DEApress

Tuesday
Oct 23rd
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Il caso Weinstein, punto di partenza o specchio per allodole?

E-mail Stampa PDF

E' di ieri la notizia della sentenza della grand jury statunitense, una giuria composta da cittadini estratti a sorte che ha il compito di esaminare le prove e stabilire se siano sufficienti a formulare un capo d’accusa, che incrimina l'ex produttore cinematografico Harvey Weinstein, accusato da diverse donne negli scorsi mesi di stupro e altri abusi sessuali.
II caso del mogul è diventato l'emblema di quel triste filone di scandali sessuali, accuse diviolenze e molestie, dibattiti e processi mediatici  che ha travolto il mondo di Hollywood coinvolgendo diverse stelle del cinema e addetti ai lavori.

Lungi da me, per l'appunto, fare processi mediatici e  sentenziare sui fatti specifici. Per quello, come si è visto, ci sono organi e sedi apposite. L'unica sentenza che conta, per quanto mi riguarda, è che chiunque sia colpevole di atti di violenza, molestie, disrispetto vada necessariamente punito.

E' interessante però analizzare le reazioni di media e pubblico alla vicenda. Le due opinioni predominanti, ho riscontrato, sono quelle di chi sostiene che si tratti di una svolta epoocale, di un colpo netto al sessismo, di un nuovo, grande passo verso la tutela femminile, e chi invece pensa che sia solo un grande specchio per allodole. Vicende strumentalizzate sull'altare del moralismo e del politically correct che provocheranno un cambiamentp, citando il Gattopardo, al fine di non cambiare nulla.

Personalmente, mi trovo in una sorta di limbo tra le due. Se da un lato fidarsi di Hollywood, luogo dove notoriamente gli scheletri escono dall'armadio solo se hanno uno scopo e un proposito, che quasi sempre coincide con soldi, denaro e potere, viene oggettivamente difficile, e porsi domande sulla fuga di notiziie e le incriminazioni sia lecita, dall'altro lato la lotta alla violenza, il cambiamento, e il fermare quel tipo di disgustosi comportamenti da qualche parte devono necessariamente partire. In questo senso, il messaggio che lascia questa vicenda, che non importa chi tu sia, quanto soldi abbia, dove lavori, violenza e molestie non possano essere tollerate e scusate per nessun motivo e in nessun modo, non può che essere positivo, e deve necessariamente essere incentivato e condiviso.

Non dev'essere un punto di arrivo , però. Non deve dare l'illusione di avere eliminato il problema facendosi accecare dalla grandezza dei nomi o dal bombardamento mediatico. Il problema c'è, esiste, va combattuto, e non si limita ai nomi che sono usciti. Ancora tanti sono nascosti. Forse, e questo sarà chi di competenza a deciderlo, colpevoli di cose anche più gravi di quelli che sono stati accusati.

Passi avanti sono stati fatti, molti altri devono ancora essere fatti. E per farlo, è necessario il contributo di tutti. Delle vittime, perchè non abbiano più paura di parlare e denunciare, della società, perchè non smetta mai di sensibilizzare e condannare i comportamenti molesti, della giustizia, perchè sappia valutare e giudicare nel modo corretto

http://www.ansa.it/sito/notizie/topnews/2018/05/31/weinstein-incriminato-per-stupro_5602fc54-9195-4e24-a4b6-ccb326373ca7.html

https://www.ilpost.it/2018/05/31/harvey-weinstein-incriminato-stupro/

Share

 

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Piero Fantechi . 22 Ottobre 2018
A San Miniato al Monte si commemora Carlo Lorenzini La recente inaugurazione della mostra “Gernika” nella cripta della Basilica di San Miniato al Monte, precede di pochi giorni un anniversario molto importante: i 128 anni trascorsi dalla morte di C...
Piero Fantechi . 22 Ottobre 2018
POCA CONSAPEVOLEZZA DEI RISCHI DA PARTE DELLE IMPRESE ITALIANE. Grazie al progetto europeo “Life Derris” e al Coordinamento Agende 21 locali italiane, nasce una community di enti locali impegnati a supportarle nella prevenzione e nella riduzion...
Piero Fantechi . 22 Ottobre 2018
L’Associazione “Per Boboli” organizza martedì 30 ottobre 2018 alle 17.30, presso il Teatro del Rondò di Bacco (Piazza Pitti, 1 - Firenze), la conferenza “Il giardino inglese attraverso gli occhi di Jane Austen. Tra wilderne...
Piero Fantechi . 22 Ottobre 2018
  SUCCESSO DI DIDACTA ITALIA 2018 Nella seconda edizione della fiera sulla formazione +23% di biglietti venduti, oltre 23.000 partecipanti a seminari ed eventi, 130 giornalisti accreditati. Più di 100.000 persone raggiunte sui social Firenz...
Silvana Grippi . 20 Ottobre 2018
Tratto da Umanità nuova  Giovanna Caleffi (1897-1962) e Maria Luisa Berneri (1918-1949) sono conosciute come “moglie di” e “figlia di” Camillo Berneri, noto intellettuale antifascista e militante anarchico assassinato dai ...
Piero Fantechi . 19 Ottobre 2018
Ecco i nuovi servizi dell'Archivio fotografico DEApress - Nel nuovo Laboratorio saranno disponibili tessere sconto per soci a partire da Lunedì  Self Service con voce per l'autoproduzione (con spiegazioni vocali). Centro Sociocultural...
Piero Fantechi . 19 Ottobre 2018
Proseguono le iniziative del Centro Socioculturale D.E.A.onluspreviste per il mese di ottobre
Silvana Grippi . 19 Ottobre 2018
La ns. Associazione ha deciso di rivolgersi a giovani e adulti per iniziare a far conoscere DEApress. Eccovi le Giornate di Formazione per giovani che vogliono scrivere in un giornale web. Ogni mese organizzeremo tre mattine per aspiranti volontar...
Silvana Grippi . 19 Ottobre 2018
Sabato 20 Ottobre alle ore 18,00 nei locali del Centro Socioculturale D.E.A.onlus - Firenze Via degli Alfani 16/r PRESENTAZIONE E LETTURE DEL LIBRO: IL PROCESSO BATACCHI

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons