DEApress

Monday
Aug 20th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Sciopero dei medici, sospesi 40mila interventi chirurgici

E-mail Stampa PDF

Ha raggiunto l'80% di adesione lo sciopero nazionale dei medici e dirigenti del Servizio sanitario nazionale, indetto per oggi. Sono circa 134.000 i professionisti che hanno deciso di astenersi dal recarsi presso i propri posti di lavoro e le prime previsioni hanno stimato che ciò abbia causato il rinvio (chissà a quando?) di un numero di interventi chirurgici e visite che si aggira attorno ai 40.000.

A scatenare lo sciopero è stata la legge di bilancio, da cui il settore si aspettava approssimativamente 600 milioni in più di finanziamenti. Senza considerare i tagli del personale che, a partire dal 2010, ammontano a quasi 60.000 unità, mentre coloro che hanno mantenuto il proprio posto di lavoro attendono da 8 anni il rinnovo del contratto.

A sostenere le ragioni dello sciopero spiccano Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana ed esponente di Liberi e uguali, oltre che il ministro della salute Beatrice Lorenzin. "Governo favorisce sanità privata a scapito di quella pubblica. Oggi scioperano i medici contro un governo che non rinnova i contratti da otto anni, non finanzia adeguatamente la sanità, non toglie i superticket e lascia che esploda la libera professione a pagamento. Però incentiva le mutue e il welfare aziendale e favorisce la sanità privata togliendo risorse a quella pubblica. Il Servizio Sanitario Nazionale è un bene comune da difendere insieme", afferma il primo. Il ministro Lorenzin, si dichiara "assolutamente al fianco dei medici italiani", sostenendo che vi siano due problemi: lo sblocco del turnover e il tema del rinnovo del contratto.

La FP Cgil addossa le colpe alle scelte politiche del governo, contro una legge di bilancio che interviene prevalentemente attraverso bonus, mentre è assente un reale finanziamento per laristrutturazione di politiche di welfare.

Emblematico, in tal senso, il volantino distribuito dai sindacati aderenti: "“Per la sanità pubblica, il diritto dei cittadini alla cura, il diritto dei medici a curare. Per un contratto che riconosca il valore del nostro lavoro e ne migliori le condizioni per la qualità e la sicurezza dei servizi per i cittadini. Per una civile e forte difesa delle nostre professioni, della loro autonomia, dei livelli retributivi, del loro ruolo di garanzia per i cittadini. Per la fine della precarietà in tutti i settori della sanità pubblica e per la creazione di nuova occupazione. Per l’aumento dei contratti di formazione specialistica per i giovani laureati”. Infine, “contro le fallimentari scelte politiche del governo sul sistema sanitario nazionale e sui nostri destini professionali”.

Tra i professionisti protestano anche gli anestesisti rianimatori, dal momento che in Italia vi è una carenza di circa 4.000 anestestisti, con possibili quanto spiacevoli conseguenze riguardo l'eventuale utilizzo improprio dei medici specializzandi nella giornata di sciopero, circostanza che l'Aaroi afferma di aver segnalato direttamente al ministro della Salute e al Comando dei Carabinieri Nas.

Di seguito la lista dei sindacati che hanno proclamato lo sciopero: Anaoo Assomed - Cimo - Aaroi-Emac - Fp Cgil Medici e Dirigenti Ssn - Fvm Federazione Veterinari e Medici - Fassid (Aipac-Aupi-Simet-Sinafo-Snr) - Cisl Medici - Fesmed - Anpo-Ascoti-Fials Medici - Uil Fpl Coordinamento nazionale delle aree contrattuali medica e veterinaria.

(Fonti: Ansa; Quotidianosanità)

Share

Ultimo aggiornamento ( Martedì 12 Dicembre 2017 21:16 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 18 Agosto 2018
Firenze, Palazzo Vecchio ore 11.30 Tanti auguri a Lara e Roberto per il loro matrimonio
Silvana Grippi . 17 Agosto 2018
La musica degli anni settanta e Claudio Lolli - due ricordi indelebili "siamo noi a far bella la luna..riprendiamoci la vita, la terra, la luna e l'abbondanza..." Claudio Lolli è nato a Bologna il 28 marzo 1950 è morto oggi...
Silvana Grippi . 17 Agosto 2018
In Sudan le vie stradali molto spesso non sono percorribili a causa delle piogge e quindi in alternativa come mezzo di trasporto c'è la piroga. Questa volta purtroppo la situazione è stata fatale a ventiquattro bambini che stavano andando a scuola e ...
Marco Ranaldi . 16 Agosto 2018
  Sembra ferma l'acqua chiara, ma si muove piano piano. Incomincia a fremere, ha voglia di correre. Vibrazioni dell'anima, che incomcio a conoscere. Emozioni semplice, che comunque abituano la nostra età ad andar sempre dove il cuore vuol...
Silvana Grippi . 16 Agosto 2018
Tante sono le domande che dobbiamo porci dopo questa tragedia dei ponti che cadono ma, secondo me, la più importante è:. Come si fa a costruire dei ponti in calcestruzzo armato senza verificare quanti anni potranno durare?   Guardiamo insieme...
Silvana Grippi . 16 Agosto 2018
Aretha Louise Franklin ci ha lasciato!   Nata a Memphis, 25 marzo 1942 ha iniziato a cantare all'età di 15 anni ed è diventata un simbolo della musica gospel, soul e R&B. Possiamo considerarla una cantautrice e brava pianista, era sopra...
Silvana Grippi . 14 Agosto 2018
14 agosto ore 12.00 - Un disastro dell' ultima ora - Oggi alle 11.00 circa sull’A10 Genova è crollato il ponte Morandi, ha ceduto il viadotto che attraversa il tratto autostradale ligure. Ora si stanno cercando le vittime dopo si cercheranno le res...
Silvana Grippi . 14 Agosto 2018
  L’ultimo muro dipinto da Zed1 a Montegranaro per Veregra Street Festival, porta il titolo  di ‘Un viaggio per le stelle’.        Così come Zed1 ci ha insegnato, i suoi muri non sono mai semplici disegni, ma fant...
DEApress . 13 Agosto 2018
Carissimo, quella di Sant'Anna non fu l'ultima mascalzonata degli americani, che si trovavano a quel punto a Pisa. Se avessero voluto, in mezz'ora sarebbero arrivati in Versilia. L'11 agosto liberarono Firenze, il 12 lasciarono che i tedeschi ammazz...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons