DEApress

Friday
May 26th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Firenze ricorda

E-mail Stampa PDF

Assedio 2

 

Il campo in allestimento per quella, commemorazione vera, lontana dai clamori e dall'agonismo del torneo di San Giovanni che si svolge ogni anno e culmina con la finale che si disputa il 24 giugno, festa di San Giovanni patrono di Firenze. Probabilmente, anz i fiorentini ne sono convinti, è a questa partita che si deve l'origine del calcio.
Tutto ha inizio il 17 febbraio appunto, dell'anno 1530, nella Firenze assediata dalle truppe di Carlo V, che volevano riportare la famiglia Medici a Firenze, venne giocata una partita di Calcio in Costume per deridere il nemico. Insomma i Fiorentini mostrando le loro doti più care come orgoglio, ironia, sfrontatezza, superiorità dinanzi a tutto e tutti, sotto l'assedio delle truppe nemiche decisero di far vedere che a Firenze si sapeva passare il tempo in attesa che il nemico se ne andasse.
Dunque Il Comune di Firenze organizza, anche quest'anno, unitamente all'Associazione 50 minuti, che prende il nome dalla durata di ogni partita, 50 minuti appunto, l'evento storico culturale "La Partita dell'Assedio" in Piazza Santa Croce per ricordare quando i fiorentini, il 17 febbraio 1530, durante l'assedio delle truppe di Carlo V, organizzarono e giocarono una partita di pallone, a dimostrazione del disdegno e dell'orgoglio della Repubblica Fiorentina, rispondendo con le armi dell'ironia all'assedio di Firenze da parte dell'aggressore.
La Partita dell'Assedio è un inno a Firenze, un simbolo che fa parte dell'identità più profonda di ogni fiorentino e che ad ogni edizione valorizza il senso di appartenenza alla città. Il punto di riferimento delle manifestazioni storiche fiorentine per inaugurare un anno che spero bellissimo per le tradizioni popolari e il Calcio storico. Quest'anno abbiamo voluto stimolare ancora di più l'orgoglio dei fiorentini andando a cercare collaborazioni anche con soggetti privati che potranno dare una mano all'Amministrazione per rendere ancora più grande il mondo delle tradizioni popolari e realizzare un Calcio storico sempre più bello, partecipato e fiorentino. Scrive Andrea Vannucci, assessore allo sport del Comune di Firenze sul sito ufficiale del Calcio Storico Fiorentino, a cui fa eco Michele Pierguidi Presidente del Calcio Storico che ha scritto:
La Partita dell'Assedio è uno dei pilastri della coscienza dei fiorentini. A quasi cinque secoli di distanza la forza di questo episodio è rimasta intatta, anzi si può dire che sia cresciuta. La storia della Partita è una delle ultime tradizioni, vere, forse, la sola ad essere passata di bocca in bocca dai genitori ai figli, un racconto che resta vivo, tramandato di generazione in generazione. Nella vicenda storica c'è tutto quello che rappresenta Firenze: dalla cacciata dei Medici al ritorno della Repubblica fiorentina; c'è il coraggio di non arrendersi e di resistere per due, lunghi, anni all'Assedio delle truppe del più grande Impero del mondo; ci sono la forza, il valore e una tenacia che porta gli assalitori a dover trattare e li costringe a vincere grazie all'inganno: c'è l'irriverenza e l'ironia, ora come allora, di chi pur nelle peggiori situazioni non si perde d'animo e, come solo i fiorentini sanno fare, addirittura prendere in giro il nemico. Questa tradizione rivive, oggi, per l'opera di alcuni fiorentini eccezionali: l'Associazione Cinquanta Minuti, un gruppo che riunisce i grandi Calcianti del passato e che adesso, superate le rivalità fra i Colori, si impegnano tutti assieme per la solidarietà e per il bene di Firenze. Uberto Bini, il presidente, e i suoi ragazzi sono la dimostrazione che questa città così litigiosa sa essere unita per il bene comune. I Calcianti veri, sono pronti a superare qualsiasi divisione e questa Associazione lo ha già dimostrato in passato, dando vita ad eventi importanti che hanno sostenuto tante realtà benefiche cittadine. Il loro impegno dimostra una volta di più chi sono i Calcianti e quale passione muova chi vive il Calcio Storico. Tener vivi valori e tradizione è il loro grande merito. I Calcianti dell'Associazione Cinquanta Minuti incarnano perfettamente questo spirito e hanno pieno diritto di indossare i colori storici del Calcio e di giocare in piazza Santa Croce facendo davvero rivivere la Partita del 17 febbraio 1530.
L'evento è aperto al pubblico e gratuito - domani alle 15.00 con l'arrivo del tradizionale Corteo Storico in piazza Santa Croce, benedizione in Basilica, schieramento in campo. L'inizio della partita è previsto alle 15.45.

Share

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 20 Febbraio 2017 13:49 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

massimo.pieraccini . 26 Maggio 2017
         D D come D Day, o come Divertimento e Donazione, non di denari, ormai di denari ne sono rimasti pochi a tutti! Quello che hanno chiesto a Novellara gli organizzatori di una bella festa non è stato soldi, ma di pen...
Silvana Grippi . 26 Maggio 2017
Oggi sono alla Libreria "Les Mots" a Milano insieme a pasquale Abatangelo per presentare un libro dell'Edizione DEA e ne approfittiamo che conoscerla e farci raccontare la sua storia: La libreria apre i battenti nell’ottobre del 2011 con pochi mezzi...
DEApress . 26 Maggio 2017
Cari soci, amici, lettori e conoscenti, prendete nota del nostro codice fiscale: 03938570482, è il codice da indicare per la destinazione del 5 per MILLE. Ci aiuterà a fare progetti di solidarietà e partecipazione. Servirà soprattutto a dare soste...
DEApress . 26 Maggio 2017
Pasquale Abatangelo “Correvo pensando ad Anna” recensione di Davide Steccanella   “I dannati della terra” di Frants Fanon, pubblicato in Francia nel 1961 con la prefazione di Jean Paul Sarte, è stato, ha detto l’ex dirigente del Black P...
Silvana Grippi . 26 Maggio 2017
Giornata Europea dei Parchi  28 Maggio 2017 dalle ore 16.30 alle 19.00Festa al Parco dell'Anconella Il 24 Maggio è stata indetta la Giornata Europea dei Parchi, Incontriamoci Domenica 28 Maggio per celebrare, in modo so...
Mariangela . 25 Maggio 2017
26-27-28 maggio 2017Pistoia – Dialoghi sull’uomo, il festival dell’antropologia del contemporaneo, presenta qui la sua ottava edizione dedicata a “La cultura ci rende umani. Movimenti, diversità e scambi”. La tematica proposta richiama la nomina di...
DEApress . 25 Maggio 2017
RIFORMA DEL TERZO SETTORE - Guida di riferimento         Un’Italia generosa, un’Italia che lavora alla ricerca di una qualità di vita migliore. E’ il Terzo Settore italiano, formato da chi fa del volontariato, della cooper...
DEApress . 25 Maggio 2017
La redazione D.E.A.press apre le porte a chiunque voglia contribuire alle sue attività socialmente utili aiutateci a sostenere una informazione indipendente e partecipata! Ogni giorno siamo al servizio delle "notizie minori" La redazio...
L'AltopArlAnte . 24 Maggio 2017
La cantautrice senese descrive in musica l’iter evolutivo di una storia d’amore: dai primi passi fino alla trasformazione che accompagna i cambiamenti caratteriali dei due protagonisti. “Parlo di te” è la lucida analisi dell’evoluzione di una stor...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons