DEApress

Tuesday
Oct 17th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Riflessioni sui tirocini e consiglio agli studenti

E-mail Stampa PDF

Stages Università degli Studi di Firenze - Durante il mio percorso di studi all’Università di Firenze ho avuto l’opportunità di scegliere ed effettuare un tirocinio formativo di 150 ore presso l’Associazione socio-culturale D.E.A. (Didattica-Espressione-Ambiente). Posso oggi dirmi molto soddisfatta dell’esperienza e affermare che simili possibilità sono decisamente importanti per gli studenti, soprattutto se viene svolto in un ambiente in cui si c'è la possibilità di essere seguiti e aiutati, sostegno valido per imparare e ottenere strumenti che diano modo di esprimerci direttamente nella materia e in ciò che maggiormente ci interessa e che siano di stimolo per conoscere e far conoscere.

Ho parlato spesso, sia con i miei colleghi all’università, che con la tutor Silvana Grippi, di come spesso questi tirocini invece che formativi vengono sturmentalizzati e diventino piuttosto, da parte delle aziende solitamente coinvolte, un modo di trovare persone che lavorino gratuitamente, mentre gli studenti non hanno modo di “formarsi” o di dedicarsi a ciò che li appassiona e che magari cercavano. Questo tipo di logica struentale mi sembra decisamente inappropriata all’interno di un percorso universitario e non può che rivelarsi deludente per lo studente.

Alla redazione DEA io ho avuto la possibilità di essere seguita attentamente nella fase iniziale, per  poi di essere lasciata abbastanza libera di seguire percorsi che più mi interessassero così da iniziare ad usare le mie conoscenze e allo stesso tempo ampliarle, soprattutto leggendo "notizie"  libri e articoli,  iniziando così ad assumere un aspetto critico, confrontando più fonti e verificandone la provenienza, come mi è stato giustamente insegnato.

Ho avuto modo di ampliare le mie conoscenze sulle materie di studio in numerose occasioni e allo stesso tempo sono venuta in contatto anche con tante realtà che non conoscevo e che mi hanno incuriosito e permesso di partecipare, trovando così anche nuovi interessi in cose e argomenti che non conoscevo. Tra organizzazione d’eventi, fotografia, giornalismo, incontri e stesura di programmi per corsi proposti dall’associazione ho potuto, in poco tempo, conoscere molte persone con cui spero di poter collaborare ancora. È questa esperienza profiqua che auguro a tutti gli studenti alla ricerca di un tirocinio durante il loro percorso di studi. Non rinunciate all’esperienza perché vi arricchirà moltissimo, ma state attenti a scegliere il posto in cui andrete, ricordando bene che siete lì per la formazione: per imparare e per migliorarvi, per mettervi alla prova e per crescere.

Share

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 08 Maggio 2017 10:07 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

L'AltopArlAnte . 16 Ottobre 2017
  Il fascino di un racconto estemporaneo e leggendario viene rivestito di un sound ibrido che alterna musica classica e prog per un risultato del tutto innovativo ed accattivante. “Il Distacco” è un brano che racconta l’evento epico della separazi...
DEApress . 16 Ottobre 2017
I premi al miglior medio e corto sono andati rispettivamente a “On the Edge of Life” di Yaser Kassab (Siria) e “Duelo” di Alejandro Alonso Estrella (Cuba). La targa Gian Paolo Paoli va a “Maman Colonelle” di Dieu...
DEApress . 16 Ottobre 2017
“La via Sonora – Musica che urla”| Associazione Musica a Traverso LA VIA SONORA è il progetto pilota che attraverso una serie di eventi affronta il tema dei diritti umani usando l’arte e la musica in particolare. MUSICA CHE URLA focalizza l’atten...
L'AltopArlAnte . 16 Ottobre 2017
  Il modello e ballerino debutta nel panorama discografico sperimentando un mix di musica trance, dance, ed elettronica EDM in un pezzo che sa accontentare i palati musicali di vecchie e nuove generazioni. Un "esperimento sonoro" audace ed ipnotico...
L'AltopArlAnte . 16 Ottobre 2017
  Il punto di vista sempre acuto e pungente dei sei istrionici musicisti dà ora vita al racconto musicale che descrive metaforicamente chi vive di rendita senza mai esporsi in prima persona. “Cucù” è un brano che prende un po' in giro gli arrampica...
L'AltopArlAnte . 16 Ottobre 2017
  La malinconica fotografia di Torino è culla del ricordo di un amore ormai sbiadito, supportato da un suono dinamico e coinvolgente che si libera in un ritornello dalla melodia trascinante. "Giorni di Periferia" è l'unico pezzo d'amore che Mac...
L'AltopArlAnte . 16 Ottobre 2017
  Con la collaborazione autorale di Giuseppe Anastasi e la produzione artistica di ValterSacripanti, nasce un brano che sviscera le dinamiche del percorso di crescita e maturazione che ognuno di noi affronta, attraverso un sound pop-rock di forte im...
L'AltopArlAnte . 16 Ottobre 2017
    Non una comune canzone d’amore ma un atto di ribellione che incita a non arrendersi mai dinnanzi agli stereotipi imposti dalla società. “Da Lungomare” non racconta di un altro amore finito e romanticamente disperato ma urla il bisogno di non...
Fabrizio Cucchi . 15 Ottobre 2017
Come ho già documentato in passato (1) le (purtroppo) nostre ferrovie, ma soprattutto la stazione fiorentina di S.M.Novella, sono il quotidiano teatro del peggio di quanto possono fare i cittadini, gli imprenditori, nonchè di scenette poco edificat...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons