DEApress

Saturday
May 26th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Soave è forse ancor di più.

E-mail Stampa PDF

E' già passato un anno e forse ancor di più, in quel trine morbido che tanto piaceva ancora. Potrebbero essere versi di una delle tante rare canzoni che Paolo Poli usava intonare nella sua vita migliore, quella del teatro, quella che si era scelto come alternativa ad una vita invece fatta da tanta bassa musica e da orecchie poco avvezze . Si, forse si, Paolo Poli scendeva nel suo teatro come nella cabina di regia della sua anima e sapeva dirigere il proprio spettacolo sul palco, qualsiasi esso sia, idiosincrasia di una vita senza steccati, senza obiezioni, senza salvezza, forse. Si sente forte che il suo non apparire più, anche dallo scontato Fazio è pari ad un silenzio assordante, mortificante. La sua essenza era serena, di quella nuvola serena che era poi il suo incarnato, magro, snello, bello. Che cosa strana stare qui a scrivere di chi non  è più  in vita come se invece ci fosse ancora. Paolo Poli scorre come il tempo quindi di un tempo ignoto che forse, ancora forse, non vedremo mai se non con gli occhi della passione. Ed è pertanto la passione che rese la sua vita unica, scollacciata come un'educanda. Porte scorrevoli su figure interpretate, voce mai cadente, una Wandissima come poche, forse oltre la stessa Osiris. Che buio a volte nel ripensare che non lo si vedrà più, neanche dallo scontato  Fazio. E lui CIuffettino scandaloso, enfant du siecle come pochi, sarà lì ad aspettare che quel palcoscenico eterno possa essere ancora lì ad aspettarlo, greco soave, cantore omerico, silenzioso signore di un tempo che è offuscato dalle lacrime di sentimento. Oggi sarebbe unico si sa, ancora oggi sarebbe perfettamente unico in un idioma che pochi conoscono, in una "avemaria" solitaria, come ancora e ancora sempre sarà mai lutto ma suono silenzioso, di una voce sorretta dall'anima, di un tempo, ancora di un tempo, forse, chissà.

Share

 

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 26 Maggio 2018
Scelta per voi dal nostro archvo DEApress - foto di Silvana Grippi
Silvana Grippi . 25 Maggio 2018
Cerchiamo volontari per scannerizzare e preparare nuove pubblicazioni. Archiviazione di: Oggetti, strumenti, dal calotipo al vetro, pellicole B/N e colore, diapositive, foto e video digitali, filmati, dvd, libri ed altro, testimonianze di event...
Piero Fantechi . 25 Maggio 2018
SGRANA & TRABALLA 2018 24-25-26 MAGGIO TRE GIORNI DI MUSICA POPOLARE CENTRO POPOLARE AUTOGESTITO FIRENZE SUD VIA VILLAMAGNA 27A – FIRENZEwww.facebook.com/cpafirenzesud www.cpafisud.org TUTTI I GIORNI CIBO, CONCERTI E SOLIDARIETA’ —————————...
Piero Fantechi . 25 Maggio 2018
              
Beatrice Canzedda . 24 Maggio 2018
    Sabato 26 maggio alle ore 17.30, presso la Galleria ZetaEffe, si terrà l'inaugurazione della mostra Milleduecentosessantuno. Fra astrattismo e arte concettuale, fra modernità e contemporaneità di percorso creativo e s...
Silvana Grippi . 24 Maggio 2018
Piero Fantechi . 24 Maggio 2018
Ecco i nuovi quaderni autoprodotti da DEArt
Piero Fantechi . 24 Maggio 2018
Eccovi qui di seguito il progetto "Il Muro" dove vari artisti/e si incontrano Catalogo con il seguente link: https://issuu.com/deapress/docs/catalogom.u.r.o.empoli_finito
DEApress . 24 Maggio 2018
 Ecovillaggi in Italia   Negli ultimi anni sono sempre di più i paesi e le comunità europee che aderiscono all’iniziativa, compresa l’Italia, che dal 2016 con la RIVE e la Rete Italiana Cohousing contribuisce all’impegno di rendere questo...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons