DEApress

Monday
May 21st
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Tessuto e ricchezza a Firenze nel Trecento. Lana, seta, pittura

E-mail Stampa PDF

alt

Giovanni Baronzio

Il Battesimo di Cristo

1330-1335

Tempera su tavola

Washington D.C., National Gallery of Art, Samuel H. Kress Collection 1939.1.131

Firenze, Galleria dell’Accademia - Dal 5 dicembre 2017 al 18 marzo 2018 sarà visitabile la mostra Tessuto e ricchezza a Firenze nel Trecento. Lana, seta, pittura ideata e curata dalla Direttrice Cecilie Hollberg, con l’obiettivo di far conoscere l’importanza dell’arte tessile a Firenze nel Trecento, sia dal punto di vista economico che nel campo della produzione artistica e nei costumi della società del tempo.

I prodotti fiorentini, per la qualità della lana e poi anche della seta, erano richiesti sia dai paesi del vecchio continente, dalla Spagna, dalla corte di Praga, ma anche dal lontano Medio Oriente, dall’Asia, dalla Sicilia fino al mar Baltico.

Si trattava di un fenomeno di straordinaria diffusione geografica e di prestigio senza eguali.

Le grandi corporazioni del settore, della Lana e della Seta, l’Arte di Calimala e di Por Santa Maria, oltre ad essere strutture portanti dell’economia della città fino a rappresentare un largo ceto della ricchezza fiorentina, divengono autentici detentori del potere politico nonché straordinari committenti d’arte.

Gli artigiani e i pittori, in particolare, trovarono ampia ispirazione dalle stoffe e dalla moda del tempo, tanto da “trasferire” le lussuose trame dei tessuti nelle tavole e negli affreschi custoditi in città così come sarà possibile riscontrare nelle sfavillanti opere tessute e dipinte che saranno visibili nell’esposizione.

Un “pezzo” importante della mostra è il prestito concesso dal National Museum di Copenhagen: un “vestitino” in lana confezionato sulla metà del XIV secolo per una bambina e recuperato dagli archeologi in Groenlandia La realizzazione di questo indumento si pone idealmente come l’inizio del moderno concetto di “moda”, un settore trainante dell’economia italiana e fiorentina.

Opera importante, restaurata appositamente per la mostra: il grande Crocifisso del tardo Duecentoappartenente alla Galleria dell’Accademia che , con il raffinato motivo decorativo del tabellone centrale testimonia la ricchezza delle stoffe islamiche più antiche, riscontrabili in alcuni tessuti presenti in Spagna alla metà del Trecento.

La mostra, è promossa dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo con la Galleria dell’Accademia di Firenze.

Info e prenotazioni: Firenze Musei 055/294883

firenze.musei@operalaboratori.com

Sito web

www.galleriaaccademiafirenze.beniculturali.it

alt

 

 

Veste infantile
Groenlandia, metà del XIV secolo

Lana

Copenaghen, Nationalmuseet

Share

 

Concorsi & Festival

Ultime Nove

massimo.pieraccini . 21 Maggio 2018
     A Firenze cade un albero sopra un pullman in transito sul lungarno del Tempio.Fortunatamente nessuna vittima, solo qualche ferito, persone presenti sul posto fin dal momento dell'accaduto dicono non gravi. Un grosso tiglio si è abbattuto, p...
DEApress . 21 Maggio 2018
Martedì 22 Maggio 208 alle ore 16.30 presso la sala Comparetti della Biblioteca Umanistica dell'Università degli studi di Firenze si terrà l'evento organizzato in collaborazione con la Fondazione In Fiore "Psicologia e provocazione in versi". Per l'o...
Silvana Grippi . 21 Maggio 2018
Archivio fotografico DEApress - 2017 - Foto di Silvana Grippi Un personaggio soprendente Giuliano Scabia. Nato a Padova dopo la laurea ha insegnato al DAMS di Bologna, ora vive a Firenze dove scrive e ancora progetta testi teatrali. Possiamo defin...
Silvana Grippi . 21 Maggio 2018
  Mario Lovergine - Foto di silvana grippi/Archivio DEApress   Mario Lovergine è docente presso l'Accademia ISIA di Firenze.. Vive e lavora a Firenze. Da giovane ha studiato a Bari e a Firenze e successivamente si è trasferito per alc...
Silvana Grippi . 21 Maggio 2018
Silvana Grippi . 21 Maggio 2018
DEApress - Archivio storico presenta   "Attori,  Registi, Politici e Gente comune..."  Personaggi fotografati da Silvana Grippi "Questi personaggi rappresentano una piccola parte dell' ampio ventaglio di "gentes" a cui ho rubato...
Silvana Grippi . 18 Maggio 2018
L'Associazione D.E.Aonlus in collaborazione con l'Agenzia di Stampa DEApress (Archivio Storico) sta creando un inventario sommario con la catalogazione della serie ordinata di tutti i lavori acquisiti (prodotti e donati) sia per implementare che per ...
Piero Fantechi . 18 Maggio 2018
Un flashback dall' Archivio Storico DEApress Firenze,Teatro Sashall (ex Teatro Tenda), 1991   ph. Silvana Grippi
Piero Fantechi . 18 Maggio 2018
Ecco i nuovi quaderni autoprodotti da DEAart

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons