DEApress

Wednesday
Oct 17th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

La personale di Vincenzo Frattini a Ischia

E-mail Stampa PDF

Riceviamo e pubblichiamo:
"AL CASTELLO ARAGONESE D’ISCHIA (NA) DAL 28 APRILE AL 17 GIUGNO 2018 LA PERSONALE DI VINCENZO FRATTINI "La dipendenza sensibile alle condizioni iniziali" A cura di Valeria D’Ambrosio.
L’esposizione presenta diciassette tra opere a parete, sculture, installazioni e video che tracciano l’evoluzione degli ultimi dieci anni di lavoro dell’artista salernitano.
Il Castello Aragonese d’Ischia (NA) ospita dal 28 aprile al 17 giugno 2018 la personale di Vincenzo Frattini (Salerno, 1978) dal titolo La dipendenza sensibile alle condizioni iniziali.
L’esposizione, a cura di Valeria D’Ambrosio, promossa e organizzata dagli Amici di Gabriele Mattera, e in collaborazione con la Galleria Giovanni Bonelli, presenta diciassette tra opere a parete, sculture, installazioni e video, che tracciano l’evoluzione degli ultimi dieci anni della pratica dell’artista salernitano.
La mostra trae ispirazione dalla teoria scientifica del caos reinterpretando, da un punto di vista estetico e tecnico, i complessi meccanismi che governano le leggi naturali nel tentativo di rintracciare lo scorrere della vita umana e di fornire un’esperienza diretta della realtà, attraverso la relazione sensibile tra forma e colore.
Il perno concettuale è la nozione di “Dipendenza sensibile alle condizioni iniziali” teorizzata dal meteorologo Edward Lorenz, ossia quel concetto per cui un minimo spostamento di molecole d’aria in un dato luogo può provocare, a distanza di tempo e spazio, un evento di portata estremamente maggiore. Meglio nota come The Butterfly Effect, tale teoria si basa su un attento studio dei sistemi complessi e apparentemente caotici che ha portato alla definizione di un punto di vista nuovo e positivo sul caos, inteso come informazione massima, come fonte e presenza di tutto, piuttosto che come assenza di ordine.
Ed è in quest’ottica che l’esposizione aspira a reinterpretare la teoria del caos tramite le arti visive, attraverso un approccio antologico alla produzione di Frattini. L’allestimento, che per la prima volta supera i confini tradizionali della Chiesa dell’Immacolata per espandersi verso luoghi meno canonici ma ugualmente suggestivi del Castello, vede susseguirsi le opere in un variegato gioco di sospensioni che restituiscono una visione globale ma diversificata della pratica dell’artista.
Se lo spazio della chiesa sconsacrata si pone, infatti, come sintesi della sua intera produzione, il Cimitero delle Clarisse, i cortili, gli scorci sul mare e persino le prese d’aria del Castello si presentano progressivamente come una naturale scenografia in cui tentare di definire un paradigma artistico di quel disordine ordinato che è la vita.
Ischia (NA), aprile 2018
VINCENZO FRATTINI. La dipendenza sensibile alle condizioni iniziali
Ischia (NA), Castello Aragonese d’Ischia (via Pontile Aragonese)
28 aprile - 17 giugno 2018
Inaugurazione: sabato 28 aprile, ore 19.30
Orari: tutti i giorni, dalle 9.00 alle 18.30
Informazioni Tel: +39 081 99 19 59; info@castelloaragonese.it "

Share

 

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Fabrizio Cucchi . 17 Ottobre 2018
Lunedì scorso, il sito web della BBC (1) riportava la notizia della riapertura delle principali arterie stradali che collegano la Siria con la Giordania e con la zona delle alture del Golan, occupate da Israele. La riapertura delle frontiere segnala ...
Silvana Grippi . 17 Ottobre 2018
  Una storia infinita di tante esperienze di viaggi  Era un giorno caldo e polveroso ma l'atmosfera faceva dimenticare tutta la fatica che avevamo fatto per arrivare in uno dei villaggi dogon (Mali). Era appena piovuto e verso l'imbru...
DEApress . 17 Ottobre 2018
Associazione D.E.A.onlus - Centro Studi e Archivio    18 ottobre 2018 Silvana Grippi  presenta il Docufilm UNA PAUSA DELL’ANIMA di Francesca Elia c/o Centro sociale Evangelico Via Manzoni 19 - Firenze    ...
Piero Fantechi . 17 Ottobre 2018
Bluombre musica in breve… Partiamo subito mettendo le cose in chiaro: Bluombre musica non è il nome di una band o di un cantante solista ma è un progetto musicale. L’idea è di Giuseppe Tumolo il quale è anche autore e compositore. L’obbiettivo è ...
Piero Fantechi . 17 Ottobre 2018
Mille persone per Twelve Contemporary Hours Grande affluenza al Museo Novecento per la Giornata del Contemporaneo di sabato 13 ottobre Tutto esaurito per le visite guidate, i reading e gli incontri che dalle 11 del mattino alle 11 di sera hanno ...
Piero Fantechi . 17 Ottobre 2018
  Franco Ionda incontra Giovan Battista Naldini, al via a Palazzo Pretorio “Punti di vista”, gli artisti contemporanei pratesi raccontano la collezione Primo appuntamento sabato 20 ottobre alle 16,30. Le date della rassegna fino a dicembre, n...
Piero Fantechi . 17 Ottobre 2018
Scuola e formazione, l’Università di Firenze protagonista a Didacta Italia In primo piano servizi e prodotti innovativi degli spin off, laboratori di divulgazione scientifica di OpenLab e le proposte didattiche del Sistema Museale d’Ateneo L’appunt...
Fabrizio Cucchi . 16 Ottobre 2018
Varie fonti (1) riportano la notizia della rivolta nel carcere di Sanremo -Valle Armea avvenuta sabato scorso e sedata dopo qualche ora. Sembra che la protesta sia iniziata in modo pacifico, per poi assumere toni decisamente più accesi. Si ha notizia...
Piero Fantechi . 16 Ottobre 2018
Sabato 20 Ottobre alle ore 18,00 nei locali del Centro Socioculturale D.E.A.onlus a Firenze in Via degli Alfani 16/r PRESENTAZIONE E LETTURE DEL LIBRO: IL PROCESSO BATACCHI

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons