DEApress

Wednesday
Jun 20th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Rita Zingariello: “Il canto dell’Ape”

E-mail Stampa PDF

Rita Zingariello

“IL CANTO DELL’APE”

COPERTINA con titoli

“Il canto dell’Ape” - Official Video

Parliamo di un nuovo bellissimo disco della nuova scena indie italiana, quella dei cantautori. E finalmente il nastro torna ad essere rosa in questo mondo che sembra per lo più maschile e sinceramente non capisco perchè. La pugliese Rita Zingariello pubblica “Il canto dell’Ape” per la VOLUME! Discografica Moderna. Sono 12 inediti che spaziano di scenario forti di arrangiamenti che non usano una soluzione unica per tutte le canzoni. Così troviamo il pop italiano ma anche la milonga argentina, troviamo spagnoleggianti andamenti in brani come “Bello ferma” (bello il cane in sottofondo), oppure trasgressioni alla regola con arredamenti un poco circensi come nella bellissima “Senza nota sul finale”, brano che tra l’altro trovo sappia esplicitare a pieno tutto il senso del disco. Le piccole cose sono per Rita Zingariello un tramite per arrivare alla radice del tutto.

Finalmente si torna a fare della canzone d’autore. Io penso che la canzone di un cantautore debba avere un carico poetico. Il commercio di oggi invece ci vuole nel tutto e subito delle cose scontate. Secondo te perché?
È l’epoca degli scatti che testimoniano ogni momento della nostra giornata; è il momento in cui attraverso un click si entra nella vita delle altre persone e si diventa in un attimo partecipanti, fintamente attivi. Tutto questo negli ultimi anni ci ha abituati all’immediatezza, ad incontrarci attraverso messaggi vocali registrati piuttosto che a prendere appuntamenti davanti a un caffè guardandoci negli occhi. Il cantautore richiede un’attenzione all’ascolto e un tempo a cui non siamo più avvezzi probabilmente. Ho però la sensazione che la facilità del “tutto e subito” stia diventando la noia del “tutto uguale” e sono fiduciosa che la musica costruita a tavolino ci farà sentire presto la mancanza delle emozioni che richiedono suoni e parole più veri e più pensati.

Dunque, ascoltando questo disco che tutto è tranne che un lavoro di superficie e di immediatezze, come pensi comunicare con il pubblico di oggi?
Penso intanto di partire comunicando con un pubblico più piccolo ma attento, un pubblico che non si accontenti della superficie e che abbia bisogno di stimoli più maturi. Intanto da sempre provo ad aggiungere alle mie canzoni quel pizzico di semplicità che possa avvicinare anche i più pigri ai contenuti. In fondo il mio obiettivo è quello di mettere la mia musica al servizio degli altri e tanti più saranno gli altri tanto più mi sarò avvicinata al centro del bersaglio.

Lasciami puntare il dito sul brano “Preferisco l’inverno”. Ma se ti dicessi che artisticamente e poeticamente, in questo brano c’è tutto il nuovo disco di Rita Zingariello?
Ti rispondo che questa traccia l’abbiamo inserita nel bel mezzo del disco perché potesse essere uno spartiacque, una sorta di lungo respiro che legasse la prima parte del disco, più immediata all’ascolto, alla seconda parte più intima e meno facile. Se il risultato è stato riassumere, artisticamente e poeticamente, in questo minuto e mezzo, le dodici tracce dell’album ne sono contenta :)

Share

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 13 Giugno 2018 10:46 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 19 Giugno 2018
Cari lettori e lettrici, dopo anni di duro lavoro volontario  sia per gli eventi,  i corsi e per il giornale giornaliero vorremmo andare n pensione e passare la mano: c'è qualcuno a cui interessa l'Agenzia di stampa DEApress?   E...
DEApress . 19 Giugno 2018
Sabato 23 Giugno alle ore 16.30 la Fondazione Franco Zeffirelli ospiterà nella sede fiorentina di piazza San Firenze 5 una conferenza - incontro con la scrittrice Dacia Maraini. L'autrice, che verrà premiata con il Fioreino d'Oro, commenterò "Solar...
Silvio Terenzi . 19 Giugno 2018
FURIA"CANTASTORIE" "FREELANCE" - Official HD Un disco tutt'altro che "femminile". Di dolcezza e di sensibilità ne abbiamo e tanto anche. Quello che non troviamo con facilità è quella durezza tutta "maschile" (le virgolette sono d'obbligo naturalm...
Antonella Burberi . 19 Giugno 2018
riceviamo e pubblichiamo Raddoppiano le aperture serali degli Uffizi da inizio giugno a fine settembre: ogni mercoledì sera saranno offerte conferenze sul patrimonio archeologico tenute da noti studiosi, curatori e direttori di musei.   Non mo...
DEApress . 18 Giugno 2018
Riceviamo e pubblichiamo:"Frittelli arte contemporanea inaugura giovedì 21 giugno alle ore 18 tre mostre dedicate a tre artisti diversi legati idealmente dalla riflessione su tematiche politiche ed esistenziali, dall'indagine sui meccanismi di potere...
Silvana Grippi . 18 Giugno 2018
Segnalo questa interessante iniziativa che si svolge a Firenze               “Nel Chiostro delle Geometrie” V edizione Mettete dei fiori nelle vostre Visioni 18 giugno – 28 settembre 2018 Firenze, Comp...
Piero Fantechi . 18 Giugno 2018
78 spettacoli, 26 tra produzioni e coproduzioni, 13 prime nazionali.La stagione 2018/2019 della Fondazione Teatro della Toscana si offre allo spettatore in tutta la sua multiforme varietà. Tradizione, innovazione, Maestri, giovani, lavoro, Europa:...
Piero Fantechi . 18 Giugno 2018
Le Stanze (via Curtatone e Montanara 16), Pistoia da lunedì 18 a sabato 30 giugno, ore 21.30 (riposo: domenica 24) LA SIGNORINA ELSE di Arthur Schnitzler traduzione Sandro Lombardi drammaturgia Sandro Lombardi, Fabrizio Sinisi e Federico Tiez...
Piero Fantechi . 18 Giugno 2018
  Festival del Maggio Fiorentino – LXXXI Maggio MusicaleTeatro del Maggio Il Prigioniero/Quattro pezzi sacri Luigi Dallapiccola / Giuseppe Verdi Maestro concertatore e direttore Michael Boder Regia e coreografiaVirgilio Sieni 19 giugno 20...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons