DEApress

Thursday
Oct 19th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Festival dei popoli - quinta giornata: gli X Japan

E-mail Stampa PDF

We_are_X.jpg

Allo Spazio Alfieri due storie italiane, dalla periferia di Bari alle case popolari di Napoli

Al 58/mo Festival dei Popoli

l’anteprima italiana di “We are X”

Dai produttori di “Searchin for Sugar Man” sul grande schermo la musica e il mito della rock band giapponese più famosa di tutti i tempi. Ospite d’eccezione il frontman Yoshiki

Firenze, 13 ottobre 2017 – La musica e il mito della più grande rock band giapponese di tutti i tempi, gli X Japan, arriva al 58/mo Festival dei Popoli con l’anteprima italiana di “We are X” (UK/Giappone/USA, 2017, 95’), il documentario di Stephen Kijak applaudito al Sundace ed evento speciale della quinta giornata della manifestazione, sabato 14 ottobre ore 21.00 al cinema La Compagnia (via Cavour 50/r). A presentare il film in sala sarà un ospite d’eccezione: il carismatico frontman Yoshikibatterista, pianista, compositore e produttore sotto la cui enigmatica guida gli X Japan hanno venduto più di 30 milioni di singoli e album, annoverando tra i fan nomi del calibro di Sir George Martin, i KISS, Stan Lee e persino l’imperatore del Giappone. Prodotto dal team premio Oscar per “Searching for Sugar Man” e acclamato dalla critica internazionale “We are X” è l’incredibile storia di una band che ha creato un fenomeno culturale unico, a partire dagli anni ‘80 fino alla memorabile performance al Madison Square Garden di New York nel 2014.

Da segnalare allo Spazio Alfieri (via dell’Ulivo 6) due pellicole in concorso italiano, due spaccati su una penisola piena di contraddizioni e complessità, ma anche di una leggerezza unica e a tratti comica. Alle 19.30 “Via della Felicità” di Martina di Tommaso (Italia, 2017, 66’), la storia di Elisa che dal suo quartiere-ghetto alla periferia di Bari decide di trasferirsi a Bonn, in Germania, dove sua sorella e altri abitanti del quartiere hanno creato una piccola colonia, ma scoprirà presto che la nuova vita non è come se la immaginava. Alle 21.00 sarà invece il momento di “Aperti al pubblico” di Silvia Bellotti (Italia, 2017, 75’), uno sguardo sulle battaglie quotidiane in scena all’Istituto Autonomo per le Case Popolari di Napoli, ente incaricato della gestione dei 40.000 alloggi presenti in città e nella provincia. Gli uffici sono il palcoscenico di accesissime tenzoni verbali tra gli impiegati e la moltitudine di utenti, oscillando tra l’assurdo kafkiano e le pagine più divertenti del teatro partenopeo, in un ritratto fedele della "burocrazia del compromesso". Entrambe le proiezioni si terranno alla presenza dei registi.

Al cinema La Compagnia le attività del festival partiranno alle 11.00 con How I did it, incontri aperti al pubblico con i registi del festival. Nel pomeriggio al via le proiezioni con una giornata tutta dedicata al concorso internazionale. Alle 15.00 “Garmonia” (Russia, 2017, 60’), cronaca delicata della convivenza tra l’anziana proprietaria di un piccolo appartamento e la numerosa e turbolenta famiglia della nipote, firmata da Lidia Sheinin (ospite del festival). Alle 17.00 si prosegue con due cortometraggi, entrambi presentati in sala dagli autori: “The boy from H2” di Helen Yanovsky (Israele/Palestina, 2017,21’), che segue il dodicenne palestinese Muhammad Burqan nella sua vita all’interno del settore H2 della città di Hebron in Cisgiordania, tra arresti e scontri con la polizia, e “La convocazione” di Enrico Maisto (Italia, 2017, 57’), ritagli di volti e di pensieri di sconosciuti prescelti per partecipare alla giuria popolare convocata dalla corte d’assise d’appello di Milano per occuparsi delle stragi e dei delitti più noti avvenuti in Italia negli ultimi decenni. Alle 19.00 i paesaggi e le tradizioni del Nordafrica saranno al centro di “Des moutons et des hommes” (Svizzera/Francia/Qatar, 2017, 78’), in cui Karim Sayad, ospite in sala, indaga un’antica competizione ancora molto popolare in Algeria: l’organizzazione di combattimenti tra montoni. Incontri rudi e cruenti intorno a cui ruota una comunità di appassionati:chi guarda, chi scommette, chi spera di far gareggiare nell’arena il campione in grado di dargli gloria e denaro.

Allo Spazio Alfieri la giornata si aprirà con un mediometraggio realizzato dagli studenti di FilmaP - Atelier di Cinema del Reale di Napoli, alla presenza degli autori: “Sub tuum praesidium” di Carlo Manzo e Francesco Romano (Italia, 2017, 55’), con cui i registi osservano la vita di alcuni anziani che vivono il silenzio dei giorni, e ciò che rimane di quei gesti antichi che legavano l’uomo alla natura e allo Spirito.Si continua alle 16.30 con “Campaign 2” (Usa/Giappone, 2013, 149’), lavoro del maestro Kazuhiro Soda (ospite del festival) che si concentra sulla campagna elettorale di un candidato solitario e squattrinato dopo la catastrofe di Fukushima, in Giappone. A seguire, alle 19.30 e alle 21.00 i due film in concorso italiano “Via della Felicità” “Aperti al pubblico”. Conclusione alle 22.15 con “Favela olímpica” di Samuel Chalard (Svizzera, 2017,93’), che documenta la resistenza degli abitanti della favela di Vila Autódromo, a Rio de Janeiro, di fronte alle forze politiche e militari che vorrebbero cacciarli dalle loro case per “bonificare l’area” in vista dei giochi olimpici.

Alle 18.30 proiezioni in cartellone anche all’Istituto Francese (piazza Ognissanti 2r) con “Couz” di Rabelle Erian e Camille Tricaud (Francia/Germania, 2017, 30’), le vite di un gruppo di diciassettenni a Marsiglia durante una torrida estate, scandite dal ritmo della musica rap. A seguire “Chaque mur est une porte” di Elitza Gueorguieva (Francia, 2017, 58’), tra materiali di repertorio e riflessioni politiche, un’analisi del periodo storico che ha seguito la caduta del muro di Berlino.

La 58esima edizione del Festival dei Popoli è stata realizzata grazieal sostegno di MiBACT - Direzione generale cinema, Regione Toscana, Comune di Firenze, Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, Il Programma sperimentale Sensi Contemporanei - Toscana per il Cinema, Fondazione Sistema Toscana. Con la sponsorizzazione di Gucci, Unicoop Firenze e Publiacqua. Con la collaborazione dell’Ambasciata di Francia, Institut Français Italia e Institut Français di Firenze, Civica Scuola di Cinema Luchino Visconti, Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo, FilmAp, German Films, Goethe Institut, CG Entertainment, Momoyama, Wallonie Bruxelles Images, Fondazione del Bianco, Palazzo Coppini, Life Beyond Tourism, Ufficio culturale Ambasciata di Israele Roma, Istituto Sangalli, Mymovies.it, Cinemaitaliano.info, Scuola Holden. Con la partecipazione di Zap, Nice Festival, Arci (comitato territoriale Firenze), Toscana Film Network, Water Right Foundation; Spazio Alfieri, Terra di tutti Film Festival. Con la media partner di MYmovies.it, Lungarno, La Rivista Culturale, Gli Spietati, Novaradio, Sentieri Selvaggi, TaxiDrivers, LongTake. Sponsor tecnici: Quinoa ristorante, Il Guelfo Bianco, Le Murate Caffè Letterario, Hotel Medici, SudTitles, Antiche Dimore fiorentine, Simbiosi, Sabor Cubano, Sandwichic, Car2go, Il Desco, Hotel Pitti Palace.

I luoghi del festival:Cinema La Compagnia, via Cavour 50/r, Fca Protetta, vicolo Santa Maria Maggiore 1; Sabor Cubano, via Sant’Antonino 64/r; Videolibrary c/o Mediateca regionale Toscana, via San Gallo 25 (055 2719040); AICS Firenze, largo L. Braille 4 (già via A. Cocchi 4) (055/5061500).

 

Festival dei Popoli: tel.055/244778|info@festivaldeipopoli.org| Facebook: Festival dei Popoli |Twitter: Festival dei Popoli @FdP_Florence | Youtube:www.youtube.com/user/FestivaldeiPopoli

Share

 

Concorsi & Festival

Ultime Nove

massimo.pieraccini . 19 Ottobre 2017
Un'esperienza multisensoriale tra cultura sapori e profumi è quella che ti può regalare una serata al Fulin! Il ristorante cinese che ha saputo portare in riva all'Arno la cultura dell'antico oriente, divenendo uno dei ristoranti asiatici più ricer...
Stefania Parmigiano . 18 Ottobre 2017
San Gennaro che allontana i fulmini dalla città di Onofrio Palumbo - Chiesa della Santissima Trinità (all'interno dell'Ospedale dei Pellegrini)  Foto di Stefania Parmigiano Il concetto di pronto soccorso in Toscana è profondamente d...
Antonella Burberi . 18 Ottobre 2017
Firenze, Museo Archeologico Nazionale – La mostra Pretiosa vitrea, l’arte vetraria antica nei musei e nelle collezioni private della Toscana, visitabile dal 17 ottobre 2017 al 29 gennaio 2018, nasce dalla volontà del Museo Archeologico Nazionale di F...
DEApress . 17 Ottobre 2017
Il socialismo bolivariano non ha una buona stampa in Italia e nemmeno nel resto d'Europa. Per giorni è lanciato in prima pagina, attaccato con le più grandi bugie, poi viene consegnato al silenzio quando dimostra nei fatti di essere un "esperimento...
Riccardo Fratini . 17 Ottobre 2017
Il voto di Vienna ha dato la sua preferenza a destra. Una scelta che si allontanna dal pensiero europeo avvicinandosi allo scettiscismo di chi dispone una chiusura mentale di fronte al progetto di una Europa globalizzata. Certo se per "Europa global...
L'AltopArlAnte . 16 Ottobre 2017
  Il fascino di un racconto estemporaneo e leggendario viene rivestito di un sound ibrido che alterna musica classica e prog per un risultato del tutto innovativo ed accattivante. “Il Distacco” è un brano che racconta l’evento epico della separazi...
DEApress . 16 Ottobre 2017
I premi al miglior medio e corto sono andati rispettivamente a “On the Edge of Life” di Yaser Kassab (Siria) e “Duelo” di Alejandro Alonso Estrella (Cuba). La targa Gian Paolo Paoli va a “Maman Colonelle” di Dieu...
DEApress . 16 Ottobre 2017
“La via Sonora – Musica che urla”| Associazione Musica a Traverso LA VIA SONORA è il progetto pilota che attraverso una serie di eventi affronta il tema dei diritti umani usando l’arte e la musica in particolare. MUSICA CHE URLA focalizza l’atten...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons