DEApress

Saturday
Sep 22nd
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

mare...mare...non mi voglio "incodare"

E-mail Stampa PDF

auto in fila

Anche se in questo anno l'estate è arrivata un po' ritardo, adesso è esplosa in tutto il suo calore. Come consuetudine scattano le iniziative per attenuare i disagi dalla calura, ed allora specie nel fine settimana tutti al mare! Ma poi, la domenica sera, tutti in coda per i rientri. Allora quello che hai guadagnato in termini di relax e di buona qualità della vita lo riperdi in quelle ore di stressante coda in autostrada. Imprecando con i soliti furbetti che ti passano dappertutto, e con chi te l'ha fatto fare. E poi realmente quanto ti costa? Carburante, autostrada, spiaggia, colazione magari pessima in autogrill ma comunque costosa più della media. E ancora per un giorno che vai al mare ti vuoi fare un buon pranzetto di pesce? E visto che ci sei vuoi provare a scongiurare la certezza di trovare coda e magari provare a partire dopo una buona cena? Sempre di pesce, che in qualsiasi località di mare costa una bella sommetta.
Si sa, siamo al mare ed i locali in una stagione devono fare almeno l'ottanta per cento dell'incasso, del resto lavorano intensamente tre-quattro mesi all'anno e qualche week end nel resto del periodo, è normale che i prezzi lievitino un po', inoltre chi ha una buona location, magari ti fa magiare in spiaggia, non vuoi essere così riconoscente per tanto godimento da essere disposto a qualche euro in più? Chissà perché il pesce costa molto più della carne, in genere. Sono due filiere di lavorazione diversa ma alla fine apparentemente c'è del lavoro intenso anche ad allevare, macellare e portare in tavola un bel pezzo di carne, ma il pesce costa sempre di più! Quante volte avremo detto, ho speso ma ho mangiato tutto pesce! Insomma diciamo che una bella giornatina al mare in coppia, in località non particolarmente esclusiva, un bel 350€ li vale! Cercando di non farsi mancare nulla ma senza strafare!
Ho cercato un'alternativa a tutto ciò, non solo per provare a risparmiare qualcosa che di questi tempi non fa mai male, ma soprattutto perché volevo il più possibile abbattere il rischio di starmene inevitabilmente in coda qualche ora la sera al rientro.
Ebbene una soluzione l'ho travata! Nei dintorni di tante città a massimo 20-30 minuti di statale ci sono agriturismi di varie tipologie. Ho preso in considerazione quelli di un certo livello, quelli più belli, dove si mangia molto bene, che hanno in cucina almeno uno chef che cucina anche cibi leggeri e che avessero almeno la piscina. Ho fatto qualche domenica di esperienze, ed ho concluso che il benessere che se ne ricava è più che apprezzabile. Si fa un pranzetto magari leggero, poi qualche ora di piscina, sole e refrigerio assicurato, e poi una buona cena. Costo variabile tra i novanta ed i centoquaranta euro. Soprattutto niente code al rientro, quando lasci "l'oasi" in mezz'ora sei a casina, nel frattempo si è un po' rinfrescato anche in città e puoi aprire le finestre. Quasi pacchia! Certo manca il mare, le onde, la sabbia, però in contropartita ci sono dei bellissimi paesaggi bucolici, così belli che li vengono ad ammirare da mezzo mondo, in questo periodo estivo le vigne sono pronte a dare il meglio se, belle verdi, rigogliose ordinate in filari paralleli. Gli olivi spettinati dalla brezza che accarezza il crinale! Quasi sempre questi posti regalano tramonti davvero romantici, che puoi ammirare nella trasparenza di un calice di buon vino brindando ad un domani migliore o solo più fresco.

Share

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 08 Luglio 2016 13:10 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

massimo.pieraccini . 21 Settembre 2018
       A Firenze si sono dati appuntamento gli studiosi delle università Europee insieme alle autorità ed a coloro che sono in prima linea nella gestione delle emergenze per parlare degli aspetti culturali legati alla gestione d...
Piero Fantechi . 21 Settembre 2018
Al via dal 7 Settembre presso la Sala Dei Marmi al Parterre, l'iniziativa del Centro Studi D.E.A.onlus a favore del Mediterraneo dove artisti, fotografi, poeti, scrittori, scultori, giornalisti, musicisti, attori e registi si incontrano p...
Piero Fantechi . 21 Settembre 2018
    Dal 21 al 23 settembre nel complesso monumentale delle Murate – negli spazi PAC - Progetti Arte Contemporanea, Caffè Letterario Le Murate e Libreria Nardini – si terrà la quarta edizione di Firenze RiVista, festival delle ...
DEApress . 21 Settembre 2018
Arezzo, 20 settembre 2018 - Piero Bruni e Filippo Bagni  due lavoratori morti per asfissia questa mattina all'Archivio di Stato di Arezzo Piero Bruni di 59 anni e Filippo Bagni di 55, entrambi residenti ad Arezzo sono le due vittime d...
DEApress . 21 Settembre 2018
BOGOTA'  - E' stato chiuso, il Museo dedicato alle gesta di Pablo Escobar, in modo temporaneo, fino a quando le irregolarità amministrative riscontrate non saranno risolte". Il museo che esalta la vita e le gesta di Pablo Escobar, il defun...
Silvana Grippi . 20 Settembre 2018
Foto del giorno scelta per voi dall'Archivio storico DEA  In viaggio tra Turchia, Siria e Libano -  Agosto 1998 Foto di Silvana Grippi    
Silvana Grippi . 20 Settembre 2018
  Un morto durante lo sgombero in una foresta contro gli ambientalisti che vivono da cinque anni su casette costruite sui rami degli alberi. Nella foresta di Hambach questa gente cortaggiosa che vuole impedire la deforestazione utile all'e...
DEApress . 20 Settembre 2018
L'Osservatorio nazionale sulla salute della donna (Onda) ha premiato il lavoro di due ricercatrici dell'Università di Firenze con un importante riconoscimento.  Benedetta Nacmias, docente di Neurologia, e Linda Vignozzi, docente di Endocr...
Beatrice Canzedda . 20 Settembre 2018
Il mondo dell'editoria saluta Inge Feltrinell, storica presidente della omonima casa, scomparsa all'età di 88 anni. "Ci lascia oggi Inge Feltrinelli. Condividiamo questo triste momento prendendoci l'impegno di continuare a percorrere la strada d...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons