DEApress

Monday
May 21st
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Parlando di poesia araba con Hasan Atiya Al Nassar

E-mail Stampa PDF

Parlando di poesia araba con Hasan Atiya Al Nassar -

Silvana Grippi, Benedetta Rizzo, Eleonora Vanni

hasan.jpg

Un pomeriggio trascorso all’insegna della poesia con l’autore irakeno Hasan Atiya Al Nassar.

Sono state molte le curiosità da parte nostra verso il poeta, il quale ci ha parlato della propria vita: l’esilio a Firenze e i suoi studi, i lontani primi anni Novanta con i suoi esordi, le sue ispirazioni, la pena ed il dolore che ancora danno vita al carattere delle sue poesie; ma anche l'anelito di una patria lontana, la presa di coscienza della fragilità dell'uomo di fronte al mondo circostante, in una condizione d'esilio che va oltre quella puramente geografica, sono le tematiche fondamentali della sua poetica.

Le sue opere sono state pubblicate oltre che in Italia – per edizioni D.E.A - in Iraq, in Siria, in Libano, in Tunisia, in Iran, nel Regno Unito, in Francia, negli Stati Uniti e in Spagna .

Tra il 1991 e il 2012 numerosi sono stati i riconoscimenti a lui attribuiti per concorsi letterari e reading.

La redazione si è già occupata di poesia araba e delle sue origini:http://www.deapress.com/culture/letteratura/20708-la-poesia-araba.html

Insieme abbiamo letto ed analizzato alcune poesie estratte dalla raccolta “roghi sull’acqua babilonese” edito da Edizioni D.E.A (1 ed. 2003).

Il poeta ci ha piacevolmente narrato in lingua araba questa sua poesia.

La foresta del cielo 

Fra lei e la grande città le mappe del mondo.

Monti, campi d’erba, foreste nel cielo
ed alberi sulle pianure.

Nella grande città la ragazza di Incisa
porta ogni giorno il suo cuore,
porta fra i suoi libri l’ombrello.
Alla stazione i ferrovieri non l’han vista,
non la vide nessuno dei passeggeri.
Lei entra ed esce dalla città due volte:
la prima soffrendo per l’angoscia del cuore,
la seconda per la sua stanchezza
e per quella degli altri.

La ragazza di Incisa si arrabbia e piange da sola,
scrive versi e li nasconde
(versi di rivolta che altri non leggeranno,
versi di amori difficili).
Sfugge una lacrima ai suoi occhi:
“Noi in questa città saremo da oggi amici estranei”.

Dietro i vetri dei treni che fuggono
nasconde adesso con le poesie
la tristezza del cuore e i dolori degli altri,
non osserva il binario vuoto,
avvolge il suo fazzoletto imbevuto di pianto.
vede i resti della sua città appoggiata sul fiume,
sussurra il nome della Madonna santa
e si diffonde in lei il fuoco del cuore
che la brucia.

La ragazza di incisa non è venuta, oggi,
dalla sua città sul fiume:
non ha letto il suo capitolo di letteratura,
non ha portato l’ombrello come al solito…
non sono andato oggi alla stazione,
non ho potuto vedere il suo fazzoletto bianco.
Adesso fra il suo paese e la grande città
ci sono monti e campi d’erba e foreste nel cielo.

ok.jpg

Share

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 23 Marzo 2017 15:13 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

massimo.pieraccini . 21 Maggio 2018
     A Firenze cade un albero sopra un pullman in transito sul lungarno del Tempio.Fortunatamente nessuna vittima, solo qualche ferito, persone presenti sul posto fin dal momento dell'accaduto dicono non gravi. Un grosso tiglio si è abbattuto, p...
DEApress . 21 Maggio 2018
Martedì 22 Maggio 208 alle ore 16.30 presso la sala Comparetti della Biblioteca Umanistica dell'Università degli studi di Firenze si terrà l'evento organizzato in collaborazione con la Fondazione In Fiore "Psicologia e provocazione in versi". Per l'o...
Silvana Grippi . 21 Maggio 2018
Archivio fotografico DEApress - 2017 - Foto di Silvana Grippi Un personaggio soprendente Giuliano Scabia. Nato a Padova dopo la laurea ha insegnato al DAMS di Bologna, ora vive a Firenze dove scrive e ancora progetta testi teatrali. Possiamo defin...
Silvana Grippi . 21 Maggio 2018
  Mario Lovergine - Foto di silvana grippi/Archivio DEApress   Mario Lovergine è docente presso l'Accademia ISIA di Firenze.. Vive e lavora a Firenze. Da giovane ha studiato a Bari e a Firenze e successivamente si è trasferito per alc...
Silvana Grippi . 21 Maggio 2018
Silvana Grippi . 21 Maggio 2018
DEApress - Archivio storico presenta   "Attori,  Registi, Politici e Gente comune..."  Personaggi fotografati da Silvana Grippi "Questi personaggi rappresentano una piccola parte dell' ampio ventaglio di "gentes" a cui ho rubato...
Silvana Grippi . 18 Maggio 2018
L'Associazione D.E.Aonlus in collaborazione con l'Agenzia di Stampa DEApress (Archivio Storico) sta creando un inventario sommario con la catalogazione della serie ordinata di tutti i lavori acquisiti (prodotti e donati) sia per implementare che per ...
Piero Fantechi . 18 Maggio 2018
Un flashback dall' Archivio Storico DEApress Firenze,Teatro Sashall (ex Teatro Tenda), 1991   ph. Silvana Grippi
Piero Fantechi . 18 Maggio 2018
Ecco i nuovi quaderni autoprodotti da DEAart

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons