DEApress

Tuesday
Sep 25th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

La Gatta Cenerentola. Da non perdere.

E-mail Stampa PDF

alt

 Risultati immagini per gatta cenerentola

Quando annunciarono l’avvio della startup Mad Entertainment, nel palazzo in cui è stato girato più di un famoso film - uno su tutti Matrimonio all’Italiana, alias di Filumena Marturano, testo teatrale di Eduardo De Filippo - in piazza del Gesù Nuovo, si parlò del fondatore Luciano Stella come di un visionario (a Napoli tradurremmo con un “ma addò s’avvia…”). Eppure, visto che progettava la realizzazione di lungometraggi animati e altro – MAD è acronimo di Musica, Animazione, Documentari - l’aggettivo era pertinente, premonitore, e anche un po’ condiviso, infatti l’inglese “mad” si traduce in “pazzo”. 

La Mad è diventata un’eccellenza nel suo campo, e i suoi prodotti sono successi.

La Gatta Cenerentola è una fiaba di Giambattista Basile (1566 –1632)  inclusa nella raccolta Lo cunto de li cunti, alla quale si è ispirato Perrault per la sua versione letteraria e angelicata – usata da Disney -  e Roberto De Simone per la sua versione teatrale e popolare.

La versione dei quattro visionari Alessandro Rak , Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone è noir, futurista, vintage, e senza tempo.  In una Napoli ingrigita e opprimente che ricorda il film Blade Runner (molte le citazioni nella Gatta, c’è perfino Pretty Woman nella vasca) Vittorio Basile, doppiato da Mariano Rigillo, è uno scienziato imprenditore che vive con la figlia Mia sulla nave-laboratorio Megaride ancorata nel porto, e progetta di farlo diventare il più grande polo tecnologico del mondo

Megaride, che ricorda tanto la Città della Scienza di Napoli anche per il tormentato vissuto, registra i pensieri, i ricordi ed i sogni di quanti vi abitano, elaborandoli in ologrammi e ripresentandoli in un presente futuro per rimescolare le carte e rimandare “in scena” i protagonisti. Nelle scene in cui i personaggi sono da soli vediamo galleggiare intorno a loro pesciolini ologrammi, metafora del contatto con la propria profondità? E’ lo stesso Basile che rimprovera Primo Gemito – doppiato da Alessandro Gassmann - sua guardia del corpo, di prendersi troppo sul serio, non essendo magari altro che un suo ricordo trasformato in un “ologramma sbiadito”. Basile sta per sposare Angelica – doppiata da Maria Pia Calzone – madre di 6 figlie, che però è amante di Salvatore Lo Giusto detto 'O Re, doppiato da Massimiliano Gallo.

‘o Re è un camorrista trafficante di droga la cui mira è Megaride, che vuole trasformare in un laboratorio di riciclaggio. Per questo uccide Basile nel giorno delle nozze con Angelica, che resterà tutrice di Mia fino alla maggiore età, cioè fino a quando potrà firmare la cessione a Salvatore. Ma Megaride scoprirà le carte quel giorno e sarà Titanic dopo anni in cui la decadenza l'ha ridotta come la nave de La leggenda del pianista sull’oceano.

Il film, frutto del lavoro di un team di 15 persone in totale, è una meraviglia: in sala rumoreggiava entusiasmo e partecipazione (pensavo che io soltanto potessi essere capace di lacrimare per la Bestia morente, o di sentirmi Fiona che ridicolizza Shrek…), la grafica è convincente con dei precisi momenti di particolare fluidità, l’attenzione tenuta sempre alta anche grazie a particolari come la diversa caratterizzazione per ognuno dei protagonisti: Basile sembra un divo anni ’50, Mia una cyberpunk, Angelica parente di Jessica Rabbit (molto in fondo, non è neanche cattivissima), e ‘o Re che passa da Tony Manero a il Padrino comprese le commistioni anglonapoletane.

‘o Re merita menzione a parte per il mirabile risultato di Massimiliano Gallo: tra interpretazione del personaggio che ha reso ‘o Re l’assoluto protagonista del film, e la potente voce cantante che personalmente ho scoperto solo ora, ha creato una fascinazione quasi da sindrome di Stoccolma, un’infatuata repulsione. Ancor più apprezzabile il lavoro di tutti i doppiatori perché hanno loro stessi creato i personaggi non essendo ancora iniziato il lavoro grafico al momento della registrazione,in pratica i disegni hanno doppiato i doppiatori.

Infine la colonna sonora: il film è stato assecondato dalle musiche originali di Antonio Fresa e Luigi Scialdone insieme alle canzoni di Guappecarto’, Virtuosi di San Martino, Francesco Di Bella,  i Foja, Daniele Sepe, Enzo Gragnaniello e Ilaria Graziano con Francesco Forni. Il lavoro è così suggestivamente ben fatto che uscire dal cinema e fiondarsi in un negozio virtuale per acquistarlo è stata urgenza improrogabile, e non è una sorpresa trovarlo ancora magnifico senza la spettacolarizzazione delle immagini.

La Gatta Cenerentola, presentata alla Mostra di Venezia, ha vinto il Premio Speciale Francesco Pasinetti 2017, assegnato dal sindacato dei critici cinematografici italiani. Nella motivazione: “Gatta Cenerentola traccia la strada per un possibile e concreto (ri)fiorire del cinema d’animazione italiano”.

Share

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 09 Ottobre 2017 09:32 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Administrator . 24 Settembre 2018
Fotogallery HABITAT ECOVILLAGGIO Gambassi Terme (FI) ecovillagiohabitat@gmail.com
DEApress . 24 Settembre 2018
Sistema Documentario Integrato dell'Area Fiorentina SDIAF e Centro Studi e Archivio DEA   18 ottobre 2018 ore 17.00 - Via dell'Oriolo 24 - Firenze Luca Brogioni e Silvna Grippi presentano il Docufilm  UNA PAUSA DELL’ANIMA di Fra...
Silvana Grippi . 24 Settembre 2018
Eccoci al 18° MEDIARC - FESTIVAL INTERNAZIONALE DI ARCHITETTURA IN VIDEO Firenze 25 – 27 Settembre 2018  il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze, propone la nuova edizione di MEDIARC - FESTIVAL INTERNAZIONALE ...
Antonella Burberi . 24 Settembre 2018
Fondazione CR Firenze (Via Bufalini n. 6) – dal 22 settembre al 18 novembre lo Spazio Mostre di Fondazione CR Firenze ospita la mostra “ARTISTE. FIRENZE 1900 – 1950”, promossa dalla Fondazione e Advancing Women Artists in collaborazione con il Gabine...
Antonella Burberi . 24 Settembre 2018
Ulay/Marina Abramovic Relation in Space 1976 video New York PALAZZO STROZZI - FIRENZE - Dal 21 settembre 2018 al 20 gennaio 2019 Palazzo Strozzi ospita la prima grande mostra retrospettiva italiana dedicata a Marina Abramović, una delle person...
Piero Fantechi . 24 Settembre 2018
Da martedì 25 a giovedì 27 settembre a Milano, Fiera Rho, padiglione 9 A14 Cuoio di Toscana a LINEAPELLE, con uno spazio cinema, un seminario e tutte le novità moda Fall-Winter 2019/2020, dalle linee essenziali Martedì 25 settembre alle ore 15 ...
Piero Fantechi . 24 Settembre 2018
Caffè Letterario delle Murate Libera Firenze e l'associazione Le Discipline presentano «Note Libere» con I SCREAM BOBO RONDELLI BARO DROM ORKESTAR MARZOUK MEJRI Venerdì 28 settembre dalle ore 19 presso il Cafè Letterario Le Murate (Piazza ...
Piero Fantechi . 24 Settembre 2018
È in corso dalle prime ore di questa mattina una vasta operazione dei carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria, in esecuzione di un fermo emesso dalla Dda nei confronti di appartenenti alla cosca Alvaro di Sinopoli, accusati di associ...
Piero Fantechi . 24 Settembre 2018
  FESTIVAL dello SPETTATORE Arezzo 3 - 7 ottobre 2018 III edizione Si terrà ad Arezzo, da mercoledì 3 a domenica 7, la terza edizione del Festival dello Spettatore, evento unico nel suo genere che centra il suo focus sulla figura e sul...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons