DEApress

Friday
Dec 14th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Hasan Atiya al Nassar - il poeta esule ci ha lasciato

E-mail Stampa PDF

26055700_10212967507414894_7880993818512456975_n.jpg

"Hasan Atiya al Nassar è morto ieri e oggi siamo qui a vegliarlo per l'ultima volta. Ho detto in portineria che sono una sua parente e così ci hanno dato le chiavi di una stanzetta dove Hasan sta insieme ad altri tre morti, è irriconoscibile e con gli occhi aperti. Trasmette solitudine, povertà e disperazione come nei giorni prima del ricovero. Il poeta esule da circa un mese era venuto via da un Istituto che gli aveva offerto ospitalità ma dopo un pò era voluto tornare nella casa dove aveva tutte le sue cose ma che purtroppo la casa era senza luce e senza acqua, perché le utenze erano state tagliate in quanto non pagate.....". Con varie difficoltà ha affrontato questi ultimi giorni e ci ha lasciato solo le sue poesie che racchiudono un mondo da scoprire.

------------------------------------

Nato nel 1953, morto il 25 aprile del 2017, all'età di 63 anni.

Amava raccontare della sua vita: da Ur si era trasferito a Baghdad per ragioni di studio e per mantenersi aveva iniziato a collaborare a varie riviste. Nel 1981 è stato costretto a fuggire perché non vova fare il militare nella guerra con l'Iran. Dopo varie vicissitudini arriva a Firenze e riesce a scriversi all'Università e a laurearsi in Lettere e Filosofia. Viene iutato da varie persone tra cui padre Balducci e riesce a superare un periodo difficile. Dopo la Laurea vince un dottorato di Ricerca presso l'Istituto Orientale di Napoli che però perde lascia l'anno successivo. Inizia a sentirsi poeta quando il Centro DEA pubblica e traduce alcune sue poesie e poi pubblca "Poesie dall'esilio", grazie al prof. Pio Baldelli, po pubblica "Roghi sull'acqua babilonese".Questi due libri  fanno conoscere la sua poesia a livello intenazionale.
E' un uomo triste e solo quindi la sua poetica si rivolge essenzialmente al dolore dell'esilio e il desiderio di rivivere la sua patria lontana che oltrepassa la condizione di isolamento puramente geografico".

----------------------------------------------

All'Università conobbe Il prof. Pio Baldelli che lo incoraggiò a scrivere e poi a pubblicare i suoi appunti poetici, dove lui amava definirsi il "poeta esule".

"Alla fine degli anni ottanta eravamo un grupppo di amici amici e facevamo parte della Lega degli artisti mediorientali e prendemmo contatto con la piccola Galleria DEA in via delle Seggiole a Firenze per organizzare i nostri incontri di pittura e poesia". Kalil

"Amici fin dal suo arrivo in Italia e per molti anni abbiamo studiato insieme all'Università e poi per un periodo la poesia mediorientale. Un percorso insieme al Centro DEA che lo ha proposto al pubblico". Silvana Grippi

Caro Hasan non ti dimenticheremo e vogliamo dedicare a tutti/e  una poesia tratta dal libro "Roghi sull'acqua babilonese".

 

I veleni della città d'occidente

mi inseguono.

La ragazza del Sud ritorna

con i suoi abiti agresti.

Là un cuore annega

nellla nebbia d'Oriente.

gli si accostano velieri che non salperanno più,

vestiti di stracci.

 

-------------------------------------------------------

 

http://www.deapress.com/culture/caffe-letterario/21929-hassan-il-poeta-esule.html

Share

Ultimo aggiornamento ( Domenica 28 Gennaio 2018 10:23 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 14 Dicembre 2018
Silvana Grippi . 13 Dicembre 2018
L'Agenzia di stampa DEApress, organo dell'Associazione D.E.A.onlus (Didattica-Espressione-Ambiente), è un mezzo libero e gratuito che svolge attraverso dei "volontari dell'informazione" un'attività socialmente utile e conforme all'etica della comun...
Silvana Grippi . 13 Dicembre 2018
La ns. Associazione ha deciso di rivolgersi a giovani e adulti per iniziare a far conoscere DEApress. Eccovi le Giornate di Formazione per giovani che vogliono scrivere in un giornale web. Ogni mese organizzeremo tre mattine per aspiranti volontar...
DEApress . 12 Dicembre 2018
Il centro studi DEA sta lavorando da un decennio sulle periferie fiorentine. Ecco di seguito alcuni stralci di lavori precedentemente svolti a cui hanno collaborato diversi autori   Desiderando Città L'idea di “città” è variabile da “ci...
Silvana Grippi . 12 Dicembre 2018
Era il 12 dicembre 1969 quando a Milano alle 16.30 scoppio una bomba presso la sede della Banca Nazionale dell'Agricoltura in pizza Fontana che uccise 17 persone. La Banca stava chiudendo ma al suo interno era ancora piena di clienti. ANSA: "Alle 16...
DEApress . 12 Dicembre 2018
DEApress . 12 Dicembre 2018
Ars Nova: musicologi e letterati a convegno Dal 13 al 15 dicembre, Certaldo fulcro del dibattito sull’intreccio tra letteratura e musica nel Trecento   Da giovedì 13 dicembre a sabato 15 dicembre, nella  Biblioteca della Casa di Bocca...
DEApress . 12 Dicembre 2018
  È “Mulk” di Anubhav Sinha, legal movie ispirato a un fatto di cronaca sui difficili rapporti di convivenza tra musulmani e hindu, che ruota attorno alle vicende di una famiglia presa di mira dopo un attacco terroristico, ad...
Silvana Grippi . 12 Dicembre 2018
ADESSO BASTA!! Il 1° Settembre con una circolare, il ministro degli interni Salvini ,dà direttive per un giro di vite repressivo contro le occupazioni abitative, identificando nelle occupazioni di stabili pubblici e privati uno dei principali proble...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons