DEApress

Tuesday
Dec 12th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Editoriale - oggi parliamo di Università

E-mail Stampa PDF

EDITORIALE

Parliamo di università

Quaranta anni di mancanza di lungimiranza legislativa nel settore universitario nazionale ci porta a riconsiderare il problema. Oggi più che mai il dislivello è invalicabile e ci poniamo la seguente domanda: Che differenza c’è tra l’università pubblica e privata?

Le Università pubbliche sono fuori controllo sia amministrativamente che nella ricerca e ne paga le conseguenze la didattica mentre le private, che sono per la maggioranza in mano ad altri paesi, sono aumentate a dismisura e vengono gestite in maggior parte dal luogo di provenienza (Università americane al primo posto).
In questi giorni gli scioperi dei docenti hanno mostrato quanto sia necessario lo sviluppo di nuove energie per la costruzione di vere scuole. La struttura competitiva trascura il concetto di qualità e valore che non passa certamente per la “meritocrazia” che non esiste in quanto sempre relativa.
Favorire la crescita di un sistema misto con offerta universitaria pubblica e privata, rappresenterebbe una novità per il nostro Paese e una introduzione di dinamicità in un mondo che oggi rischia di essere troppo statico. Introdurre come “novità” la chiamata in diretta favorirebbe chi? Non è nuova la modalità esposta in quanto si ritornerebbe alle modalità mistificazioni del curriculum ad hoc e delle conoscenze personali.  Cosa manca in questo contesto?  Un sistema più moderno che possa individuare le nuove prospettive giovanili e creare presupposti per lo sviluppo della cultura e del socialmente utile. Sono perfettamente consapevole che ciò richiederebbe una serie di cambiamenti ma è nelle situazioni di crisi che è indispensabile creare nuovi modelli.
Il sistema universitario italiano è incancrenito e manca di prospettive nell’avvio e nella progressione della carriera dei docenti, nessuna riforma potrà mai introdurre competitività, se la progressione della carriera universitaria è gestita con meccanismi strani e con favoritismi.  Manca una disciplina degli organismi tecnico-scientifici collegati agli Atenei per lo sviluppo dei prodotti della ricerca.
Negli Stati Uniti, ma anche in Europa e, più recentemente, in Asia, molti Atenei pubblici e privati hanno da tempo sviluppato al loro fianco parchi scientifici di prim’ordine, istituzioni che rappresentano, ad un tempo, i terminali della ricerca universitaria e i volani per l’economia e lo sviluppo dei territori.  Le università ricevono un beneficio (anche economico) da tali organismi, si crea occupazione nell’innovazione e si stimola la ricerca scientifica. In Italia sono stati realizzati, spesso con lodevoli intenzioni di partenza, almeno a parole, pallidi e costosi simulacri, non sempre adatti allo scopo. Occorre invece riportare ottimismo, in modo che l’Università, specchio estremo del Paese, diventi crescita che potrebbe rendere - attraverso creatività, innovazione, ottima didattica -  eccellenza il corpo docente che motivi e qualifichi gli studenti, i quali potranno sviluppare crescita culturale e professionale sia durante che dopo lo studio.

Share

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 15 Settembre 2017 10:35 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Fabrizio Cucchi . 11 Dicembre 2017
In una visita a sorpresa alla base russa in Siria di Hmeymim, Putin questa mattina ha annunciato un parziale ritiro delle truppe russe dalla regione (1). Questo annuncio è stato accompagnato da "roboanti cifre" sui successi russi nella zona. "Sono st...
DEApress . 11 Dicembre 2017
Riceviamo e pubblichiamo:"Giovedì 14.12.17, ore 18h.30, presso il Centro Java per il ciclo di incontri "Approfondimenti Stupefacenti": Guerra e DrogaIncontro con Alessandro De Pascale - giornalistaMaggiori informazioni su www.infojava.itDagli oppiace...
L'AltopArlAnte . 11 Dicembre 2017
  Il gruppo della versatile musicista traccia in questo disco un percorso musicale d’impronta folk-rock volto a rappresentare la figura femminile in ogni possibile sfumatura. Lionheart è la rappresentazione di una donna, è “La Donna” ed è tante...
L'AltopArlAnte . 11 Dicembre 2017
  Dopo una carriera già ricca di riconoscimenti (finalista al Premio Tenco, attore e autore teatrale e cinematografico, compositore di successi musicali e sigle radiofoniche), l’eclettico artista, già frontman de Il Parto delle Nuvole Pesanti, propo...
L'AltopArlAnte . 11 Dicembre 2017
  Prodotto con la collaborazione di Jamie Sellers (Alesha Dixon, Pixie Lott) presso il Run Wild Music di Londra, il brano incontra atmosfere che spaziano fra pop e dark portando a galla il tema della libertà come superamento delle catene espressive ...
Silvana Grippi . 10 Dicembre 2017
9 dicembre 2017 - Presentazione del libro di Lara Poggi - Figlia del destino" Ed. DEA/2017  Una vittoria per Lara Poggi che vede i suoi pensieri di tanti anni messi su carta e presentati in Libreria. Tanti amici, amiche e sconosciuti per feste...
Silvana Grippi . 09 Dicembre 2017
Silvana Grippi . 09 Dicembre 2017
Dear HR/VP Federica Mogherini,   Vi scriviamo come membri del Parlamento europeo per esprimere la nostra profonda preoccupazione per la situazione di due Saharawi imprigionati dalle autorità marocchine, Sidi Abdallahi Abbahah e Ahmed sbaa...
Silvana Grippi . 09 Dicembre 2017
NO ALL'ART. 5 DELLA LEGGE LUPI RESIDENZE E UGUAGLIANZE PER TUTTE LE FAMIGLIE   Nel 2014 il governo Renzi apprva il cosiddetto piano Casa, una legge chea dispetto del nome non coneneva nessuna misura efficace a contrastare l'emergenza abitativ...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons