DEApress

Saturday
Apr 21st
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Firenze ricorda

E-mail Stampa PDF

Assedio 2

 

Il campo in allestimento per quella, commemorazione vera, lontana dai clamori e dall'agonismo del torneo di San Giovanni che si svolge ogni anno e culmina con la finale che si disputa il 24 giugno, festa di San Giovanni patrono di Firenze. Probabilmente, anz i fiorentini ne sono convinti, è a questa partita che si deve l'origine del calcio.
Tutto ha inizio il 17 febbraio appunto, dell'anno 1530, nella Firenze assediata dalle truppe di Carlo V, che volevano riportare la famiglia Medici a Firenze, venne giocata una partita di Calcio in Costume per deridere il nemico. Insomma i Fiorentini mostrando le loro doti più care come orgoglio, ironia, sfrontatezza, superiorità dinanzi a tutto e tutti, sotto l'assedio delle truppe nemiche decisero di far vedere che a Firenze si sapeva passare il tempo in attesa che il nemico se ne andasse.
Dunque Il Comune di Firenze organizza, anche quest'anno, unitamente all'Associazione 50 minuti, che prende il nome dalla durata di ogni partita, 50 minuti appunto, l'evento storico culturale "La Partita dell'Assedio" in Piazza Santa Croce per ricordare quando i fiorentini, il 17 febbraio 1530, durante l'assedio delle truppe di Carlo V, organizzarono e giocarono una partita di pallone, a dimostrazione del disdegno e dell'orgoglio della Repubblica Fiorentina, rispondendo con le armi dell'ironia all'assedio di Firenze da parte dell'aggressore.
La Partita dell'Assedio è un inno a Firenze, un simbolo che fa parte dell'identità più profonda di ogni fiorentino e che ad ogni edizione valorizza il senso di appartenenza alla città. Il punto di riferimento delle manifestazioni storiche fiorentine per inaugurare un anno che spero bellissimo per le tradizioni popolari e il Calcio storico. Quest'anno abbiamo voluto stimolare ancora di più l'orgoglio dei fiorentini andando a cercare collaborazioni anche con soggetti privati che potranno dare una mano all'Amministrazione per rendere ancora più grande il mondo delle tradizioni popolari e realizzare un Calcio storico sempre più bello, partecipato e fiorentino. Scrive Andrea Vannucci, assessore allo sport del Comune di Firenze sul sito ufficiale del Calcio Storico Fiorentino, a cui fa eco Michele Pierguidi Presidente del Calcio Storico che ha scritto:
La Partita dell'Assedio è uno dei pilastri della coscienza dei fiorentini. A quasi cinque secoli di distanza la forza di questo episodio è rimasta intatta, anzi si può dire che sia cresciuta. La storia della Partita è una delle ultime tradizioni, vere, forse, la sola ad essere passata di bocca in bocca dai genitori ai figli, un racconto che resta vivo, tramandato di generazione in generazione. Nella vicenda storica c'è tutto quello che rappresenta Firenze: dalla cacciata dei Medici al ritorno della Repubblica fiorentina; c'è il coraggio di non arrendersi e di resistere per due, lunghi, anni all'Assedio delle truppe del più grande Impero del mondo; ci sono la forza, il valore e una tenacia che porta gli assalitori a dover trattare e li costringe a vincere grazie all'inganno: c'è l'irriverenza e l'ironia, ora come allora, di chi pur nelle peggiori situazioni non si perde d'animo e, come solo i fiorentini sanno fare, addirittura prendere in giro il nemico. Questa tradizione rivive, oggi, per l'opera di alcuni fiorentini eccezionali: l'Associazione Cinquanta Minuti, un gruppo che riunisce i grandi Calcianti del passato e che adesso, superate le rivalità fra i Colori, si impegnano tutti assieme per la solidarietà e per il bene di Firenze. Uberto Bini, il presidente, e i suoi ragazzi sono la dimostrazione che questa città così litigiosa sa essere unita per il bene comune. I Calcianti veri, sono pronti a superare qualsiasi divisione e questa Associazione lo ha già dimostrato in passato, dando vita ad eventi importanti che hanno sostenuto tante realtà benefiche cittadine. Il loro impegno dimostra una volta di più chi sono i Calcianti e quale passione muova chi vive il Calcio Storico. Tener vivi valori e tradizione è il loro grande merito. I Calcianti dell'Associazione Cinquanta Minuti incarnano perfettamente questo spirito e hanno pieno diritto di indossare i colori storici del Calcio e di giocare in piazza Santa Croce facendo davvero rivivere la Partita del 17 febbraio 1530.
L'evento è aperto al pubblico e gratuito - domani alle 15.00 con l'arrivo del tradizionale Corteo Storico in piazza Santa Croce, benedizione in Basilica, schieramento in campo. L'inizio della partita è previsto alle 15.45.

Share

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 20 Febbraio 2017 13:49 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

DEApress . 20 Aprile 2018
Fur, siamo noi tutti. Siamo umani affetti da Bigottismo secondario all'educazione socialmente utile. Fur è l'origine del selvatico e assenza di pregiudizio, è il soffio divino che abbiamo scartato per rimanere alsicuro mimetizzati nelle nostre...
DEApress . 20 Aprile 2018
Fur, siamo noi tutti. Siamo umani affetti da Bigottismo secondario all'educazione socialmente utile. Fur è l'origine del selvatico e assenza di pregiudizio, è il soffio divino che abbiamo scartato per rimanere alsicuro mimetizzati nelle nostre...
Fabrizio Cucchi . 20 Aprile 2018
Ultimamente i media sono tornati a parlare di Cuba, a causa del recente cambio di presidente. L’isola caraibica rimane sempre, per ragioni storiche e geografiche, un tassello importante degli avvenimenti mondiali. Per saperne di più, abbiamo intervis...
Piero Fantechi . 20 Aprile 2018
FLORENCE BIENNALE PORTA LA STREET ART ALLA MOSTRA DELL’ARTIGIANATO   Per la prima volta un evento di Florence Biennale – Mostra internazionale di arte contemporanea, troverà spazio all’interno del programma della 82a Mostra internazionale de...
DEApress . 19 Aprile 2018
Biblioteca delle Oblate - Sala Oiano Terra - Presentazione del libro "Il Mediterraneo -Un Mare di confine - culture tra acqua e terra" . L' ultimo volume pubblicato dalle Edizioni D.E.A. è il frutto di un lavoro di ricerca dutato due anni e svolto d...
Piero Fantechi . 19 Aprile 2018
Ultima settimana per visitare la mostra LA TROTTOLA E IL ROBOT Tra Balla, Casorati e Capogrossi a cura di Daniela Fonti e Filippo Bacci di Capaci PALP Palazzo Pretorio Pontedera Domenica 22 aprile la chiusura   Ultimi giorni, al PALP ...
Piero Fantechi . 19 Aprile 2018
                                   Al via il recupero dell’intera area del Parco di Villa il Ventaglio col contributo di Fondazione ...
Piero Fantechi . 19 Aprile 2018
Combo Social Club   Via Mannelli, 2   Firenze     VENERDÌ  20 APRILE 2018  5 anni di Combo  Venerdì 20 dalle 22.30  5 anni di Combo Festa per il quinto compleanno del Combo: sul palco ...
DEApress . 19 Aprile 2018
Villa Romana segnala l'uscita della prima monografia internazionale sulla vita e le opere di Ketty La Rocca, artista predominante nel panorama italiano degli anni '60/'70. Donna creativa e  poliedrica, ha fatto della diversità il suo marchio d...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons