DEApress

Thursday
Oct 19th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Responsabilità senza conseguenze

E-mail Stampa PDF

com_politica.jpg

Locandina dell'evento

Si è tenuto ieri martedì 26 settembre presso il Polo delle Scienze sociali di Novoli a Firenze un incontro dal titolo “Responsabilità senza conseguenze: uno sguardo all’etica politica attraverso gli occhi dei media” a cui ho partecipato con Silvana Grippi.

Incontro che dopo una lunga introduzione di uno studente, nonché coordinatore del Csx di Firenze, è sfumato in un dibattito al quale hanno preso parte il professore di comunicazione politica della facoltà di scienze politiche di Firenze Marco Tarchi e la giornalista di LA7 Alessandra Sardoni.

Gli argomenti affrontati durante la discussione sono stati i meccanismi di controllo del giornalismo e la trasparenza della politica, oggetto di analisi dell’ultimo libro di Alessandra Sardoni che ha colto l’occasione per presentarlo.

“Irresponsabili”, questo il titolo del libro, affronta vari temi politici “ma non con gli occhi di un esperto...” come ci tiene a sottolineare la scrittrice, ma soltanto dal punto di vista di una cittadina qualunque che rivendica la mancanza di assunzione delle proprie responsabilità da parte della classe politica.

Un titolo che non potrebbe essere più azzeccato e che allude quindi a una situazione vigente generale, senza nessun riferimento specifico a un determinato partito o a un determinato personaggio politico. E’ stato affrontato anche il tema riguardante il ruolo che i “mass media” svolgono oggi soprattutto in campo politico: vettori attraverso i quali si formano e si diffondono le idee politiche dei cittadini.

La comunicazione di massa è obbligata ad essere imparziale. La stessa cosa non può però essere chiesta alla politica e ai politicanti stessi: la politica è per sua natura il modello dell’anti-oggettività, è il luogo in cui ogni partecipante discute e porta avanti la propria idea, diversa da quella dei concorrenti , pensando che solo la propria sia quella giusta. La politica è il mondo della soggettività, i mass media dovrebbero essere invece il mondo dell’oggettività.

Come si evince dal titolo, il dibattito verteva però sulla responsabilità, o meglio sull’irresponsabilità, che i politici non si assumono più.

Dissimulare le cose e farle apparire come non sono, non ammettere i propri errori per evitare di perdere consensi tra l’opinione pubblica, cercare via di fuga o dividersi le responsabilità per non essere ritenuti gli unici colpevoli: sono questi i comportamenti comuni vigenti tra gli attori della politica, sempre più lavativi. Consociativismo e complottismo sono all’ordine del giorno.

E quando si fa riferimento al complottismo e soprattutto lo si fa in un’aula universitaria fiorentina viene spontaneo affrontare il caso dello scandalo dei concorsi universitari truccati, scandalo recente, che tra l’altro ha avuto luogo tra le aule adiacenti a quella in cui si svolgeva il dibattito, nella Facoltà di Giurisprudenza.

Tutti sapevano ma nessuno parlava, fino a quando un giovane ricercatore inglese vittima dei concorsi truccati non si è opposto a questa pratica corrotta, fin troppo comune nel nostro Paese. Philip Laroma Jezzi ha deciso di parlare, o meglio, di far parlare tramite una registrazione uno dei professori coinvolti nello scandalo, così da sollevare (per fortuna) un polverone e provare a mettere fine a questo modus vivendi.

Inciuci e raccomandazioni accadono da sempre e sempre accadranno, ma questo caso è diverso, è più grave: qui ne vanno di mezzo la meritocrazia e i sogni di ragazzi volenterosi, non bamboccioni o pigri come troppo spesso sono stati definiti da chi, forse, è più lavativo di loro.

Share

Ultimo aggiornamento ( Martedì 17 Ottobre 2017 09:47 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

massimo.pieraccini . 19 Ottobre 2017
Un'esperienza multisensoriale tra cultura sapori e profumi è quella che ti può regalare una serata al Fulin! Il ristorante cinese che ha saputo portare in riva all'Arno la cultura dell'antico oriente, divenendo uno dei ristoranti asiatici più ricer...
Stefania Parmigiano . 18 Ottobre 2017
San Gennaro che allontana i fulmini dalla città di Onofrio Palumbo - Chiesa della Santissima Trinità (all'interno dell'Ospedale dei Pellegrini)  Foto di Stefania Parmigiano Il concetto di pronto soccorso in Toscana è profondamente d...
Antonella Burberi . 18 Ottobre 2017
Firenze, Museo Archeologico Nazionale – La mostra Pretiosa vitrea, l’arte vetraria antica nei musei e nelle collezioni private della Toscana, visitabile dal 17 ottobre 2017 al 29 gennaio 2018, nasce dalla volontà del Museo Archeologico Nazionale di F...
DEApress . 17 Ottobre 2017
Il socialismo bolivariano non ha una buona stampa in Italia e nemmeno nel resto d'Europa. Per giorni è lanciato in prima pagina, attaccato con le più grandi bugie, poi viene consegnato al silenzio quando dimostra nei fatti di essere un "esperimento...
Riccardo Fratini . 17 Ottobre 2017
Il voto di Vienna ha dato la sua preferenza a destra. Una scelta che si allontanna dal pensiero europeo avvicinandosi allo scettiscismo di chi dispone una chiusura mentale di fronte al progetto di una Europa globalizzata. Certo se per "Europa global...
L'AltopArlAnte . 16 Ottobre 2017
  Il fascino di un racconto estemporaneo e leggendario viene rivestito di un sound ibrido che alterna musica classica e prog per un risultato del tutto innovativo ed accattivante. “Il Distacco” è un brano che racconta l’evento epico della separazi...
DEApress . 16 Ottobre 2017
I premi al miglior medio e corto sono andati rispettivamente a “On the Edge of Life” di Yaser Kassab (Siria) e “Duelo” di Alejandro Alonso Estrella (Cuba). La targa Gian Paolo Paoli va a “Maman Colonelle” di Dieu...
DEApress . 16 Ottobre 2017
“La via Sonora – Musica che urla”| Associazione Musica a Traverso LA VIA SONORA è il progetto pilota che attraverso una serie di eventi affronta il tema dei diritti umani usando l’arte e la musica in particolare. MUSICA CHE URLA focalizza l’atten...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons