DEApress

Tuesday
Dec 12th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

"Vagando di erba in erba, racconti dalla Palestina"

E-mail Stampa PDF

manifestob.jpg

Il 29 novembre l’ONU celebra la Giornata Mondiale di Solidarietà con il Popolo Palestinese, data scelta per il significato che essa ha per il popolo palestinese. Quel giorno, nel 1947, l’Assemblea Generale adottò la risoluzione 181, divenuta nota come la Risoluzione sulla Partizione, che stabiliva la creazione in Palestina di uno “Stato ebraico” e uno “Stato arabo”. Dei due Stati previsti dalla risoluzione, solo Israele, ha visto la luce, mentre il popolo palestinese vive principalmente nel territorio palestinese occupato da Israele dal 1948.

Ma cosa ha creato questa situazione di conflitto in Medio Oriente?

La motivazione principale della disputa non è, come credono in molti, di carattere religioso. Gli scontri - che hanno radici nei primi anni del Novecento, quando l'area faceva parte dell'Impero ottomano - riguardano, in primis, chi ha diritto a quali territori e come questi devono essere amministrati.
Israele è uno Stato ebraico mentre la Palestina è costituita da due territori non indipendenti (con abitanti di etnia araba e in prevalenza musulmani), la West Bank e Gaza.

La gestione della coesistenza tra israeliani e palestinesi è sfociata da un lato nell'occupazione militare e dall'altro nell'azione terroristica di alcuni gruppi armati. Questo ha portato ad altri contrasti e favorito la nascita di fazioni estremiste, che rifiutano ogni compromesso e mirano alla distruzione dell'altro. Una deriva che ha fatto deragliare il processo di pace.

Il primo tentativo di spartizione è arrivato il 29 novembre 1947, quando l'Onu approvò un piano per dividere l'area tra Palestina e Israele, mettendo Gerusalemme, città sacra per entrambi i popoli, «sotto regime speciale internazionale».
[fonte http://www.lettera43.it]

Proprio per ricordare questa data l'Associazione di Amicizia Italo-Palestinese ONLUS organizza, Mercoledì 29 novembre alle 21:00, presso il Teatro del Cestello, lo spettacolo di teatro reportage "Vagando di erba in erba, racconti dalla Palestina" con Patrizia Cecconi e Cristina Manzone.
Il racconto a due voci, con supporto di immagini originali del viaggio, è tratto dal libro "Vagando di erba in erba. Racconto di una vacanza in Palestina" edito da Città del Sole, 2014.
La performance teatrale, ideata da Patrizia Cecconi, autrice del libro e conoscitrice da molti anni della realtà raccontata, è recitata dall'autrice in coppia con l'attrice di teatro Cristina Manzone.
Lo spettacolo, già presentato in teatri e centri culturali in molte città d'Italia, ha sempre raggiunto l'obiettivo di condurre lo spettatore in una sorta di viaggio virtuale di 30 giorni attraverso la Palestina autentica, come fosse un corpo vivente cui la sofferenza e il sopruso non hanno potuto togliere né la bellezza, né tantomeno il piacere di ridere e la volontà di vivere.

Share

Ultimo aggiornamento ( Martedì 28 Novembre 2017 13:41 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Leonardo Marinelli . 12 Dicembre 2017
Ha raggiunto l'80% di adesione lo sciopero nazionale dei medici e dirigenti del Servizio sanitario nazionale, indetto per oggi. Sono circa 134.000 i professionisti che hanno deciso di astenersi dal recarsi presso i propri posti di lavoro e le prime p...
L'AltopArlAnte . 12 Dicembre 2017
  Pubblicato dall’etichetta Rusty Records, il caleidoscopico pezzo che unisce pop, folk e accenni di musica classica, anticipa il progetto #robadamati La canzone "Passo Dopo Passo" di Giuseppe D'Amati, è in gran parte autobiografica. E' dedicata...
L'AltopArlAnte . 12 Dicembre 2017
Ritorna il Premio Bindi Winter, l’edizione speciale invernale del Festival della canzone d’autore. Il Premio Bindi si tiene tutti gli anni in luglio davanti al mare di Santa Margherita Ligure ed è uno dei festival più importanti della canzone d...
DEApress . 12 Dicembre 2017
Era il 12 dicembre del 1969: una bomba di Stato chiudeva in modo tragico la decade che aveva visto saldarsi in Italia la rivolta studentesca con quella operaia, segnando pesantemente quella successiva, conclusa con altra bomba, ancor più micidiale, a...
Fabrizio Cucchi . 11 Dicembre 2017
In una visita a sorpresa alla base russa in Siria di Hmeymim, Putin questa mattina ha annunciato un parziale ritiro delle truppe russe dalla regione (1). Questo annuncio è stato accompagnato da "roboanti cifre" sui successi russi nella zona. "Sono st...
DEApress . 11 Dicembre 2017
Riceviamo e pubblichiamo:"Giovedì 14.12.17, ore 18h.30, presso il Centro Java per il ciclo di incontri "Approfondimenti Stupefacenti": Guerra e DrogaIncontro con Alessandro De Pascale - giornalistaMaggiori informazioni su www.infojava.itDagli oppiace...
L'AltopArlAnte . 11 Dicembre 2017
  Il gruppo della versatile musicista traccia in questo disco un percorso musicale d’impronta folk-rock volto a rappresentare la figura femminile in ogni possibile sfumatura. Lionheart è la rappresentazione di una donna, è “La Donna” ed è tante...
L'AltopArlAnte . 11 Dicembre 2017
  Dopo una carriera già ricca di riconoscimenti (finalista al Premio Tenco, attore e autore teatrale e cinematografico, compositore di successi musicali e sigle radiofoniche), l’eclettico artista, già frontman de Il Parto delle Nuvole Pesanti, propo...
L'AltopArlAnte . 11 Dicembre 2017
  Prodotto con la collaborazione di Jamie Sellers (Alesha Dixon, Pixie Lott) presso il Run Wild Music di Londra, il brano incontra atmosfere che spaziano fra pop e dark portando a galla il tema della libertà come superamento delle catene espressive ...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons