DEApress

Saturday
Feb 24th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Cronaca dal Venezuela

E-mail Stampa PDF
Geraldina Colotti
7 ore fa · 
 
 
 
 

Comparto el articulo de hoy sobre Venezuela, traducido por la companera

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Comparto la crónica de hoy, para quien desea difundirla

...

Condivido l'articolo di oggi sul Venezuela, tradotto dalla compagna Gabriela Pereira
 
GERALDINA COLOTTI
 
Condivido la cronaca di oggi, per chi desidera diffonderla
 
Venezuela, i miracoli delle fake news


Venezuela
02.08.2017Ieri sera eravamo nello storico quartiere 23 gennaio, che ospita vari comuni e spazi autogestiti e la radio comunitaria "al sono del 23". con noi in trasmissione, a più di Gustavo-il conducente-a Due ragazze basche molto giovani, una giornalista spagnola, tecnici molto efficienti appena adolescenti, c'era l'intellettuale messicano Fernando buon abate, uno degli accompagnatori del processo elettorale per l'Assemblea Costituente: che ha attestato al chavismo più di 8 milioni di voti e La percentuale più alta mai raggiunta in base al numero attuale di abitanti. Sui numeri, abbiamo parlato ieri durante l'intervista alla redazione del antidiplomático.Buon Abate, autore del volume filosofia dell'umorismo e della risata, ha proposto di accompagnare il percorso dell'assemblea costituente con un programma di satira basato sulle assurdità dell'opposizione e del circo mediatico che li sostiene. Ci è sembrata un'ottima idea.Se esiste ancora la satira in un paese come l'Italia, un tempo patria dei geni in questo campo, la trasmissione potrebbe chiamarsi "falsi amici": nel senso di quelle parole che sembrano indicare una cosa, ma il loro significato è spesso opposto . Nel senso di quelle "persone" la cui maschera critica-critica nasconde il loro ruolo di pompieri, distributori di albódigas tranquillanti nell'eterno ballo del ni-ni. Un esquemita ben consolidato, soprattutto in una certa sinistra, abituata a resvalar eternamente dalla stessa impotenza. La bandiera del ni-ni è ora la marea socialista e i suoi treccine adiacenti. Ex personaggi di governo - uno dei quali denunciato per corruzione - che sono considerati assolti dagli errori imputati al governo. Una formazione critica quanto sterile, che urla contro l'Assemblea Costituente, ma non disprezza l'alleanza con i diritti golpisti. Chi non è da una parte o da un'altra parte della barricata - ha scritto qualcuno - finisce per essere la barricata.La bandiera della critica-critica risulta essere ora quella del "Arco minerario". fiore di reporter sulla sua poltrona, accademici che non hanno mai incontrato nella sua vita un indigeno e nemmeno le condizioni di bisogno, pontifican su questa zona ricchissima di risorse, Che maturo avrebbe consegnato alle multinazionali. Anche istituendo "zone economiche speciali" sul modello dell'Honduras.
La dichiarazione delle popolazioni indigene, che hanno appena eletto i loro 8 RAPPRESENTANTI ALL' Assemblea Nazionale Costituente secondo le stesse procedure secolari, ovviamente non esiste. Il parere degli europei " MODEL ONG " nel cui sguardo caritatevole deve riflettersi l'indigeno " che piace ". sono loro i giudici assoluti. Le popolazioni indigene, le loro assemblee, il controllo che esercitano sul loro territorio grazie al potere agito nel "processo" Bolivariano, non conta. In settembre, al culmine di un processo assembleare che ha portato tutti a miraflores, le 35 popolazioni indigene hanno consegnato a maturo i loro simboli, per testimoniare la fiducia nelle proposte ricevute.Da molti anni, i loro territori sono vittime dello sfruttamento illegale, dei paramilitari, che distruggono con la complicità di chi volesse controllare e anche di alcuni signori della guerra. La contaminazione è altissima e danneggia prima di tutto chi è più vicino alle risorse naturali.Sono gli indigeni i primi a chiedere che la situazione sia regolamentata: non con la bacchetta magica degli stregoni, ma esaminando concretamente costi e benefici. E tocca a loro farlo. Le zone economiche speciali, istituite in modo pubblico e trasparente, sono effettivamente un invito alle imprese a investire in Venezuela sulla base di alcune esenzioni fiscali. Ma ciò non implica dérogas per quanto riguarda le leggi del lavoro e quelle ambientali. Gli operai, qui, contano davvero. E si fanno sentire.A più del petrolio e dei metalli preziosi, il Venezuela possiede uno straordinario patrimonio ambientale. E ' il secondo paese dopo il Brasile per riserve d'acqua. La difesa dell'ambiente, nell'ambito di un nuovo modello di sviluppo che implica la lotta contro il capitalismo, è un punto centrale nel "programma strategico" del governo bolivariano. Proprio grazie al ruolo dei popoli indigeni nel nuovo corso dei governi dell'America Latina, ogni anno i nativi elaborano le loro proposte in numerosi forum, che poi i governanti - per il Venezuela prima chavez e poi maturo - portano ai vertici mondiali, riempire in Parte del contenuto.Abbiamo ascoltato diversi candidati operai e ambientalisti, di cui ne terremo conto in questi giorni: essi sollevano critiche anche radicali al governo, ma con cognizione di causa. L' Assemblea Nazionale Costituente è il luogo per farlo. L' obiettivo dichiarato è quello di " liberarsi dallo stato borghese e di costruire lo stato socialista. Stiamo scrivendo la storia. Non torneremo mai ad essere una colonia ", ha detto il leader operaio Francesco Torrealba, respingendo le " sanzioni imperialisti " imposte da trump a maturo. La costruzione di un "nuovo modello produttivo" è uno dei principali obiettivi dell'anc.Contro le "sanzioni imperialisti che vogliono assoggettare il paese" sono state allineate tutte le istituzioni della Repubblica Venezolana, a partire dal sparuta e dalle forze armate. DOMANI 3 AGOSTO SI INSTAURA L' ANC IN PARLAMENTO. La destra ha annunciato una nuova manifestazione. Ieri alcuni ambasciatori dei paesi neoliberali che non riconoscono l'anc sono andati a sostenere i deputati di opposizione, tra i fischi della folla.Nel frattempo, i mezzi e l'opposizione continuano a produrre materiale satirico. Basta guardare i titoli, investendo il senso drammatico: le schede elettorali che non sono state bruciate ma "danno il fuoco" come le bombe che esplodono quando si passa dalla polizia. L' opposizione che spara numeri in disprezzo della logica e che distrugge le prove di voto subito dopo aver concluso il "Plebiscito" illegittimo del 16 luglio, che è preso come esempio di imparzialità. Il cne che ha condotto 20 elezioni prima di questa, certificate da centinaia di osservatori internazionali, che invece è screditato: tanto chi va a vedere le regole?.Basta tirarle spessi. Chiunque puo ' chiedere il controllo del voto. E a dicembre ci saranno le elezioni per i governatori. Cosa farà l'opposizione? Se non ci va, lascia il campo libero, ma se si conferma l'autorità del cne. E allora perche ' ora non la conosce? Ma nella costruzione del "post-vero", tutto fa brodo. Prima di partire per Miami, Lilian Tintori, m
L'immagine può contenere: 13 persone, folla, motocicletta e spazio all'aperto
oglie di Leopoldo Lopez, ha dichiarato di essere incinta: 16 settimane. Ma in che modo si è passati i mesi a gridare che suo marito era torturato e represso, e tenuto in isolamento dal "regime"?. molto presto, la canonizzazione delle fake-Woman per eccellenza....Traduzione Gabriela Pereira
 

Share

 

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Piero Fantechi . 23 Febbraio 2018
Si riscatena la meritata bufera su Trump.Il presidente USA ritiene necessarie misure di difesa ma anche d'attacco, per garantire la sicurezza nelle scuole. Lo ha sottolineato incontrando alla Casa Bianca autorità locali e responsabili scolastici. "...
Beatrice Canzedda . 23 Febbraio 2018
Venerdì 23 Febbraio 2018 alle ore 19:00 al Centro Popolare Autogestito Firenze Sud Alessandra Mecozzi presenterà il libro da lei curato "Il lungo cammino della Palestina 1917-2017", una ricostruzione delle tappe principali e dei ...
Piero Fantechi . 23 Febbraio 2018
LA STATUA DI LEDA DEL MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI FIRENZE IN RESTAUROGRAZIE A FRIENDS OF FLORENCE Inizia oggi, nel Museo Archeologico Nazionale di Firenze, il restauro della Statua di Leda, interessante copia romana di marmo del II sec. d.C., a ...
Beatrice Canzedda . 23 Febbraio 2018
Sabato 3 Marzo alle ore 17.00 si terrà alla biblioteca delle Oblate il primo appuntamento del ciclo di incontri a cura della teologa Anita Tosi Norcini "Nuove frontiere mediche della cura del corpo, scelte personali e interrogativi dell'anima", che...
Silvio Terenzi . 22 Febbraio 2018
MARCO RÒ “A UN PASSO DA QUI” “DUNE” - Official HD Un disco impegnativo quello del cantautore romano Marco Rò che pubblica questo “A un passo da qui” in collaborazione con la compagna e giornalista Laura Tangherlini. Parliamo di un disco ...
Silvana Grippi . 22 Febbraio 2018
             ONLUS                   con il patocinio   Forum AMBIENTE Località Palagione, Via Volterrana 50050 Gambassi Terme (FI) info: Tel.: 33...
DEApress . 22 Febbraio 2018
  Riceviamo e pubblichiamo: http://it.wesatimes.com    Mohamed Ayoubi del gruppo Gdeim Izik, prigioniero politico è deceduto nella sua casa ad Laayoune. La prima vittima del gruppo saharawi Gdeim Izik eroi nazionali, ing...
Silvana Grippi . 22 Febbraio 2018
Work in Progress DEA - Free Entry   Eccovi le iniziative in programma marzo-aprile 2018 Corsi, Seminari e Laboratori Storia della Fotografia, Montaggio Video. Grafica: Adobe photoshop (post produzione e Adobe Indesign (editing) Eventi Acc...
Silvana Grippi . 22 Febbraio 2018
  Nuovi progetti del 2018 - L'Associazione DEA e l'Agenzia di stampa DEApress hanno bisogno di volontari per iniziare il nuovo progetto "Reporter sei tu" - vogliamo persone che amano la fotografia, il video e l'arte. Giovani che sappiano fare...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons