2018
Il 5 Luglio alle ore 18,00 verrà inaugurata  presso la Saci Gallery di via Sant'Antonino la mostra "COLORE" di Linsday Mapes. I visitatori potranno visitare l'esposizione, che presenta una serie di dipinti dai colori vividissimi esplorand...
DEApress . 25 Giugno 2018
    Martedì 26 Giugno alle ore 20.30 presso Villa La Pietra, Limonaia, la New York University Florence nell'ambito della rassegna estiva The Season presenta "Saint Mary and The Spider", concerto di violoncello  e installazione arti...
Silvana Grippi . 25 Giugno 2018
Il Festival au Désert è un progetto musicale multicultyurale che dal 2010 ha realizzato una rete per la creazione contemporanea tra Africa, Mediterraneoed Europa, a partire dalla collaborazione tra il Festivali au Désert di Essakane (Mali) e la Fonda...
Silvana Grippi . 22 Giugno 2018
Venerdì 27 Luglio, alle ore 21, 30, la splendida cornice del Teatro Romano di Fiesole ospiterà la cerimonia del "Premio ai Maestri del Cinema", riconoscimento conferito dal Comune di Fiesole, dal Sindacato Nazionale dei Critici Cinematografici Ital...
Silvana Grippi . 22 Giugno 2018
  CastigliondiPrimavera saluta l’arrivo dell’estate Nell'affascinante borgo medioevale due giorni all'insegna del gusto e del benessere23-24 giugno Castiglione della Pescaia diventa vetrina per le eccellenze enogastronomiche, a...
DEApress . 22 Giugno 2018
        In occasiane della conferenza che si terrà il 22 Giugno 2018 dalle ore 16.00 alle ore 19.30, in Piazza della Repubblica 13-14Rosso presso il Caffè Letterario "Le Giubbe Rosse a Firenze si parlerà d...
Piero Fantechi . 22 Giugno 2018
Dal 10 luglio al 3 agosto 2018 LOCOMOTIVE JAZZ FESTIVAL “La Musica Cresce nelle periferie” Malika Ayane, Avion Travel, Dolcenera, Bungaro, Fabio Concato, Kurt Elling, Kenny Garrett, StefanoDi Battista eNicky Nicolai, NickThe Nightfly, Gilles Pet...
Antonella Burberi . 21 Giugno 2018
  Großer Steigender Reiter Grande cavalliere rampante, 1958 bronzo Zweckverband berufliche Schulen, Landshut   DAL 21 GIUGNO AL 7 OTTOBRE 2018, A FIRENZE, AGLI UFFIZI E AL GIARDINO DI BOBOLI, LA PIÙ GRANDE MOSTRA MONOGRAF...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons