DEApress

Tuesday
Sep 25th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Le macerie di Don Milani

E-mail Stampa PDF

E' triste che in questa nostra Italia decadente sia necessario creare macerie per potersi fare la propria isola di pubblicità. E' triste come le macerie siano quelle della persona e dell'opera di Don Lorenzo Milani che, dopo 50 anni dalla morte è ancora oggetto per vari intellettuali  di disturbo. Ed è così che su quotidiani nazionali ad alta tiratura e case editrici ad alto berlusconaggio si faccia la gara a demolire, perfetta icona di una non trascendenza di valori sia spirituali che morali. Quando si parla di Don Lorenzo Milani bisognerebbe innanzi tutto essere fuori da qualsiasi mischia, essere intransigenti ed essere soprattutto chiari con sè stessi e con il proprio mondo interiore. Accusarlo di omosessualità e di pederastia è come dire ad un barbone "guarda che la zuppa si fredda"! Distruggere quindi, usare Don Milani per il proprio sostentamento, per il sostentamento di scrittori, case editrici, quotidiani che creano ad arte di marketing e di stratagemmi di bassa psicologia un caso, utile, molto utile al proprio sostentamento. E' comodo ora alzarsi e dire la propria, è comodo usare ancora Don MIlani per farsi scudo dei propri limiti, dei propri fallimenti, delle proprie idiosincrasie. E' grave come nel nostro italico balletto tutto ciò passi come argomento da lotteria mediatica, da settimana enigmistica (con tutto il rispetto per la rivista), da gioco a chi è più e chi è meno. In tutto questo è quindi facile leggere l'incongruenza, la non appartenenza e la poca "fede" di chi tende a demolire, di chi usa una persona che non si può difendere da oramai cinquanta anni per farne proprio verbo, per farne proprio cibo di guadagno. In questa becera storia non esistono vincitori, non esistono vinti ma solo persone che probabilmente non hanno bene a mente cosa già in vita avesse dovuto subire Don MIlani. Ora dopo cinquanta anni sarebbe il caso di essere onesti, di scrivere ciò che è giusto e di non usare la sua persona, la sua opera come un mero tiro da fiera. Anzi il silenzio sarebbe il maggior rispetto e la maggiore comprensione del suo mandato terreno.  A tutto questo mediatico mondo forse sfugge quanto Don MIlani fosse innamorato del suo credo, della sua passione. Probabilmente ciò che non è più fede, non è più passione e quindi, morto anche Pasolini, ci si inerpica su montagne rocciose ed impervie per parlare ancora di argomenti che possano essere utili solo a chi li crea,  Sarebbe il caso di riflettere prima di scrivere, di usare chi non è più in vita, sarebbe il caso di smetterla di abusare e di violentare le memorie. Sarebbe il caso di rimpiangere chi ha provato a cambiare questa becera terra ma ottenendo ancora oggi il risultato di essere solo obiettivo di distruzione e di macerie.

Share

Ultimo aggiornamento ( Sabato 22 Aprile 2017 19:07 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Piero Fantechi . 25 Settembre 2018
  Inaugurata a Sesto Fiorentino la mostra antologica sul noto pittore toscano nel centenario della nascita   Scatizzi incanta il pubblico a La Soffitta Spazio delle Arti   E' stata inaugurata domenica 23 settembre a ...
Administrator . 24 Settembre 2018
Fotogallery HABITAT ECOVILLAGGIO Gambassi Terme (FI) ecovillagiohabitat@gmail.com
DEApress . 24 Settembre 2018
Sistema Documentario Integrato dell'Area Fiorentina SDIAF e Centro Studi e Archivio DEA   18 ottobre 2018 ore 17.00 - Via dell'Oriolo 24 - Firenze Luca Brogioni e Silvna Grippi presentano il Docufilm  UNA PAUSA DELL’ANIMA di Fra...
Silvana Grippi . 24 Settembre 2018
Eccoci al 18° MEDIARC - FESTIVAL INTERNAZIONALE DI ARCHITETTURA IN VIDEO Firenze 25 – 27 Settembre 2018  il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze, propone la nuova edizione di MEDIARC - FESTIVAL INTERNAZIONALE ...
Antonella Burberi . 24 Settembre 2018
Fondazione CR Firenze (Via Bufalini n. 6) – dal 22 settembre al 18 novembre lo Spazio Mostre di Fondazione CR Firenze ospita la mostra “ARTISTE. FIRENZE 1900 – 1950”, promossa dalla Fondazione e Advancing Women Artists in collaborazione con il Gabine...
Antonella Burberi . 24 Settembre 2018
Ulay/Marina Abramovic Relation in Space 1976 video New York PALAZZO STROZZI - FIRENZE - Dal 21 settembre 2018 al 20 gennaio 2019 Palazzo Strozzi ospita la prima grande mostra retrospettiva italiana dedicata a Marina Abramović, una delle person...
Piero Fantechi . 24 Settembre 2018
Da martedì 25 a giovedì 27 settembre a Milano, Fiera Rho, padiglione 9 A14 Cuoio di Toscana a LINEAPELLE, con uno spazio cinema, un seminario e tutte le novità moda Fall-Winter 2019/2020, dalle linee essenziali Martedì 25 settembre alle ore 15 ...
Piero Fantechi . 24 Settembre 2018
Caffè Letterario delle Murate Libera Firenze e l'associazione Le Discipline presentano «Note Libere» con I SCREAM BOBO RONDELLI BARO DROM ORKESTAR MARZOUK MEJRI Venerdì 28 settembre dalle ore 19 presso il Cafè Letterario Le Murate (Piazza ...
Piero Fantechi . 24 Settembre 2018
È in corso dalle prime ore di questa mattina una vasta operazione dei carabinieri del Comando provinciale di Reggio Calabria, in esecuzione di un fermo emesso dalla Dda nei confronti di appartenenti alla cosca Alvaro di Sinopoli, accusati di associ...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons