DEApress

Wednesday
Sep 26th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

La Paranza dei Bambini al Teatro Puccini

E-mail Stampa PDF

paranza_dei_bambini.jpg

Giovedì 29 marzo ore 21.00

al Teatro Puccini

un progetto Nuovo Teatro Sanità
co-prodotto da Marche Teatro e Teatro Carcano Centro d'Arte Contemporanea
in partnership con AMREF

paranza_2.png

con 
Vincenzo Antonucci, Drone

Luigi Bignone, Dumbo

Antimo Casertano, Copacabana, Don Vittorio, Mojo, il padre

Riccardo Ciccarelli, Nicolas

Mariano Coletti, Briatore

Giampiero de Concilio, Cristian

Simone Fiorillo, White

Carlo Geltrude, Dentino

Enrico Maria Pacini, Drago

Antonio Orefice, Lollipop

Scene Armando Alovisi / Assistente alle scene Paolo Iammarone
Musica Tommy Grieco / Luci Paco Summonte

Assistente alla regia Mario Ascione / Aiuto regia Irene Grasso Collaborazione alla regia Carlo Caracciolo

Il Nuovo Teatro Sanità e Mario Gelardi non sono solo resistenza e non sono semplicemente teatro. Loro sono il nucleo intorno al quale alla Sanità, a Napoli, si costruisce un presente reale, che si può toccare vedere e ascoltare. Un futuro che si può immaginare. Loro sono voci che sovrastano urla, sono mani tese. Con loro, con Mario, lavoro per portare in scena “La paranza dei bambini”. Solo loro possono trasformare in corpi, volti e voci le mie parole.

(Roberto Saviano)

"Hanno ali tatuate sulla schiena. Sfrecciano in moto contromano per le vie di Napoli perché sanno che la loro unica possibilità è giocarsi tutto e subito. 
Non temono il carcere né la morte. Sparano, spacciano, spendono. Sono la paranza dei bambini."

Hanno scarpe firmate, famiglie quasi normali e grandi ali “d'appartenenza” tatuate sulla schiena.  Sfrecciano in moto contromano per le vie di Napoli perché sanno che la loro unica possibilità è giocarsi tutto e subito. Non temono il carcere né la morte. Sparano, spacciano, spendono. 

Sono la paranza dei bambini. 

Nel gergo camorristico "Paranza" significa gruppo criminale, ma il termine ha origini marinaresche e indica le piccole imbarcazioni per la pesca che, in coppia, tirano le reti nei fondali bassi, dove si pescano soprattutto pesci piccoli per la frittura di paranza. L'espressione "paranza dei bambini" indica la batteria di fuoco, ma restituisce anche con una certa fedeltà l'immagine di pesci talmente piccoli da poter essere cucinati solo fritti, proprio come quei giovanissimi legati alla camorra che Roberto Saviano racconta nel suo ultimo best seller. 

E quel romanzo diventa ora uno spettacolo teatrale che racconta una verità cruda, violenta, senza scampo. Non a caso lo spettacolo nasce nel Nuovo Teatro Sanità, un luogo 'miracoloso' nel cuore di Napoli, dove si tenta di costruire un presente reale e immaginare un futuro possibile. 

'L'infanzia è una malattia, un malanno da cui si guarisce crescendo', diceva William Golding, l'autore de 'Il signore delle mosche'. E come nel romanzo di Saviano così anche nello spettacolo i protagonisti creano una loro comunità che impone regole feroci per perdere l'innocenza e diventare grandi.

Dopo la felice esperienza dello spettacolo 'Gomorra', Roberto Saviano e Mario Gelardi si uniscono di nuovo in questo progetto teatrale per raccontare la controversa ascesa di una tribù adolescente verso il potere, pronta a piombare nel buio della tragedia scespiriana (lo studioso Jan Kott non diceva forse che è il macello uno dei temi nodali dell'opera di Shakespeare?) e nel nero infinito dei fumetti di Frank Miller.

'Io per diventare bambino ci ho messo dieci anni, per spararti in faccia ci metto un secondo'.

Lo spettacolo è inserito nell’abbonamento Passteatri 2018

Biglietti:

posto unico numerato € 18,00 (diritti di prevendita esclusi)
Biglietti in vendita sul circuito regionale Box Office
Acquisto on line su www.boxol.it
INFORMAZIONI: 055.362067 – 055.210804
Teatro Puccini
Via delle Cascine 41 - 50144 Firenze Tel. 055.362067
www.teatropuccini.it - info@teatropuccini.it - www.facebook.com/teatro.puccini

 

Share

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 26 Marzo 2018 13:18 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

DEApress . 26 Settembre 2018
  Da Firenze all'Australia. Questo il percorso di David Burr, neuroscenziato dell'unversità di Firenze, ordinario di Psicologia fisiologica al Dipartimento di Neuroscienze, area del farmaco e salute del bambino dell’Ateneo fiorentino,&nb...
Piero Fantechi . 26 Settembre 2018
  Ad Avamposti Teatro Festival lo spettacolo dal racconto della scrittrice e poetessa algerina Assia Djebar Venerdì 28 e sabato 29 settembre ore 21.30 – domenica 30 settembre ore 16,30Teatro Manzoni - via Mascagni 18 - Calenzano (Fi...
Piero Fantechi . 26 Settembre 2018
      A Massa Marittima prorogata fino al 4 novembre la mostra “Ambrogio Lorenzetti in Maremma” A Massa Marittima (GR) i capolavori di Ambrogio Lorenzetti hanno fatto centro, riuscendo ad attrarre migliaia di visitatori. Tanti ...
Piero Fantechi . 26 Settembre 2018
  (gratuito per tutti) Possibile iscriversi anche prima dell’inizio del corso L’Associazione Stampa Toscana in collaborazione con la Regione  Toscana ha organizzato un Seminario di aggiornamento professionale sulle attività di comunica...
Piero Fantechi . 26 Settembre 2018
Fino al 30 settembrea Buonconvento (SI) si saluta l’estate con una grande festa popolare che racconta della campagna, dei ritmi della terra e dei suoi frutti generosi Natura, cultura e enogastronomia: ecco il primo weekend della 50ma Sagra dell...
DEApress . 25 Settembre 2018
Un nuovo episodio di violenza è avvenuto nella notte a Firenze. Una ventunenne studentessa, in città per motivi di studio, secondo la ricostruzione dei carabinieri e il resoconto dei fatti fatto dalla vittima alle forte dell'ordine, dopo mezzanotte&n...
Piero Fantechi . 25 Settembre 2018
    "Nel Chiostro delle Geometrie” V edizione Mettete dei fiori nelle vostre Visioni Teatro/performance/architettura/arte/musica/incontri/laboratori 26  27  28 settembre 2018 Chiesa di Santa Verdiana FILIPP...
DEApress . 25 Settembre 2018
Riceviamo e pubblichiamo   Dl Salvini inemendabile: ideologico, pericoloso e ... Roma, 25 settembre 2018 - Me...
Piero Fantechi . 25 Settembre 2018
  BRUCIA IL MONTE SERRA: IN FUMO BELLEZZA E SICUREZZA     Per gli abitanti della piana il Monte Pisano è la bella cornice del vicino orizzonte, il luogo elettivo di passeggiate ed escursioni nel verde. Ora brucia: non è la prima ...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons