DEApress

Monday
Aug 20th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Davide Buzzi: un disco infiammabile

E-mail Stampa PDF

DAVIDE BUZZI
"NON ASCOLTARE IN CASO D'INCENDIO"

DAVIDE_BUZZI_cover_album.jpg

"SE TE NE VAI" - Official Video

Da Davide Buzzi il pensiero mi arriva a quello di Ivano Fossati. Non solo per scenari musicali poco italiani in cui la parola diventa protagonista in tutto e per tutto riportando quinti “tutto a casa”. Ci penso anche per quel piglio americano che spesso da Fossati ho sempre ascoltato… e non solo da lui ovviamente. L’America in Davide Buzzi sembra essere un punto di arrivo e questo disco non si nasconde dietro alcuna maschera. Un suono sincero, forse poco grintoso ma decisamente pulito di umanità. Il disco si intitola “Non ascoltare in caso d’incendio” quasi a volerci rappresentare quanto sia “infiammabile” l’anima del cantautore. E se brani come “Alice e le Ali” ci riporta a pieno nella nostra bellissima tradizione con una ballata dolcissima di primavere rionali, altri momenti come “Romaneschi” davvero ci troviamo gocce di psichedelia e quel qualcosa che riporta la memoria inevitabilmente ai suoni delle nuove avanguardie punk o post rock. Ma sempre in italiano, sia chiaro… sempre con il piglio del nostro santo pop che ha tradizioni ancestrali difficili da scardinare. Nel disco anche 3 omaggi a collaborazioni e riferimenti di stile: e troviamo prima fra tutte “A muso duro” di Pierangelo Bertoli e troviamo anche Massimo Priviero che duetta con il nostro in “Salvatore Fiumana” (che quasi ricalca un poco il sound e la filosofia del nuovo disco del cantautore veneto) e poi abbiamo il piacere di ascoltare “Canzone d’addio” che è proprio un inedito di Priviero. E non manca appunto l’estero che se non è America allora è Australia (e non so perché in fondo mi viene sempre da pensare ad una cosa soltanto): troviamo una collaborazione importante per Buzzi e parliamo del cantautore Jason Kemp che qui scrive “On the road” di cui troviamo una traduzione in italiano. Davide Buzzi realizza un disco che, complice anche la produzione artistica di Alex Campise, riesce a fare della sua vena d’autore italiana un concentrato rock di ampio respiro e di molteplici versioni: non è una canzone che si adagia sugli allori e neanche un ascolto che fa finta di recitare una parte che non gli compete. Un disco semplice a cui manca ancora quel brano per svettare di gusto e di mercato e, forse con un coraggio che fa solo elogiato, manca anche di quel suono che lo rende competitivo rispetto alla plastica certificata. Ma sono sicuro che è proprio questo il vero motivo: non diventare anch’esso figlio e fratello di quella plastica. Sound’s good.

Share

Ultimo aggiornamento ( Martedì 05 Dicembre 2017 18:57 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 18 Agosto 2018
Firenze, Palazzo Vecchio ore 11.30 Tanti auguri a Lara e Roberto per il loro matrimonio
Silvana Grippi . 17 Agosto 2018
La musica degli anni settanta e Claudio Lolli - due ricordi indelebili "siamo noi a far bella la luna..riprendiamoci la vita, la terra, la luna e l'abbondanza..." Claudio Lolli è nato a Bologna il 28 marzo 1950 è morto oggi...
Silvana Grippi . 17 Agosto 2018
In Sudan le vie stradali molto spesso non sono percorribili a causa delle piogge e quindi in alternativa come mezzo di trasporto c'è la piroga. Questa volta purtroppo la situazione è stata fatale a ventiquattro bambini che stavano andando a scuola e ...
Marco Ranaldi . 16 Agosto 2018
  Sembra ferma l'acqua chiara, ma si muove piano piano. Incomincia a fremere, ha voglia di correre. Vibrazioni dell'anima, che incomcio a conoscere. Emozioni semplice, che comunque abituano la nostra età ad andar sempre dove il cuore vuol...
Silvana Grippi . 16 Agosto 2018
Tante sono le domande che dobbiamo porci dopo questa tragedia dei ponti che cadono ma, secondo me, la più importante è:. Come si fa a costruire dei ponti in calcestruzzo armato senza verificare quanti anni potranno durare?   Guardiamo insieme...
Silvana Grippi . 16 Agosto 2018
Aretha Louise Franklin ci ha lasciato!   Nata a Memphis, 25 marzo 1942 ha iniziato a cantare all'età di 15 anni ed è diventata un simbolo della musica gospel, soul e R&B. Possiamo considerarla una cantautrice e brava pianista, era sopra...
Silvana Grippi . 14 Agosto 2018
14 agosto ore 12.00 - Un disastro dell' ultima ora - Oggi alle 11.00 circa sull’A10 Genova è crollato il ponte Morandi, ha ceduto il viadotto che attraversa il tratto autostradale ligure. Ora si stanno cercando le vittime dopo si cercheranno le res...
Silvana Grippi . 14 Agosto 2018
  L’ultimo muro dipinto da Zed1 a Montegranaro per Veregra Street Festival, porta il titolo  di ‘Un viaggio per le stelle’.        Così come Zed1 ci ha insegnato, i suoi muri non sono mai semplici disegni, ma fant...
DEApress . 13 Agosto 2018
Carissimo, quella di Sant'Anna non fu l'ultima mascalzonata degli americani, che si trovavano a quel punto a Pisa. Se avessero voluto, in mezz'ora sarebbero arrivati in Versilia. L'11 agosto liberarono Firenze, il 12 lasciarono che i tedeschi ammazz...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons