DEApress

Monday
Jun 26th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Prigionieri politici curdi: 58 giorni di sciopero della fame nelle carceri turche

E-mail Stampa PDF

carcere-599x275.jpeg
Sono attualmente 219, di cui 38 donne, i detenuti politici curdi che stanno partecipando allo sciopero della fame a oltranza in 27 carceri turche. La protesta ha lo scopo di condannare il «sistema fascista e razzista della Turchia di Erdogan» e denunciare «le pratiche arbitrarie dell'amministrazione carceraria e le crescenti violazioni dei loro diritti». Le condizioni dei detenuti nelle carceri turche, infatti, sono sensibilmente peggiorate a seguito dell'inasprimento della repressione contro ogni forma di opposizione da parte del governo turco. In particolare si denunciano la pratica dell'isolamento, della tortura e di trattamenti degradanti.

Con questa iniziativa i detenuti rivendicano la fine all'isolamento dei prigionieri politici, in particolare a quello del Leader Abdullah Ocalan, la cessazione dei maltrattamenti da parte dei guardiani durante le visite dei familiari, misure per la cura delle prigioniere e dei prigionieri malati, la cessazione delle violazioni dei diritti delle detenute e dei detenuti, la fine dei fermi e degli arresti legati all'aver espresso opinioni e aver svolto lavoro politico e la fine della repressione politica e militare della popolazione.

Tuttavia, nonostante lo sciopero della fame vada avanti ormai da 58 giorni e molti prigionieri politici si trovano già in condizioni di salute critiche, il governo turco sembra deciso ad ignorare completamente la protesta. Una situazione aggravata dal pressoché totale silenzio mediatico sulla vicenda.

Per questo le organizzazioni curde stanno lanciando appelli alla solidarietà per rompere il muro di silenzio e per fare pressioni sulle organizzazioni internazionali per i diritti umani ed i governi europei affinché predano posizione ed agiscano al più presto.

Oggi stesso è prevista un'iniziativa a sostegno delle richieste dei prigionieri politici in sciopero della fame di fronte alla sede del Comitato per la Prevenzione della Tortura del Consiglio d'Europa a Strasburgo: avrà inizio uno sciopero della fame a oltranza irreversibile al quale prenderanno parte 50 dirigenti del Congresso Europeo delle Società Democratiche ed esponenti del mondo politico e della cultura.

Sul sito http://www.uikionlus.com è possibile leggere il testo dell'appello alla solidarietà.

Share

 

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 23 Giugno 2017
L'Edizione D.E.A. Firenze presenta "Correvo pensando ad Anna"  di Pasquale Abatangelo si può ordinare scrivendo a redazione@deapress.com      "...Luca decise tutto in un attimo. Ringhiò che bisognava recuperare il compa...
Silvana Grippi . 23 Giugno 2017
    5x1000 al Centro D.E.A. è un benefit per la società L'Associazione D.E.A. onlus (Didattica-Espressione-Ambiente) lavora con volontari/e - fin dal 1987 - per una società migliore, libera e informata Destinarci il tuo 5X1000 per l...
Silvana Grippi . 23 Giugno 2017
Care lettrici e cari lettori, L'Agenzia di Stampa DEApress vi rigrazia per la vostra attenzione. Abbiamo inziato a pubbliare come DEApress era il 1997 (Reg. Trib. Firenze n° 4706 – 9/7/’97) per volontà del prof. Pio Baldelli docentre di Comunicazion...
Paolo Ferrantini  . 22 Giugno 2017
“RIVERSIDE PICNIC” by “Easy Living” Sabato 24 Giugno dalle 18 Spiaggetta sull’Arno “San Giovanni non vuole inganni!”. Nonostante il periodo poco felice obbliga alla prudenza, i fiorentini vorranno rispondere presenti alla celebra...
Antonella Burberi . 22 Giugno 2017
Comunicato stampa Ritornano i Giovedì dei Musei del Bargello La Direzione del Museo Nazionale del Bargello è lieta di annunciare che, grazie al piano di Valorizzazione 2017 del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo (Circolare n...
Antonella Burberi . 22 Giugno 2017
riceviamo e pubblichiamo L’Acropoli di Siena Divina Bellezza, SOTTO IL DUOMO, Percorsi di luce, Complesso del Duomo di Siena Nello SPAZIO nel TEMPO, Complesso Santa Maria della Scala Comunicato stampa 21 giugno 2017, ore 17.00 Santa Maria della...
DEApress . 22 Giugno 2017
Ecco l'esame di maturità ed un uomo che salta alla ribalta: Giorgio Caproni. « Buttate pure via ogni opera in versi o in prosa. Nessuno è mai riuscito a dire cos’è, nella sua essenza, una rosa ». Giorgio Caproni nasce a Livorno il 7 gennaio del 191...
L'AltopArlAnte . 21 Giugno 2017
  Un brano avvolto dalle dinamiche incalzanti proprie del pop, regala al contempo tematiche di grande profondità legate al percorso di vita dell’artista stesso. “Sale” racconta il desiderio di evasione che ognuno ha in sé, il porsi nuovi obbiettivi...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons