DEApress

Thursday
May 25th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Seconda giornata di Middle East Now

E-mail Stampa PDF
L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi e spazio al chiuso
 

Mercoledì 5 Aprile si è svolta, presso il Cinema La Compagnia, la seconda giornata del festival Mddle East Now che quest'anno è alla sua ottava edizione con il tema Urban Middle East e che ha l'intenzione di raccontare quella che è la vita delle persone comuni nelle metropoli del medo oriente - il Cairo, Tehran, Beirut, Istanbul, Tel-Aviv, Ramallah, Tunisi, Gaza, La Mecca, Baghdad, Aleppo e Damasco - attraverso le sue strade, le sue piazze, i mercati, il traffico, i rumori e la musica. Questa seconda giornata si è aperta in mattinata (alle ore 10:00) con una proiezione pensata per spiegare agli adolescenti, ragazzi delle medie e delle superiori, quelle che sono le dinamiche del medio oriente e bla comparsa dello stato islamico. A partire dalle 16:00, invece, sono stati proiettati tre cortometraggi che prendevano in esame storie differenti in regioni differenti del medio oriente.

Il primo - "Pale Mirrors"di Salem Salavati - è ambientato nel Kurdistan Iraniano.

Il secondo cortometraggio - "The Rifle, the Jackal, the Wolf and a Boy" di Oualid Mouaness - ambientato in Libano, racconta la storia di una famiglia cristiana che subisce continui attacchi da parte di uno sciacallo al loro piccolo pollaio in giardino. I due giovani fratelli, protagonisti del corto, pensando di fare un favore al padre, pensano di rubargli un fucile e sparare al primo sciacallo incontrato nel bosco per poi bruciarne il corpo pensando di poter mentire ai genitori. I due ragazzi non sanno però che quello a cui hanno sparato nel bosco non era uno sciacallo ma un lupo, la cui caratteristica principale è la memoria, che porta il branco a vendicare crudelmente la perdita di un loro componente. Alla fine, infatti, l'intero pollaio viene sterminato dai lupi; quello che si nota però in questa scena è che tutte le galline non sono state mangiate ma solo ammazzate, una scena che fa pensare agli attacchi dell'ISIS - il quale entra nel racconto per pochi secondi e in modo tasversale nei titoli di un telegiornale locale - e al terrore che scaturiscono.

Il terzo cortometraggio - "Nocturne in Black" di Jimmy Keyrouz - forse il più direttamente comunicativo fra i tre, è ambientato in una città siriana controllata dai Jihadisti. Il racconto mette subito in evidenza come, da quando la città è controllata dall'Isis, la musica, l'arte il ballo siano stati totalmente messi al bando in nome della purezza dell'islam tradizionale. Il protagonista è un giovane pianista, Karim, che è costretto a dover vendere il suo pianoforte - con il quale nel frattempo riesce ad allietare la vita dei cittadini - per recuperare i soldi che gli servono a scappare da quel logo di guerra ed orrore

Share

Ultimo aggiornamento ( Sabato 08 Aprile 2017 17:39 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

L'AltopArlAnte . 24 Maggio 2017
La cantautrice senese descrive in musica l’iter evolutivo di una storia d’amore: dai primi passi fino alla trasformazione che accompagna i cambiamenti caratteriali dei due protagonisti. “Parlo di te” è la lucida analisi dell’evoluzione di una stor...
DEApress . 24 Maggio 2017
Si sono concluse, presso la Chiesetta di Santa Verdiana a Firenze, le prime due giornate di AFRICA DAY, festival indipendente organizzato dall'Università degli Studi di Firenze – Dipartimento di Architettura e dal Centro Socio-culturale DEA Onlus. Un...
L'AltopArlAnte . 24 Maggio 2017
  La cantautrice salentina con già alle spalle una carriera collaudata fatta di premi ottenuti in prestigiosi concorsi (Musicultura, Premio De Andrè) e collaborazioni prestigiose (Teresa De Sio, Cristiano De Andrè, Pacifico), presenta ora una chicca...
L'AltopArlAnte . 24 Maggio 2017
  La cantante napoletana, già semifinalista del Festival di Castrocaro, torna in radio dal 7 aprile con un brano esplosivo e ricco di energia. “Hello Hello” è la colonna sonora di “Smile Factor”, il film di prossima uscita che vede alla regia Igor ...
L'AltopArlAnte . 24 Maggio 2017
  Una canzone che, omaggiando una delle più importanti band del panorama musicale italiano caratterizzata da un excursus ricco di grandi occasioni colte in maniera vincente, descrive metaforicamente il tema delle occasioni mancate. I Toromeccanica...
Silvana Grippi . 24 Maggio 2017
Riceviamo e pubblichiamo volentieri IL C.P.A: STORIA DI RESISTENZA22 maggio 2017 [1] c'è tutto un mondo attorno. [2], Musiquorum live - Prossimi appuntamenti [3], storie [4] Il folk è musica popolare e dove si canta la musica popolare? Dove&...
DEApress . 24 Maggio 2017
Pasquale Abatangelo “Correvo pensando ad Anna” recensione di Davide Steccanella   “I dannati della terra” di Frants Fanon, pubblicato in Francia nel 1961 con la prefazione di Jean Paul Sarte, è stato, ha detto l’ex dirigente del Black P...
DEApress . 24 Maggio 2017
Cari soci, amici, lettori e conoscenti, prendete nota del nostro codice fiscale: 03938570482, è il codice da indicare per la destinazione del 5 per MILLE. Ci aiuterà a fare progetti di solidarietà e partecipazione. Servirà soprattutto a dare soste...
Paolo Tocco . 23 Maggio 2017
FABIO CRISEO"Avrei voluto essere Lapo Ercane" "Cci Vostri" - OFFICIAL VIDEO Onestamente ho cercato in rete per capirne di più e soprattutto per vedere se davvero dietro l’effige di questo cantautore non ci fosse altro. Ed invece devo ricredermi: ...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons