DEApress

Monday
Dec 17th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Recensione "Da lontano sembrano mosche" di Kike Ferrari

E-mail Stampa PDF

9788807032721_quarta.jpg

Il titolo proposto per questa settimana è il lavoro di Kike Ferrari "Da lontano sembrano mosche" edito da Feltrinelli.

L’Argentina non finisce di stupirci nel proporre autori che non può non far piacere leggere quanto scrivono.

Kike Ferrari con il suo “Da lontano sembrano mosche” rientra tra questi. Ci troviamo nell’Argentina post dittatura ed anche post crisi economica, ma che di quei periodi si porta dietro tutto il negativo. Ostentare il proprio potere economico attraverso una vita fatta di cocaina, viagra, nell’umiliare e tradire la propria moglie, nell’avere donne da usare per i propri “bisogni” sessuali, nell’avere come guardiaspalle un ex poliziotto torturatore, per il quale anche l’omicidio è un servizio come tanti altri, nel piegare le volontà altrui alla propria ed una BMW da 200.000 dollari per far si che negli altri, solo definibili pezzenti, si produca non solo stupore ma piuttosto invidia.

Ma il Sign Machi, un nuovo ricco coinvolto nelle sparizioni dei sovversivi dalla sua fabbrica tessile, deve fare i conti con la realtà ed una realtà ben diversa da quella vissuta e che nel momento in cui una ruota della sua bmw si buca la normalità quotidiana, considerata ridicola, si vendica, ed il suo stile di vita, per cui gli uomini d’affari, onesti o sporchi che siano, hanno rivali e non nemici, che benedice le regole dell’economia di mercato, cambia drasticamente. Rivali, sudditi e tutti gli altri che stanno ai margini divengono potenziali nemici.

Nel baule della macchina un cadavere, parola che il Sign non riesce a pronunciare al cui posto dice “quello”, e quattro interrogativi senza risposte accettabili: dove, chi, come, perché. Causalità o complotto? Ogni risposta solleva nuove domande annullando di conseguenza le precedenti.

Quando, a fatica, ritiene di aver sistemato quanto pareva andare a rotoli, l’incubo ricomincia.

Un noir che, se in questo caso non ha colpevoli identificabili ed identificati, ha un colpevole ben chiaro: lo status quo strafottente ed arrogante. Il marciume di una società che scivola verso il baratro, una società che precipita in un piano inclinato, un precipizio senza fine.

Share

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 28 Novembre 2018 16:44 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvio Terenzi . 17 Dicembre 2018
ANDREA GIOÈ"L'Ottimista!" "Andrea!(...sto rinascendo)" - Official HD Un disco per tornare in scena. Qual migliore scusa è un best of della propria carriera... giustamente quando la carriera è lunga e corposa quanto basta per aver tanto da dire, anz...
Fabrizio Cucchi . 17 Dicembre 2018
Dopo gli interventi oltre la frontiera con la Siria, la guerra di Erdogan contro i curdi vede la Turchia impegnata, da più giorni,  in una nuova campagna oltre i suoi confini nazionali. Sotto tiro questa volta i curdi del nord dell'Iraq. Almeno ...
Silvana Grippi . 17 Dicembre 2018
Martedì 18, Mercoledì 19, Giovedì 20, Venerdì 21, Sabato 22 Dicembre 2018 Ore 17:30 Teatro Grazia Deledda, Paulilatino (OR) Teatro Instabile in CLOWN, SALTIMBANCHI E CAVALIERI di Aldo Sicurella con  Mauro Diana,  Federico F...
Piero Fantechi . 17 Dicembre 2018
Nel mese di Dicembre c/o il Centro Socioculturale D.E.A., via degli Alfani 16/r MERCATINO DI NATALE Oggetti Vintage, Arte, Artigianato, Riciclo, Libri, Fotografie PER I VOSTRI REGALI In foto un esempio di autoproduzione dei nostri soci: riciclagg...
Silvana Grippi . 17 Dicembre 2018
Bozzetto Mitoraj - Ambasciata italiana a Mosca   Cultura: il Museo dei Bozzetti pronto per un tour mondiale promosso dal Ministero degli Esteri, prossime tappe Budapest, New Dehli e Dubai Forte di una collezione di oltre&nbs...
Antonella Burberi . 17 Dicembre 2018
Ambito di Abel Grimmer (Anversa 1570 ca.-1620 ca.) La Torre di Babele Fine del secolo XVI – inizio del secolo XVII Olio su tavola, cm 49,9x66,5 Siena, Pinacoteca Nazionale, Inv. 534 Santa Maria della Scala, Siena - dal 14 d...
Silvana Grippi . 16 Dicembre 2018
    Informazione, formazione e comunicazione sono gli elementi essenziali che la differenziano e danno un valore aggiunto! . L'Agenzia di stampa DEApress, organo dell'Associazione D.E.A.onlus (Didattica-Espressione-Ambiente), è un...
Silvana Grippi . 15 Dicembre 2018
Antonella Burberi . 14 Dicembre 2018
Firenze, Casa Buonarroti - dal 12 dicembre 2018 al 28 febbraio 2019 sarà visitabile la mostra " VASIMANIA dalle Explicationes di Filippo Buonarroti al Vaso Medici" che prende spunto da un'importante pubblicazione di Filippo Buonarroti. Usciva inf...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons