DEApress

Friday
May 25th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Primo tentativo di ripulire la "Grande chiazza d'immondizia del Pacifico"

E-mail Stampa PDF

 

Tra gli addetti ai lavori, è da tempo nota l'esistenza della "Grande chiazza d'immondizia del Pacifico". Si tratta di un enorme accumulo di spazzatura che le correnti oceaniche hanno concentrato in un'unica zona (a nord delle Hawaii, tra il 135º e il 155º meridiano Ovest e fra il 35º e il 42º parallelo Nord). Sembra che simili chiazze siano riscontrabili in tutti gli oceani, ma quella del Pacifico raggiunge, secondo le stime più prudenti, almeno l'estensione di 700.000 km quadrati (1). Si tratta soprattutto di plastica, per una massa stimata di circa 80mila tonnellate (2). Oltre a una quantità impressionante di reti da pesca in plastica, si possono rinvenire giocattoli, imballaggi, capi di vestiario in fibre sintetiche, bottiglie di plastica.... Parte del problema è costituita dal fatto che questi oggetti, tendono a frammentarsi in pezzi sempre più piccoli, che vengono ingeriti sempre più spesso da pesci, uccelli e tartarughe marine. Molte le soluzioni ipotizzate (3), tra cui quella di raccogliere il tutto e aggregarlo "in loco" per formare un isola. Varie fonti (4) riportano la notizia secondo cui starebbe per partire un primo tentativo di risolvere il problema, mediante un complicato sistema che sfrutterebbe le stesse correnti per raccogliere i rifiuti in aree delimitate da galleggianti da cui verrebbero in seguito prelevati. Successivamente delle navi trasporterebbero "il raccolto" a terra, negli Usa. Il progetto, chiamato "Ocean Array Cleanup" è di un giovane olandese Boyan Slat, che avrebbe raccolto i fondi necessari mediante il cosiddetto "crowdfunding" o finanziamento collettivo, e aggregato una Ong allo scopo. L'obbiettivo, per il momento, sarebbe quello di arrivare a ripulire il 50% della "Grande chiazza" in cinque anni. Sono previste anche altre "istallazioni" per ripulire le analoghe "chiazze" presenti in altre zone dei mari. Chiaramente questo non risolverà il problema se i rifiuti continueranno ad arrivare in mare...

 

Fabrizio Cucchi, DEApress

 

(1)https://it.wikipedia.org/wiki/Pacific_Trash_Vortex
(2)https://www.tpi.it/2018/03/23/isola-plastica-pacifico/
(3)http://www.noisiamofuturo.it/2018/03/01/lisola-plastica-great-pacific-garbage-patch/
(4)https://www.puregreenmag.it/apertura/great-pacific-garbage-patch-la-macchina-che-la-ripulira/
https://www.tpi.it/2018/05/07/macchina-plastica-mare/

 

 

Share

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 10 Maggio 2018 19:52 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 25 Maggio 2018
Cerchiamo volontari per scannerizzare e preparare nuove pubblicazioni. Archiviazione di: Oggetti, strumenti, dal calotipo al vetro, pellicole B/N e colore, diapositive, foto e video digitali, filmati, dvd, libri ed altro, testimonianze di event...
Piero Fantechi . 25 Maggio 2018
SGRANA & TRABALLA 2018 24-25-26 MAGGIO TRE GIORNI DI MUSICA POPOLARE CENTRO POPOLARE AUTOGESTITO FIRENZE SUD VIA VILLAMAGNA 27A – FIRENZEwww.facebook.com/cpafirenzesud www.cpafisud.org TUTTI I GIORNI CIBO, CONCERTI E SOLIDARIETA’ —————————...
Piero Fantechi . 25 Maggio 2018
              
Beatrice Canzedda . 24 Maggio 2018
    Sabato 26 maggio alle ore 17.30, presso la Galleria ZetaEffe, si terrà l'inaugurazione della mostra Milleduecentosessantuno. Fra astrattismo e arte concettuale, fra modernità e contemporaneità di percorso creativo e s...
Silvana Grippi . 24 Maggio 2018
Piero Fantechi . 24 Maggio 2018
Ecco i nuovi quaderni autoprodotti da DEArt
Piero Fantechi . 24 Maggio 2018
Eccovi qui di seguito il progetto "Il Muro" dove vari artisti/e si incontrano Catalogo con il seguente link: https://issuu.com/deapress/docs/catalogom.u.r.o.empoli_finito
DEApress . 24 Maggio 2018
 Ecovillaggi in Italia   Negli ultimi anni sono sempre di più i paesi e le comunità europee che aderiscono all’iniziativa, compresa l’Italia, che dal 2016 con la RIVE e la Rete Italiana Cohousing contribuisce all’impegno di rendere questo...
Silvana Grippi . 24 Maggio 2018
Scrivere un libro è sempre un esercizio mentale, se poi chi scrive ricostruisce un vissuto vero e difficile, la fatica è maggiore. Dopo un anno di lavoro con Pasquale Abatangelo (*vedasi elenco) in giro per l'Italia a presentare il libro nei vari cen...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons