DEApress

Friday
Nov 24th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

GIOVANNI BOLDINI, La stagione della Falconiera

E-mail Stampa PDF

alt

Pistoia, Musei dell’Antico Palazzo dei Vescovi - la mostra GIOVANNI BOLDINI , La stagione della Falconiera (9 settembre 2017 – 6 gennaio 2018), si inserisce negli eventi previsti per Pistoia Capitale Italiana della Cultura ed è visitabile presso il Museo dell’Antico Palazzo dei Vescovi, curata da Francesca Dini con la collaborazione di Andrea Baldinotti e Vincenzo Farinella.

L’esposizione, voluta dalla banca del Gruppo Intesa Sanpaolo, come evento culturale di spicco nel 2017, si è ispirata ad un ciclo di pitture murali a tempera che Giovanni Boldini ha eseguito durante il suo periodo toscano sul finire degli anni sessanta dell’Ottocento, presso Villa La Falconiera, che apparteneva allora alla mecenate inglese Isabella Falconer.

Di queste pitture murali, dopo l’esecuzione del 1868, si perse memoria, anche se rappresentano un “unicum in Europa” non solo in relazione alla produzione artistica di Boldini, ma anche della corrente “macchiaiola” al quale l’artista aderì – anche se in modo personalissimo – prima del suo trasferimento a Parigi nel 1871 dove sarà famoso e ritenuto il più importante ritrattista internazionale e icona stessa della Belle Epoque.

La riscoperta delle pitture si deve a Emilia Cardona Boldini, giovane e vedova e biografa del maestro che alla fine degli anni Trenta del Novecento iniziò la ricerca delle pitture murali nel centro Italia, a cui Boldini aveva lavorato in epoca giovanile e di cui le aveva parlato. Purtroppo le informazioni non erano precise in quanto non ricordava il nome della città, solo che iniziava sicuramente con la lettera “P”.

Emilia arriva a Villa La Falconiera inseguendo anche voci non molto precise e, sul momento di andarsene, delusa di non aver trovato niente, venne attratta da una stanza usata come rimessa per attrezzi agricoli, riconoscendo le pitture, anche se il contesto era molto diverso dall’originale sala da pranzo.

La vedova di Boldini acquistò nel 1938 la villa e vi trasferì tutti gli oggetti del pittore , è stato poi eseguito il distacco dai muri della vitta nel 1974, il restauro e la collocazione nel Palazzo dei Vescovi a Pistoia.

Del periodo macchiaiolo di Boldini sono esposte sedici opere realizzate durante la permenenza in Toscana, dal 1867 al 1871, provenienti da collezioni private e musei pubblici.

Anticopalazzodeivescoviperalaboratori.com

Tel. 0573/369275 consigliata prenotazione

Share

 

Concorsi & Festival

Ultime Nove

DEApress . 24 Novembre 2017
  E' in uscita il libro "Riflessioni sul Mediterraneo" - Atti del convegno e mostra fotografica organizzati nel 2016 presso l'Accademia La Colombaria dall'Archivio Storico DEA onlus e SDIAF. Potrà essere richiesto o acquistato nei punti vend...
DEApress . 24 Novembre 2017
Vi proponiamo una interessante iniziativa fotografica. Il workshop si può prenotare fin da ora!!    
DEApress . 24 Novembre 2017
  "RI-COSTRUENDO evidenzia la necessità di rinnovamento continuo dei luoghi urbani finalizzandone sempre più l’uso al fluire degli stili di vita e perfezionandone la resistenza agli eventi naturali e alle dinamiche dello sviluppo".  ...
DEApress . 24 Novembre 2017
Prosegue la diffusione del libro di Pasquale Abatangelo "Correvo pensando ad Anna".   Nell'area fiorentina il volume è gia acquistabile presso le seguenti Librerie: Libreria Majakovskij c/o CPA FI-SUD - Via Villamagna 27/a - Firenze C...
DEApress . 24 Novembre 2017
  Prosegue la mostra fotografica di Silvana Grippi con la collaborazione dell'Associazione SELMA "Cartografia e Ipotesi museale: Oggetti d'uso quotidiano nel Sahara". La mostra sarà visibile anche per le scuole fino al 10 Dicembre 2017 pres...
DEApress . 24 Novembre 2017
Lorenzo Bastida legge e commenta: Il Purgatorio di Dante. In memoria di Vittorio Sermonti. Con letture di Elisabetta Mari e Cinzia Calamai. Musiche di Domenico Luca Longo e Volfango Dami Regia di Massimiliano Paggetti Tecnico Audio Carlo Sonsu...
L'AltopArlAnte . 23 Novembre 2017
  Gli artisti di punta dell’etichetta si uniscono per un progetto che, con totale semplicità e senza gli schemi preconfezionati dettati dall’industria musicale, vuole traghettare un messaggio teso a valorizzare i veri valori della vita. “Brivido s...
L'AltopArlAnte . 23 Novembre 2017
  Un sound fortemente influenzato dal rock d’autore d’impronta americana si fa perno di un percorso narrativo che, ponendo le proprie radici nella letteratura e nel cinema d’oltreoceano, sa coniugare a perfezione ricchezza di contenuti e capacità d’...
L'AltopArlAnte . 23 Novembre 2017
  Il secondo singolo estrapolato dall’album di prossima uscita “Do di matto”, attraverso un sound psichedelico anni ’70, racconta le varie sfumature di un amore profondo ma insano. Come dice il titolo stesso la canzone narra di un amore tormentato...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons