DEApress

Monday
Aug 20th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

River to River. Florence Indian Film Festival

E-mail Stampa PDF

Riverto_river.png

Dal 7 al 12 dicembre 2017 torna, con la sua XVII edizione, River to River (Florence Indian Film Festival), il primo festival nel mondo interamente dedicato alla cinematografia indiana e l’unico in Italia.

Ideato e diretto da Selvaggia Velo, con il patrocinio dell’Ambasciata dell’India e della Regione Toscana, il festival ha avuto inizio nel 2001 al Teatro del Rondò di Bacco di Palazzo Pitti a Firenze e, per questa nuova edizione, torna nel capoluogo toscano presso il Cinema La Compagnia (Via Camillo Cavour, 50/R).

Finalità del festival è quella di promuovere il cinema indiano indipendente, proiettando i più recenti documentari, lungometraggi e corti con la presenza di alcuni dei registi, attori e produttori che raccontano al pubblico i propri lavori.
Il cinema indiano non è però certo sconosciuto fuori dal proprio paese d’origine; oltre a detenere il primato di industria cinematografica più prolifica al mondo, è anche noto al grande pubblico per le proprie peculiarità. Nelle sue pellicole infatti la recitazione passa in secondo piano e una sorta di neoromanticismo occupa un posto di rilievo come pretesto per numeri ricchi di musica, danze e canti (ricorrenti soprattutto nella produzione di Bollywood).

Questa 17esima edizione del festival propone oltre 40 eventi tra proiezioni, mostre, talk, lezioni di cucina ed eventi off, per uno spaccato su una realtà in rapida evoluzione, con racconti da tutte le regioni dell’India, dove l’esplorazione della sessualità si affianca ai matrimoni combinati, la battaglia per i diritti della comunità LGBT si combina a tradizioni secolari, le donne lottano ogni giorno per conquistare ruoli di primo piano nella società e la comunità richiede a gran voce una democrazia più forte per tutti.

L’India arriva a Firenze giovedì 7 dicembre alle ore 18 presso fsmgallery - spazio espositivo della Fondazione Studio Marangoni in via San Zanobi 19r - con la mostra fotografica di Wolfgang Zurborn. “Instant Kharma” è un viaggio fotografico da New Delhi a Calcutta dove in 24 scatti si riesce a mostrare il contrasto delle megalopoli indiane; in costante competizione tra i diversi sistemi di valori dello stile di vita occidentale, diffuso dai miti dei mass media, e la profonda fede religiosa insita nella cultura indiana, testimoniata dagli idoli divini sparsi nel paesaggio urbano. La sfida dell’incontro con questo mondo sconosciuto - come afferma il fotografo tedesco - è quella di rivelare vicinanza a ciò che è estraneo.

A seguire (ore 20.30 al Cinema la Compagnia), si inaugura il Festival con la proiezione in anteprima italiana di “Newton”, pellicola di satira politica sulla violazione dei diritti umani del regista Amit V. Masurkar. A presentare il film, candidato dall’India agli Oscar come Miglior Film Straniero, Manish Mundra, produttore e fondatore della famosa casa di produzione indiana Drishyam Films.
Ma il River to River non si ferma qui e propone al pubblico (sabato 9 dicembre alle 20.30) in anteprima italiana, un altro titolo in lizza come Miglior film Straniero ai prossimi Academy Award: “My Pure Land” di Sarmad Masud. Con questo western femminista - tratto da fatti realmente avvenuti nel Pakistan rurale - per la prima volta la Gran Bretagna seleziona un film in lingua Urdu come proprio rappresentante agli Academy. A presentare il film e incontrare il pubblico in sala sarà l’attrice protagonista Suhaee Abro.

In attesa di scoprire se i due film convinceranno i giurati dell’Academy per accedere alla cerimonia degli Oscar il prossimo 4 marzo, l’appuntamento è a Firenze dal 7 al 12 dicembre con l'India di “River to River”.

Per ulteriori informazioni e per il programma completo:
http://www.rivertoriver.it/
http://www.cinemalacompagnia.it/programma

Share

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 27 Novembre 2017 18:55 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 18 Agosto 2018
  Firenze, Palazzo Vecchio ore 11.30 Tanti auguri a Lara e Roberto per il loro matrimonio
Silvana Grippi . 17 Agosto 2018
La musica degli anni settanta e Claudio Lolli - due ricordi indelebili "siamo noi a far bella la luna..riprendiamoci la vita, la terra, la luna e l'abbondanza..." Claudio Lolli è nato a Bologna il 28 marzo 1950 è morto oggi...
Silvana Grippi . 17 Agosto 2018
In Sudan le vie stradali molto spesso non sono percorribili a causa delle piogge e quindi in alternativa come mezzo di trasporto c'è la piroga. Questa volta purtroppo la situazione è stata fatale a ventiquattro bambini che stavano andando a scuola e ...
Marco Ranaldi . 16 Agosto 2018
  Sembra ferma l'acqua chiara, ma si muove piano piano. Incomincia a fremere, ha voglia di correre. Vibrazioni dell'anima, che incomcio a conoscere. Emozioni semplice, che comunque abituano la nostra età ad andar sempre dove il cuore vuol...
Silvana Grippi . 16 Agosto 2018
Tante sono le domande che dobbiamo porci dopo questa tragedia dei ponti che cadono ma, secondo me, la più importante è:. Come si fa a costruire dei ponti in calcestruzzo armato senza verificare quanti anni potranno durare?   Guardiamo insieme...
Silvana Grippi . 16 Agosto 2018
Aretha Louise Franklin ci ha lasciato!   Nata a Memphis, 25 marzo 1942 ha iniziato a cantare all'età di 15 anni ed è diventata un simbolo della musica gospel, soul e R&B. Possiamo considerarla una cantautrice e brava pianista, era sopra...
Silvana Grippi . 14 Agosto 2018
14 agosto ore 12.00 - Un disastro dell' ultima ora - Oggi alle 11.00 circa sull’A10 Genova è crollato il ponte Morandi, ha ceduto il viadotto che attraversa il tratto autostradale ligure. Ora si stanno cercando le vittime dopo si cercheranno le res...
Silvana Grippi . 14 Agosto 2018
  L’ultimo muro dipinto da Zed1 a Montegranaro per Veregra Street Festival, porta il titolo  di ‘Un viaggio per le stelle’.        Così come Zed1 ci ha insegnato, i suoi muri non sono mai semplici disegni, ma fant...
DEApress . 13 Agosto 2018
Carissimo, quella di Sant'Anna non fu l'ultima mascalzonata degli americani, che si trovavano a quel punto a Pisa. Se avessero voluto, in mezz'ora sarebbero arrivati in Versilia. L'11 agosto liberarono Firenze, il 12 lasciarono che i tedeschi ammazz...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons