DEApress

Saturday
Jun 24th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Rivoluzione traffico a Firenze: sorprese in agguato

E-mail Stampa PDF

La rivoluzione del traffico che dal primo aprile ha riguardato la zona della stazione ferroviaria a Firenze e che ha riscosso molti malumori in città, soprattuto in chi lavora o per la voro si reca nelle zona, non è del tutto priva di sorprese.
Nonostante le tante pubblicazioni, gli interventi degli esponenti del governo cittadino alle radio ed alle televisioni private, tanto che nel momento del fatidico mutamento assessori ed inviati erano sul posto, ci per supervisionare chi per raccontare il momento della mutazione.
Nonostante tutto questo c'è un particolare che non è stato altrettanto ben pubblicizzato ma che potrebbe creare non poche problematiche sorprese, particolarmente ai possessori di mezzi a due ruote motorizzati e muniti di targa. Già perché quelli non motorizzati e non targati che in linea di massima si identificano come biciclette a Firenze sono al di sopra del codice della strada e di ogni altra regola. Loro vanno contromano, anche nelle strade strette, passano sistematicamente col rosso, violano le corsie preferenziali, si fermano in mezzo alla strada per inviare SMS e quant'altro gli faccia comodo fare! Lo possono fare? C'è una deroga al codice della strada o a qualsiasi altra norma, che li autorizza? Chi scrive non è assolutamente sicuro ma lo fanno! Perché comunque non si è mai visto un agente che abbia competenza sul traffico di qualsiasi ente o corpo multare il conducente di una bicicletta, neppure per i comportamenti più a rischio. Si dice che in Italia non c'è certezza della pena, a Firenze per i ciclisti c'è certezza d'impunità!
Ma dopo questa divagazione torniamo all'argomento mezzi a due ruote motorizzati che potrebbero avere sorprese, sì perché secondo la nuova viabilità il tratto di via Nazionale tra la piazza dell'Indipendenza e la stazione ferroviaria di Santa Maria Novella, è considerato corsia preferenziale e non ZTL (zona traffico limitato) ne consegue che i ciclomotori e motocicli che passeranno sotto la porta telematica riceveranno una multa. A Firenze nella zona traffico limitato, oltre gli autorizzati con regolare permesso è consentito liberamente il transito ai mezzi a due ruote, quindi con i motorini gli scooter ecc, si può andare in centro, come si suol dire a Firenze. Giusto ma non da via Nazionale, quella è stata classificata corsia preferenziale quindi riservata esclusivamente al transito dei mezzi pubblici. E questo non sapendolo lo si può scoprire solo guardando attentamente la segnaletica stradale posta sotto la porta telematica che tra l'altro è a metà della via Nazionale, quindi quando l'ignaro guidatore ci arriva, con qualsiasi mezzo non può più fare inversione di marcia né operare svolte per salvarsi.
Siamo stati una manciata di minuti sotto la porta telematica istallata in modo alquanto eclettico dal Comune di Firenze, perché montata su una base di cemento di circa un metro quadrato posizionata in modo posticcio e provvisorio sul lato della carreggiata, ed abbiamo notato che molti in motorino sono passati, in più di uno ci hanno chiesto come fosse la regolamentazione, un signore come noi di passaggio ha confermato ad uno scooterista che non sarebbe potuto entrare, perché lavorando lì vicino aveva chiesto ai vigili, i primi giorni quando c'erano!
Anche qualche anno fa ci fu una lunga polemica tra gli scooteristi ed il Comune per una situazione analoga che si era generata nel primo tratto di via dè Benci il pezzo di strada che dal ponte alle Grazie va verso via Verdi, anche quel tratto corsia preferenziale e non ZTL. Balzò agli onori della cronaca la disperazione di una mamma di un'adolescente che per andare a scuola in quel tratto aveva collezionato una bella serie di multe. Speriamo che la storia non si ripeta.

Share

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 13 Aprile 2017 11:41 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 23 Giugno 2017
L'Edizione D.E.A. Firenze presenta "Correvo pensando ad Anna"  di Pasquale Abatangelo si può ordinare scrivendo a redazione@deapress.com      "...Luca decise tutto in un attimo. Ringhiò che bisognava recuperare il compa...
Silvana Grippi . 23 Giugno 2017
    5x1000 al Centro D.E.A. è un benefit per la società L'Associazione D.E.A. onlus (Didattica-Espressione-Ambiente) lavora con volontari/e - fin dal 1987 - per una società migliore, libera e informata Destinarci il tuo 5X1000 per l...
Silvana Grippi . 23 Giugno 2017
Care lettrici e cari lettori, L'Agenzia di Stampa DEApress vi rigrazia per la vostra attenzione. Abbiamo inziato a pubbliare come DEApress era il 1997 (Reg. Trib. Firenze n° 4706 – 9/7/’97) per volontà del prof. Pio Baldelli docentre di Comunicazion...
Paolo Ferrantini  . 22 Giugno 2017
“RIVERSIDE PICNIC” by “Easy Living” Sabato 24 Giugno dalle 18 Spiaggetta sull’Arno “San Giovanni non vuole inganni!”. Nonostante il periodo poco felice obbliga alla prudenza, i fiorentini vorranno rispondere presenti alla celebra...
Antonella Burberi . 22 Giugno 2017
Comunicato stampa Ritornano i Giovedì dei Musei del Bargello La Direzione del Museo Nazionale del Bargello è lieta di annunciare che, grazie al piano di Valorizzazione 2017 del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo (Circolare n...
Antonella Burberi . 22 Giugno 2017
riceviamo e pubblichiamo L’Acropoli di Siena Divina Bellezza, SOTTO IL DUOMO, Percorsi di luce, Complesso del Duomo di Siena Nello SPAZIO nel TEMPO, Complesso Santa Maria della Scala Comunicato stampa 21 giugno 2017, ore 17.00 Santa Maria della...
DEApress . 22 Giugno 2017
Ecco l'esame di maturità ed un uomo che salta alla ribalta: Giorgio Caproni. « Buttate pure via ogni opera in versi o in prosa. Nessuno è mai riuscito a dire cos’è, nella sua essenza, una rosa ». Giorgio Caproni nasce a Livorno il 7 gennaio del 191...
L'AltopArlAnte . 21 Giugno 2017
  Un brano avvolto dalle dinamiche incalzanti proprie del pop, regala al contempo tematiche di grande profondità legate al percorso di vita dell’artista stesso. “Sale” racconta il desiderio di evasione che ognuno ha in sé, il porsi nuovi obbiettivi...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons