DEApress

Tuesday
Oct 17th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Senza i tuoi occhi - Liceo a Firenze

E-mail Stampa PDF

Mettersi nei panni di chi non vede per diventare cittadini più attenti e responsabili. L'integrazione passa anche attraverso lo sport. Oggi, nella palestra del liceo scientifico Gramsci di via del Mezzetta, giornata senza dubbio particolare per studenti e residenti della zona che, bendati, hanno potuto realmente calarsi nelle vesti di chi non vede, cimentandosi nello showdown, ma anche nella scherma e nel judo.

"Per i ragazzi è stata una vera e propria palestra di educazione civica. L'augurio è che dopo quest'esperienza si rendano conto delle difficoltà che ogni giorno i disabili devono affrontare per colpa della disattenzione dei normodotati", osserva Nicola Vincenti, presidente della polisportiva Silvano Dani dell'Unione ciechi di Firenze, che ha organizzato l'iniziativa con la collaborazione del Quartiere 2 e il patrocinio della Regione Toscana.

Sono intervenuti anche l'arbitro internazionale di showdown Massimo Sanapo, il maestro d'armi Alberto Bruni, il capitano della squadra di baseball non vedenti di Firenze Danilo Musarella e il campione di judo Alessio Benvenuti.

Share

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 19 Maggio 2017 16:27 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

L'AltopArlAnte . 16 Ottobre 2017
  Il fascino di un racconto estemporaneo e leggendario viene rivestito di un sound ibrido che alterna musica classica e prog per un risultato del tutto innovativo ed accattivante. “Il Distacco” è un brano che racconta l’evento epico della separazi...
DEApress . 16 Ottobre 2017
I premi al miglior medio e corto sono andati rispettivamente a “On the Edge of Life” di Yaser Kassab (Siria) e “Duelo” di Alejandro Alonso Estrella (Cuba). La targa Gian Paolo Paoli va a “Maman Colonelle” di Dieu...
DEApress . 16 Ottobre 2017
“La via Sonora – Musica che urla”| Associazione Musica a Traverso LA VIA SONORA è il progetto pilota che attraverso una serie di eventi affronta il tema dei diritti umani usando l’arte e la musica in particolare. MUSICA CHE URLA focalizza l’atten...
L'AltopArlAnte . 16 Ottobre 2017
  Il modello e ballerino debutta nel panorama discografico sperimentando un mix di musica trance, dance, ed elettronica EDM in un pezzo che sa accontentare i palati musicali di vecchie e nuove generazioni. Un "esperimento sonoro" audace ed ipnotico...
L'AltopArlAnte . 16 Ottobre 2017
  Il punto di vista sempre acuto e pungente dei sei istrionici musicisti dà ora vita al racconto musicale che descrive metaforicamente chi vive di rendita senza mai esporsi in prima persona. “Cucù” è un brano che prende un po' in giro gli arrampica...
L'AltopArlAnte . 16 Ottobre 2017
  La malinconica fotografia di Torino è culla del ricordo di un amore ormai sbiadito, supportato da un suono dinamico e coinvolgente che si libera in un ritornello dalla melodia trascinante. "Giorni di Periferia" è l'unico pezzo d'amore che Mac...
L'AltopArlAnte . 16 Ottobre 2017
  Con la collaborazione autorale di Giuseppe Anastasi e la produzione artistica di ValterSacripanti, nasce un brano che sviscera le dinamiche del percorso di crescita e maturazione che ognuno di noi affronta, attraverso un sound pop-rock di forte im...
L'AltopArlAnte . 16 Ottobre 2017
    Non una comune canzone d’amore ma un atto di ribellione che incita a non arrendersi mai dinnanzi agli stereotipi imposti dalla società. “Da Lungomare” non racconta di un altro amore finito e romanticamente disperato ma urla il bisogno di non...
Fabrizio Cucchi . 15 Ottobre 2017
Come ho già documentato in passato (1) le (purtroppo) nostre ferrovie, ma soprattutto la stazione fiorentina di S.M.Novella, sono il quotidiano teatro del peggio di quanto possono fare i cittadini, gli imprenditori, nonchè di scenette poco edificat...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons