DEApress

Saturday
Apr 21st
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

L'Italia e i suoi porti

E-mail Stampa PDF

L’Italia è una Repubblica parlamentare e la capitale è Roma. Situata nell’Europa meridionale, con una popolazione di 60,6 milioni di abitanti è unita al tronco centro-occidentale del continente europeo dalla catena delle Alpi.

Grazie alla sua posizione, costituisce un ponte di passaggio tra Europa e Africa. Separa, inoltre, il bacino occidentale del mar Mediterraneo da quello centrale: il Mar Tirreno dallo Ionio, prolungandosi verso occidente con la Calabria e la Sicilia, che insieme formano geologicamente un’estensione peninsulare.

 I confini politici attuali si estendono complessivamente per 1800 Km. e lo sviluppo costiero della penisola è notevole: 7.456 km; molto più esteso della penisola iberica ma molto meno di quella balcanica.Tra l'Italia e l’Africa (penisola tunisina) intercorrono solo 140 km: tanti ne misura il canale di Sicilia.

L’Italia, per la sua strategica centrale posizione, è coinvolta per relazioni culturali, commerciali e, giocoforza, politiche, con tutto il bacino del Mediterraneo (relazioni che riguardano l’intera Europa, essendo l’Italia il sud dell’Unione e il confine naturale con l’Africa ed il Medio Oriente).

Il bacino del Mediterraneo si trova in una fase di grande trasformazione per il susseguirsi di alterazioni socio-politiche nei Paesi della regione che hanno creato una situazione di forte instabilità che determinato una percezione di insicurezza. Da un punto di vista geografico, l’Italia ha dunque un ruolo da protagonista nel Mediterraneo, vista la sua posizione centrale nel Mare Nostrum; dal lato pratico, tuttavia, la nostra politica pare seguire delle linee di condotta ondivaghe che a volte sembrano essere in contrasto con l’interesse nazionale.

Le aree che si affacciano del Mediterraneo attualmente sono scosse da profondi mutamenti a causa dell’instabilità dell’Africa e l’Italia sta cambiando la composizione numerica per l’arrivo di migliaia di profughi.

In questo quadro tutt’altro che roseo e statico, come si inserisce l’Italia trovandosi, volente o nolente, in prima linea e come agisce?

Purtoppo, agisce come “portaerei”, per lanciare operazioni amilitari (principalmente di ricognizione) o come hub logistico per operazioni sia vicine che più in profondità.A febbraio era trapelata la notizia che l’Italia aveva dato il consenso affinché droni armati potessero decollare dal suo territorio per "difendere" le forze speciali americane impiegate contro l’ISIS in Nord Africa.

In linea di principio dice che si tratterebbe solamente di missioni difensive necessarie a garantire la sicurezza delle forze sul terreno. Il che potrebbe anche essere un’ammissione indiretta del coinvolgimento di forze speciali italiane in Libia visto che la protezione offerta dai droni americani riguarderebbe anche loro. Le operazioni, che comunque dovrebbero sempre essere approvate dall’Italia (che rischia di creare non pochi contrasti a livello sia di comandi militari che politici), partono dalla base aerea di Sigonella che insieme alle altre basi militari del sud Italia fanno parte di una rete logistica e di intelligence più ampia.

Alcuni porti: 

I porti italiani hanno tutti un ruolo determinante per scambi culturali ed economici con tutti i paesi del Bacino Mediterraeo.

L'Italia, in quanto penisola, è circondata dal mare e, di conseguenza, sono numerose le città nate e sviluppate proprio lungo le coste che dispongono oggi di porti strategici non solo per gli scambi commerciali ma anche per il passaggio di turisti, sia dal punto di vista nazionale che internazionale. 

 

Il Porto di Trieste si affaccia sul mar Adriatico, è diviso in cinque aree a cui corrispondono cinque punti franchi, tre di cui adibite a fini commerciali (Il Punto Franco Vecchio, Il Punto Franco Nuovo e Il Terminal del legname, detto Scalo legnami), le altre due sono utilizzate a scopi industriali (Il terminal industriale ed Il terminal petroli che serve l'oleodotto Trieste-Ingolstadt). In seconda posizione figura il Porto di Genova, il più grande porto italiano per estensione, il primo per numero di linee di navigazione e movimentazione container con destinazione finale. Al terzo posto c'è il Porto di Cagliari che, come testimoniano reperti archeologici, era attivo sin dall'epoca fenicia e romana.

Oggi oltre che luoghi turistici sono importanti per la nostra economia e svolgono un ruolo di scambi anche culturalmente.

Share

Ultimo aggiornamento ( Martedì 10 Aprile 2018 18:18 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

DEApress . 20 Aprile 2018
Fur, siamo noi tutti. Siamo umani affetti da Bigottismo secondario all'educazione socialmente utile. Fur è l'origine del selvatico e assenza di pregiudizio, è il soffio divino che abbiamo scartato per rimanere alsicuro mimetizzati nelle nostre...
DEApress . 20 Aprile 2018
Fur, siamo noi tutti. Siamo umani affetti da Bigottismo secondario all'educazione socialmente utile. Fur è l'origine del selvatico e assenza di pregiudizio, è il soffio divino che abbiamo scartato per rimanere alsicuro mimetizzati nelle nostre...
Fabrizio Cucchi . 20 Aprile 2018
Ultimamente i media sono tornati a parlare di Cuba, a causa del recente cambio di presidente. L’isola caraibica rimane sempre, per ragioni storiche e geografiche, un tassello importante degli avvenimenti mondiali. Per saperne di più, abbiamo intervis...
Piero Fantechi . 20 Aprile 2018
FLORENCE BIENNALE PORTA LA STREET ART ALLA MOSTRA DELL’ARTIGIANATO   Per la prima volta un evento di Florence Biennale – Mostra internazionale di arte contemporanea, troverà spazio all’interno del programma della 82a Mostra internazionale de...
DEApress . 19 Aprile 2018
Biblioteca delle Oblate - Sala Oiano Terra - Presentazione del libro "Il Mediterraneo -Un Mare di confine - culture tra acqua e terra" . L' ultimo volume pubblicato dalle Edizioni D.E.A. è il frutto di un lavoro di ricerca dutato due anni e svolto d...
Piero Fantechi . 19 Aprile 2018
Ultima settimana per visitare la mostra LA TROTTOLA E IL ROBOT Tra Balla, Casorati e Capogrossi a cura di Daniela Fonti e Filippo Bacci di Capaci PALP Palazzo Pretorio Pontedera Domenica 22 aprile la chiusura   Ultimi giorni, al PALP ...
Piero Fantechi . 19 Aprile 2018
                                   Al via il recupero dell’intera area del Parco di Villa il Ventaglio col contributo di Fondazione ...
Piero Fantechi . 19 Aprile 2018
Combo Social Club   Via Mannelli, 2   Firenze     VENERDÌ  20 APRILE 2018  5 anni di Combo  Venerdì 20 dalle 22.30  5 anni di Combo Festa per il quinto compleanno del Combo: sul palco ...
DEApress . 19 Aprile 2018
Villa Romana segnala l'uscita della prima monografia internazionale sulla vita e le opere di Ketty La Rocca, artista predominante nel panorama italiano degli anni '60/'70. Donna creativa e  poliedrica, ha fatto della diversità il suo marchio d...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons