DEApress

Thursday
Oct 19th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Ata Kandò - un secolo in bianco e nero

E-mail Stampa PDF

Risultati immagini per ata kando

Etelka Görög, più famosa come Ata Kandó, è morta a Bergen  il 14 settembre scorso  attraversando, con le sue immagini in bianco e nero, un secolo intero,  entrando  nell’olimpo  dei più famosi fotografi del '900.

Etelka Görög è nata il 17 settembre 1913 da una famiglia di origine ebraica ungherese a Budapest. Studiò all’Accademia Sándor Bortnyik, incoraggiata dai suoi genitori che sostenevano la sua vocazione artistica. Qui conobbe Gyula  Kandó, che sposò nel 1931 e con il quale si trasferì a Parigi dove, nel 1938, aprì il suo studio fotografico. Nel 1940, per timore delle leggi razziali a seguito dell’invasione tedesca di Parigi, tornò con il marito in Ungheria e qui  si impegnarono per salvare molti ebrei dalla deportazione. Nel 1998 sono stati insigniti entrambi del titolo di Giusti tra le Nazioni, titolo che viene conferito a chi, rischiando la propria vita, ha salvato ebrei dalla morte certa.  

Tornata a Parigi nel '47, fu assunta da Robert Capa al  Magnum Photos, dove restò fino al 1952 dedicandosi alla fotografia di moda, viaggiando con i suoi tre figli che ritroviamo ne "Il sogno nella foresta", immagini scattate sulle Alpi e pubblicate in un libro nel 1957.

 Nel 1956, durante la rivoluzione ungherese, documentò la violenza sui bambini rifugiati, pubblicando il famoso  "Red Book" e stabilendo che i proventi della vendita servissero per aiutare i rifugiati, raccogliendo oltre un milione di dollari.

Ha fotografato l’Amazzonia, il Perù, vincendo molti premi. Le sue fotografie  sono state acquistate dal British Museum e da collezionisti privati.

Ha raccontato la vita con gravità e leggerezza, consacrata artista di fama mondiale. 

Share

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 20 Settembre 2017 11:55 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

massimo.pieraccini . 19 Ottobre 2017
Un'esperienza multisensoriale tra cultura sapori e profumi è quella che ti può regalare una serata al Fulin! Il ristorante cinese che ha saputo portare in riva all'Arno la cultura dell'antico oriente, divenendo uno dei ristoranti asiatici più ricer...
Stefania Parmigiano . 18 Ottobre 2017
San Gennaro che allontana i fulmini dalla città di Onofrio Palumbo - Chiesa della Santissima Trinità (all'interno dell'Ospedale dei Pellegrini)  Foto di Stefania Parmigiano Il concetto di pronto soccorso in Toscana è profondamente d...
Antonella Burberi . 18 Ottobre 2017
Firenze, Museo Archeologico Nazionale – La mostra Pretiosa vitrea, l’arte vetraria antica nei musei e nelle collezioni private della Toscana, visitabile dal 17 ottobre 2017 al 29 gennaio 2018, nasce dalla volontà del Museo Archeologico Nazionale di F...
DEApress . 17 Ottobre 2017
Il socialismo bolivariano non ha una buona stampa in Italia e nemmeno nel resto d'Europa. Per giorni è lanciato in prima pagina, attaccato con le più grandi bugie, poi viene consegnato al silenzio quando dimostra nei fatti di essere un "esperimento...
Riccardo Fratini . 17 Ottobre 2017
Il voto di Vienna ha dato la sua preferenza a destra. Una scelta che si allontanna dal pensiero europeo avvicinandosi allo scettiscismo di chi dispone una chiusura mentale di fronte al progetto di una Europa globalizzata. Certo se per "Europa global...
L'AltopArlAnte . 16 Ottobre 2017
  Il fascino di un racconto estemporaneo e leggendario viene rivestito di un sound ibrido che alterna musica classica e prog per un risultato del tutto innovativo ed accattivante. “Il Distacco” è un brano che racconta l’evento epico della separazi...
DEApress . 16 Ottobre 2017
I premi al miglior medio e corto sono andati rispettivamente a “On the Edge of Life” di Yaser Kassab (Siria) e “Duelo” di Alejandro Alonso Estrella (Cuba). La targa Gian Paolo Paoli va a “Maman Colonelle” di Dieu...
DEApress . 16 Ottobre 2017
“La via Sonora – Musica che urla”| Associazione Musica a Traverso LA VIA SONORA è il progetto pilota che attraverso una serie di eventi affronta il tema dei diritti umani usando l’arte e la musica in particolare. MUSICA CHE URLA focalizza l’atten...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons