DEApress

Monday
Aug 20th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Immigrato ucciso nel Vibonese

E-mail Stampa PDF

 

 

 

maliano.jpg

 

Sacko Soumali, ventinovenne, del Mali, ha perso la vita, ucciso da un uomo italiano che ha sparato su tre giovani africani: è avvenuto in località Ex Fornace, a San Calogero, dove i tre giovani immigrati vivevano e lavoravano, Sacko è morto sul colpo mentre più fortunati gli altri due, usciti lievemente feriti dall'attacco.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, i tre si trovavano in un vecchio capannone abbandonato per prendere alcune lamiere da utilizzare nella baraccopoli vicino a San Ferdinando,  dove vivono i lavoratoori ella campagna circostante. A quel punto, racconta Drane Maoiheri, uno dei superstiti, un uomo è sceso da una vecchia Fiat Panda biianca fermatasi li di fronte e ha aperto il fuoco sparando contro i migranti quattro volte.

Sacko Soumali è stato colpito alla testa da alcuni pallettoni sparati con il fucile. Inutile il trasporto d'urgenza all'ospedale di Reggio Calabria: l'uomo è deceduto poco dopo il ricovero. 

Teatro della tragedia una vecchia fornace nel comune di San Calogero, a pochi chilometri dalla tendopoli dove i tre risiedevano. Una struttura abbandonata dopo che, una decina d'anni fa, fu sequestrata nell'ambito di un'inchiesta della Procura di Vibo Valentia perché nel suo sottosuolo sarebbero state stoccate illecitamente oltre 135 mila tonnellate di rifiuti pericolosi e tossici.

La vittima, Sacko, era regolare in Italia, come gli alri due che erano con lui; era arrivato in Italia prima del 2010 ed era in prima fila nelle lotte dell'Unione Sindacale di Base per i dirittisociali  e sindacali dei braccianti, per lunedì è stato proclamato uno sciopero dei braccianti della Piana di Gioia Tauro.

Ancora una volta un atto di razzismo! 

 

 

 

 

Share

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 06 Giugno 2018 14:37 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 18 Agosto 2018
  Firenze, Palazzo Vecchio ore 11.30 Tanti auguri a Lara e Roberto per il loro matrimonio
Silvana Grippi . 17 Agosto 2018
La musica degli anni settanta e Claudio Lolli - due ricordi indelebili "siamo noi a far bella la luna..riprendiamoci la vita, la terra, la luna e l'abbondanza..." Claudio Lolli è nato a Bologna il 28 marzo 1950 è morto oggi...
Silvana Grippi . 17 Agosto 2018
In Sudan le vie stradali molto spesso non sono percorribili a causa delle piogge e quindi in alternativa come mezzo di trasporto c'è la piroga. Questa volta purtroppo la situazione è stata fatale a ventiquattro bambini che stavano andando a scuola e ...
Marco Ranaldi . 16 Agosto 2018
  Sembra ferma l'acqua chiara, ma si muove piano piano. Incomincia a fremere, ha voglia di correre. Vibrazioni dell'anima, che incomcio a conoscere. Emozioni semplice, che comunque abituano la nostra età ad andar sempre dove il cuore vuol...
Silvana Grippi . 16 Agosto 2018
Tante sono le domande che dobbiamo porci dopo questa tragedia dei ponti che cadono ma, secondo me, la più importante è:. Come si fa a costruire dei ponti in calcestruzzo armato senza verificare quanti anni potranno durare?   Guardiamo insieme...
Silvana Grippi . 16 Agosto 2018
Aretha Louise Franklin ci ha lasciato!   Nata a Memphis, 25 marzo 1942 ha iniziato a cantare all'età di 15 anni ed è diventata un simbolo della musica gospel, soul e R&B. Possiamo considerarla una cantautrice e brava pianista, era sopra...
Silvana Grippi . 14 Agosto 2018
14 agosto ore 12.00 - Un disastro dell' ultima ora - Oggi alle 11.00 circa sull’A10 Genova è crollato il ponte Morandi, ha ceduto il viadotto che attraversa il tratto autostradale ligure. Ora si stanno cercando le vittime dopo si cercheranno le res...
Silvana Grippi . 14 Agosto 2018
  L’ultimo muro dipinto da Zed1 a Montegranaro per Veregra Street Festival, porta il titolo  di ‘Un viaggio per le stelle’.        Così come Zed1 ci ha insegnato, i suoi muri non sono mai semplici disegni, ma fant...
DEApress . 13 Agosto 2018
Carissimo, quella di Sant'Anna non fu l'ultima mascalzonata degli americani, che si trovavano a quel punto a Pisa. Se avessero voluto, in mezz'ora sarebbero arrivati in Versilia. L'11 agosto liberarono Firenze, il 12 lasciarono che i tedeschi ammazz...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons