DEApress

Wednesday
Aug 15th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

"Fare mondo: poetica del futuro dimenticato"

E-mail Stampa PDF

Immagine56.png

Il Giardino dei Ciliegi (via dell'Agnolo 5, Firenze) in collaborazione con la Società Italiana delle Letterate organizza dall'8 al 10 dicembre 2017 il convegno "Fare mondo: poetica del futuro dimenticato".

"Importa quali storie facciano mondi, quali mondi facciano storie."
(Donna Haraway, 2011)


La scrittura delle donne offre infiniti esempi di affabulazione speculativa sul presente-passato-futuro, intrecciati in una miriade di incomplete configurazioni di luoghi, tempi, materia e significato; e di questi ci interessano particolarmente esempi del qui-ed-ora e delle connessioni tra il possibile e il reale. Ci interessa inoltre come esempi di negatività e di perdita si traducano nell’invenzione creativa del sé, e in pratiche politiche – resistenti, riluttanti, oppositive, alternative, effimere, o altro. Ogni donna costruisce una vita che è metafora centrale del suo modo di pensare il mondo. Le composizioni che creiamo in questi tempi di cambiamento sono ricche di messaggi incrociati del nostro impegno e delle nostre scelte. Fare mondo è un negoziato difficile senza esiti certi, ma il nostro quotidiano ne è narrazione e performance perché fare mondo è fare mondo. E poiché “il presente va conosciuto in relazione a mappe temporali e spaziali alternative che provengono da una percezione di mondi affettivi passati e futuri” (J. Muñoz), troviamo una prima ispirazione programmatica in questo passato non del tutto dimenticato.

La Storia racconta che in tempi lontani gli uomini cacciavano i mammuth mentre le donne seminavano, piantavano, raccoglievano; ma ha dimenticato, come invece ricordano Ursula Le Guin, e ora Donna Haraway, che per portare le cose le donne si sono inventate una sporta che è servita per raccontare una storia non narrata, non eroica, piena di gente qualunque, di perdite, di trasformazioni: un futuro condiviso nel nostro fare mondo.

Per questo convegno, dunque, accanto a possibili riflessioni politiche e speculazioni ecologiche, ci interessa vedere come la scrittura abbia dato forma alla materialità del vivere e a visioni oppositive o alternative che includono il lessico delle emozioni; come le scrittrici abbiano affrontato subalternità e normatività, disaffezione e disidentificazione nei futuri possibili o fuori norma di romanzi, fiction, poesia. La libertà del fuori pista e del non previsto può fare paura, ma dove il respiro si allarga pullulano le opzioni. Ci autorizzano a immaginare, a indagare convenzioni e discorsi, a riconoscere nei frattali dei linguaggi un ancoraggio delle infinite differenze che nutrono i processi micropolitici di cambiamento e trasformazione. E fanno emergere il processo poetico di come viviamo il mondo di cui siamo parte permeabile, inevitabilmente implicata nell’Antropocene, e dove perciò restiamo vigili a cercare di impedire iniquità, sfruttamento, spossessamento e distruzione.

PROGRAMMA:


Venerdì 8 dicembre
Ore 15-19,30


Utopia del vivere
Introduzione
Clotilde Barbarulli e Liana Borghi
discussione

Comporre una vita
Pamela Marelli
Elisa Coco
Alketa Vako
Michela Angelini
Alessandra Pigliaru

Video: Donna Haraway: Story Telling For Earthly Survival
grazie a Elisa Coco e Marta Bencich di Some Prefer Cake

Sabato 9 dicembre
ore 9,30-13,00

Giochi di stringhe
conduce Roberta Mazzanti

Laura Marzi
Pensare il futuro con Leggendaria 124
Cecilia Tedeschi
Innamorarsi del mondo:
Braidotti e Haraway sul divenire postumano

Lidia Curti
Convivenza tentacolare

Anna Antonia Ferrante
Tra le onde di Sense8.
Parentele radicali e telepatia nelle piattaforme

Discussione

Ore 15,30-19,30

Nicoletta Vallorani
Fare mondo 'altro':
Arcipelaghi alieni da Uk Leguin a Nnedi Okorafor

Alessandra Chiricosta
Un altro genere di Forza

Workshop: Cat's cradle
Conduce Elena Biagini

7 domande

Domenica 10 dicembre
ore 9,30-13,00

Distopie
Conduce Anna Picciolini

Olga Solombrino
Memorie del passato, archivi del futuro:
riscrivere l’appartenenza palestinese negli spazi digitali

Alessandra Marino
Atti di scrittura arrabbiata nell'India postcoloniale

Annamaria Rivera
Dalle politiche migranticide dell’Unione europea al razzismo ‘popolare’


per informazioni:
Clotilde Barbarulli, barbarullim@gmail.com;
Liana Borghi, liborg@cosmos.it
www.ilgiardinodeiciliegi.firenze.it

Share

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 30 Novembre 2017 17:17 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 14 Agosto 2018
14 agosto ore 12.00 - Un disastro dell' ultima ora - Oggi alle 11.00 crca sull’A10 Genova è crollato il ponte Morandi, ha ceduto il viadotto che attraversa il tratto autostradale ligure. Ora si stanno cercando le vittime.
Silvana Grippi . 14 Agosto 2018
  L’ultimo muro dipinto da Zed1 a Montegranaro per Veregra Street Festival, porta il titolo  di ‘Un viaggio per le stelle’.        Così come Zed1 ci ha insegnato, i suoi muri non sono mai semplici disegni, ma fant...
Silvana Grippi . 14 Agosto 2018
Aretha Louise Franklin ci ha lssciato! Nata a Memphis, 25 marzo 1942 è stata un importante simbolo della musica gospel, soul e R&B. Cantautrice e pianista statunitense, soprannominata "La Regina del Soul" o "Lady Soul". Lo Stato del Michigan ha...
DEApress . 13 Agosto 2018
Carissimo, quella di Sant'Anna non fu l'ultima mascalzonata degli americani, che si trovavano a quel punto a Pisa. Se avessero voluto, in mezz'ora sarebbero arrivati in Versilia. L'11 agosto liberarono Firenze, il 12 lasciarono che i tedeschi ammazz...
Silvana Grippi . 10 Agosto 2018
Oggi è il 10 agosto - un giorno importante che da sempre rappresenta una delle notti più magiche dell'anno, sia.per la visione del cielo con le stelle cadenti che per la festa religiosa che rappresenta. Nell'antichità era una festa pagana dedica...
Silvana Grippi . 10 Agosto 2018
Ciclisti travolti da una macchina in Tajikistan...... appena abbiamo notizie lo pubblichiamo.
DEApress . 10 Agosto 2018
Yemen..uccisi dalle bombe dei saudiarabia 37 bambini colpiti in una scuola ( ma che colpa avranno avuto), uccisi altri bambini dalle bombe dello stato ebraico a GAZA (continuamente sotto i razzi assassini di Israele), morti affogati altri 7 bambini n...
Silvana Grippi . 10 Agosto 2018
I media palestinesi  ci informano che la striscia di Gaza è stata attaccata da circa 150 tra razzi e colpi di mortaio. Sono stati colpite circa 140 postazioni procurnado terrore tra la popolazione e causando tre morti e molti feriti, tra cu...
Silvana Grippi . 08 Agosto 2018

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons