DEApress

Monday
Jun 25th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Nobel per la Pace 2017 - vince il disarmo.

E-mail Stampa PDF

ICAN.jpg

Il Nobel per la pace 2017 è stato assegnato all’ International Campaign to Abolish Nuclear Weapons (Ican), una coalizione civile globale che lavora per l’implementazione e l’applicazione del trattato per la proibizione delle armi nucleari, è stata fondata a Melborune nel 2007 ed ha sede a Ginevra, in Svizzera.

Berit Reiss-Andersen, presidentessa del comitato del Nobel, confida che il premio attiri “l’attenzione sulle catastrofiche conseguenze umanitarie di qualsiasi uso di armi nucleari e per gli sforzi innovativi del trattato per il divieto dell’uso di tali armi” .Ican ha promosso una grande campagna di sensibilizzazione internazionale in sostegno al  Trattato sulla messa al bando delle armi nucleari.  Adottato dalle Nazioni Unite, è  il primo trattato internazionale legalmente vincolante per la messa al bando delle armi nucleari, rendendole illegali,  mirando alla loro completa eliminazione. Il Trattato è stato firmato a New York il 7 luglio scorso con 122 i voti a favore, 1 contrario (i Paesi Bassi) e uno si è astenuto (Singapore). Tra i  66 Stati che non hanno partecipato ai negoziati, tutti i Paesi che possiedono armi nucleari e i loro alleati militari, Italia compresa che ha aperto un dibattito politico dopo l’approvazione del Trattato. Il trattato è  aperto alla firma di tutti gli stati presso il quartier generale delle Nazioni Unite a New York dal 20 settembre 2017ed entrerà in vigore 90 giorni dopo la  cinquantesima ratifica.  

“È un grande onore aver ricevuto il Premio Nobel per la Pace per il 2017 in riconoscimento del nostro ruolo nella realizzazione del Trattato sul Divieto delle Armi Nucleari. Questo accordo storico, adottato il 7 luglio con il sostegno di 122 nazioni, offre un'alternativa potente e molto necessaria a un mondo in cui le minacce di distruzione di massa possono prevalere e, in effetti, stanno aumentando. Questo premio è un omaggio agli instancabili sforzi di molti milioni di attivisti e di cittadini interessati in tutto il mondo che, sin dall'avvenimento dell'era atomica, hanno protestato contro le armi nucleari, insistendo sul fatto che esse non abbiano finalità legittima e che dovrebbero essere per sempre banditi dalla faccia della nostra terra.

Beatrice Fihn, a capo della Campagna internazionale per l'abolizione delle armi nucleari, esulta: “È un onore immenso, questo è un momento di grande tensione mondiale, lo spettro del conflitto nucleare si afferma ancora una volta. Se mai fosse un momento per le nazioni di dichiarare la loro inequivocabile opposizione alle armi nucleari, quel momento è ora. Ringraziamo umilmente il Comitato Nobel norvegese.  L'elezione di Donald Trump ha messo a disagio molte persone, se vi spaventa che il presidente americano abbia il nucleare, dovreste essere contrari alle armi atomiche in generale".

Il 4 ottobre scorso in un tweet aveva scritto "Donald Trump è un imbecille", sottolineando poi che non ha l’abitudine ad ascoltare gli esperti. La replica della Casa Bianca: "Il trattato Onu sull'eliminazione delle armi nucleari è destinato a fallire. Chi le possiede non vi rinuncerà"

La scelta di un argomento popolare come il disamo nucleare è probabilmente una scelta fatta per liberarsi dalle polemiche che spesso hanno, accompagnato le premiazioni del Premio alla Pace, come quello assegnato “sulla fiducia” ad Obama, o per il silenzio mondiale sulle condizioni di salute e la morte di Liu Xiaobo dopo 11 anni di detenzione nelle prigioni di Pechino,  e quello ad Aung San Suu Kyi, che ha pubblicamente sottovalutato l’eccidio dei rohingya e la fuga di oltre cinquecentomila persone in Bangladesh, tanto che è partita una petizione per la revoca del suo Nobel.  Pregevole scelta, che però ha il sapore del vincere “facile”, dopo tanti malumori. 

Share

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 09 Ottobre 2017 11:42 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

DEApress . 22 Giugno 2018
Venerdì 27 Luglio, alle ore 21, 30, la splendida cornice del Teatro Romano di Fiesole ospiterà la cerimonia del "Premio ai Maestri del Cinema", riconoscimento conferito dal Comune di Fiesole, dal Sindacato Nazionale dei Critici Cinematografici Ital...
Silvana Grippi . 22 Giugno 2018
  CastigliondiPrimavera saluta l’arrivo dell’estate Nell'affascinante borgo medioevale due giorni all'insegna del gusto e del benessere23-24 giugno Castiglione della Pescaia diventa vetrina per le eccellenze enogastronomiche, a...
DEApress . 22 Giugno 2018
        In occasiane della conferenza che si terrà il 22 Giugno 2018 dalle ore 16.00 alle ore 19.30, in Piazza della Repubblica 13-14Rosso presso il Caffè Letterario "Le Giubbe Rosse a Firenze si parlerà d...
Piero Fantechi . 22 Giugno 2018
Dal 10 luglio al 3 agosto 2018 LOCOMOTIVE JAZZ FESTIVAL “La Musica Cresce nelle periferie” Malika Ayane, Avion Travel, Dolcenera, Bungaro, Fabio Concato, Kurt Elling, Kenny Garrett, StefanoDi Battista eNicky Nicolai, NickThe Nightfly, Gilles Pet...
Antonella Burberi . 21 Giugno 2018
  Großer Steigender Reiter Grande cavalliere rampante, 1958 bronzo Zweckverband berufliche Schulen, Landshut   DAL 21 GIUGNO AL 7 OTTOBRE 2018, A FIRENZE, AGLI UFFIZI E AL GIARDINO DI BOBOLI, LA PIÙ GRANDE MOSTRA MONOGRAF...
Antonella Burberi . 21 Giugno 2018
Lampada da moschea - Egitto, XIV secolo - vetro soffiato e smaltato in policromia con doratura Torino, MAO - Museo d'Arte Orientale Firenze, Aula Magliabechiana delle Gallerie degli Uffizi, Museo Nazionale del Bargello Apre la mostra "Islam e Fi...
Silvana Grippi . 21 Giugno 2018
  Dal 22 Giugno al 23 Settembre la Galleria degli Uffizi e il Museo del Bargello presentano la Mostra "Islam e Firenze, arte del collezionismo dai Medici al '900",  rassegna di arte islamica organizzata dai due musei cittadini (sedi dell...
DEApress . 21 Giugno 2018
Pronti, via! Neanche il tempo di archiviare la settimana dedicata alla moda maschile, che nella splendida cornice di Fortezza da Basso si riparte con Pitti Bimbo, la tre giornui dedicata ai più piccoli. Da oggi, 21 Giugno, sino al 23, l'87 edizione...
Silvana Grippi . 20 Giugno 2018
Il Centro Di, la storica casa editrice fiorentina fondata nel 1968 da Alessandra e Ferruccio Marchi, inaugura mercoledì 20 giugno 2018 la sua sede rinnovata in via dei Renai 20r e lo fa nel nome della sua altra grande vocazione oltre all’editoria, l’...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons