DEApress

Monday
Feb 19th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Morte in Santa Croce a Firenze

E-mail Stampa PDF

santa_croce_2.jpg

Un fiore lasciato in ricordo davanti alla porta della Basilica
 
La Basilica di Santa Croce a Firenze oggi venerdì 20 ottobre rimarrà chiusa in segno di lutto.
Proprio ieri infatti durante una visita pomeridiana, un capitello caduto da 30 metri ha colpito e ucciso sul colpo un turista spagnolo in visita alla famosissima Basilica con la moglie, con la quale aveva deciso di trascorrere le vacanze proprio nel capoluogo toscano. Come riporta l'ANSA, tutto è accaduto nel primo pomeriggio, verso le 14:30: il grosso frammento è caduto con precisione chirurgica proprio fra il capo e il collo del 52enne spagnolo, e la gravità della situazione è stata evidente fin da subito. Mentre i custodi accorrevano sul posto, i turisti venivano fatti uscire da una porta secondaria e la Chiesa è stata immediatamente chiusa al pubblico per consentire lo svolgimento dei rilievi fuori dagli occhi indiscreti di una folla di curiosi, attirati dalle auto delle forze dell'ordine. Sul posto sono arrivati i medici del 118, che hanno provato a lungo manovre di rianimazione, ma purtroppo ogni tentativo è stato vano. Accorsi assieme al personale medico anche gli agenti della polizia municipale a cui sono state affidate le indagini, condotte anche con l'aiuto della scientifica della polizia, impegnata fino a tarda serata nei rilievi.

 

Alcune persone sono rimaste sotto choc, tra le quali un custode in servizio che avrebbe accusato un malore, e la moglie del turista, che impotente ha visto tutta la scena: per assistere la donna è accorsa sul posto anche una psicologa specializzata.
A staccarsi, secondo i primissimi rilievi, sarebbe stato un «peduccio», cioè una mensola in pietra che stava sotto la trave e che non avrebbe alcun valore storico. A provocare il distaccamento dell’elemento in pietra sarebbe stato, nel tempo, probabilmente il peso della trave stessa, come riporta il Corriere Fiorentino. Il capitello caduto aveva una dimensione di circa 40 cm e si trovava all'altezza della terza cappella gentilizia nel transetto di destra, spiega una guida turistica che si trovava sul posto al momento dell'incidente.
 
Nessuno si spiega come sia potuto accadere, dato che controlli sulla superficie erano stati eseguiti anche nei giorni precedenti, come ci tiene a far sapere all'ANSA il segretario generale dell'Opera di Santa Croce. "Solo una settimana fa avevamo impiegato un elevatore per pulire in altezza le vetrate nella parte della Basilica dove oggi è avvenuta la tragedia. Ne avevamo approfittato, come facciamo di solito, anche per effettuare un controllo sulle superfici di quella zona. Tutto era risultato regolare".
La Presidente dell'Opera di Santa Croce, raggiunta dal Sole 24 ore, esprime cordoglio per la vittima e per i familiari a nome di tutto l'ente e ci tiene a far sapere che una cosa del genere non era mai successa prima nella storia della Chiesa e che, tra l'altro, la zona in cui il capitello si è staccato era stata interamente ristrutturata. Anche il sindaco di Firenze ha espresso tramite un tweet tutto il suo dispiacere per la morte del turista spagnolo.
La procura di Firenze ha aperto un'inchiesta per omicidio colposo.
santa_3.jpg
 
Un esempio di colonna con foglie ornamentali

Share

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 20 Ottobre 2017 15:07 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 19 Febbraio 2018
             ONLUS                                      Forum AMBIENTE Località Palagione, Via Volterrana 50050...
DEApress . 19 Febbraio 2018
FOOD FOREST CAMPING Corso residenziale teorico pratico di progettazione e realizzazione (in parte) di una food forest di 60 metri per 10 che includerà una serie di piccole piazzole per campeggiare completamente autonome da un punto di vista idric...
Piero Fantechi . 19 Febbraio 2018
Università di Firenze, Architettura si racconta Fino a venerdì 23 “Dida Research Week”, incontri con docenti e ricercatori Città collegate da piste ciclabili sopraelevate, spazi di coabitazione, design a prova di terremoto. Dove sta andando l’a...
Piero Fantechi . 19 Febbraio 2018
Giovedì 22 febbraio, dalle ore 19.30, a Siena lo spazio di Cacio & Pere ( via dei Termini 70) ospita un appuntamento all’insegna delle contaminazioni culturali La non violenza come risposta alla guerra: a Siena i fotografi di Life in Syria pre...
Silvana Grippi . 19 Febbraio 2018
Work in Progress DEA - Free Entry   Eccovi le iniziative in programma marzo-aprile 2018 Corsi, Seminari e Laboratori Storia della Fotografia, Montaggio Video. Grafica: Adobe photoshop (post produzione e Adobe Indesign (editing) Eventi Acc...
DEApress . 19 Febbraio 2018
    Il Centro Studi DEA onlus ha finito il lavoro di Ricerca sulla pubbliczione "Processo Batacchi". Atti a cura di G. Nerbini, Editore -1900. 10 centesimi - Note e commenti di Eugenio Ciacchi. Hanno collaborato: Gianni Bro...
Fabrizio Cucchi . 19 Febbraio 2018
  Ci sono molte esperienze, in vario grado “incomunicabili”, ossia esperienze che non possono essere efficacemente descritte a chi non le ha provate. L’esperienza della detenzione è tra queste. Salvatore Ricciardi, il quale è passato attraver...
Silvana Grippi . 19 Febbraio 2018
Una città che vive ai margini: Firenze   Fotonarrazione di Silvana Grippi       Fot. 1 Futuro deserto     Foto 2 - L'angelo vendicatore           Foto 3 - Bar fallito &nbs...
Lara Fontanelli . 19 Febbraio 2018
  VERI Volontari negli Ecovillaggi della Rete Italiana ·  PANTA REI Il progetto Panta Rei nasce con la volontà di recuperare un’area agricola abbandonata e degradata, ma con forti potenzialità. L’idea m...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons