DEApress

Tuesday
Dec 12th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

People for sale - persone in vendita nel Mediterraneo

E-mail Stampa PDF

salvagente.jpg

Un salvagente per il Mediterraneo - Foto di Silvana Grippi

 

"People for sale", tradotto: "persone in vendita", così si intitola un documento, consegnato alle autorità libiche e redatto da una reporter della CNN e dai suoi collaboratori. Da altri giornalisti è stata denuncia la vendita all'asta di alcuni migranti ripescati nel Mediterraneo in terra libica. Tale pratica, della cui esistenza ci dà conferma anche un supervisore del centro di detenzione, non è una novità; ma la giornalista questa volta ha le prove. 

Si tratta di un video girato su un cellulare, che ritrae la vendita di due ragazzi nigeriani di cui il "commerciante" parla come esemplari forti, adatti ai lavori pesanti, reclamizzati come animali per meglio piazzarli sul mercato. Come se non bastasse, la stessa giornalista è riuscita a documentare in diretta un'altra di queste aste, avvenuta durante la notte in un edificio nella periferia della capitale libica.

In parte responsabile di tutto ciò anche l'UE ed in primis l'Italia. L'Alto commissario ONU per i diritti umani, Zaid Raad Al Hussein, descrive come disumana la politica dell'Unione Europea di assistenza alle autorità libiche che consiste, di fatto, nell'intercettare i migranti nel Mediterraneo riconsegnandoli alla Guardia costiera libica.
"La sofferenza dei migranti detenuti in Libia è un oltraggio alla coscienza dell'umanità", dice lo stesso Alto commissario, soprattutto alla luce delle testimonianze degli osservatori dell'ONU che in Libia hanno visto solo abusi e maltrattamenti. Uomini, donne e bambini ammassati a migliaia dentro capannoni senza servizi igenici, malnutriti ed in condizioni di salute estremamente precarie.
La dura condanna delle Nazioni Unite riguarda anche e soprattutto l'Italia e le modalità di intervento delle politiche di accoglienza del governo Gentiloni e del ministro degli Interni Marco Minniti. Considerando che tali politiche furono discusse ad avallate in occasione di un vertice svoltosi a Parigi tra Italia, Spagna, Germania e Francia, pare che l'UE abbia fatto poco o nulla per ridurre tali abusi, anzi autorizzandoli tacitamente, apparentemente incapace di distrubuire equamente gli arrivi dei profughi; ed è a dir poco illogico ritenere che a pensarci saranno le autorità libiche, divise tra "signori della guerra" e mercanti di uomini, condannando di fatto gran parte dei migranti più sfortunati ad una detenzione forzata, arbitraria e disumana.
L'ONU ha prontamente chiesto alle autorità libiche di cessare tali violazioni dei diritti umani, apparentemente senza successo, soprattutto se l'Unione Europea e, in particolare, i paesi più vicini al Mediterraneo, continueranno a tentare di ridimensionare il problema.

Le autorità di Tripoli, dopo aver ricevuto il suddetto documento, hanno promesso l'avviamento di un'indagine a riguardo.

Fonte: Il Manifesto  

Share

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 23 Novembre 2017 11:17 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Leonardo Marinelli . 12 Dicembre 2017
Ha raggiunto l'80% di adesione lo sciopero nazionale dei medici e dirigenti del Servizio sanitario nazionale, indetto per oggi. Sono circa 134.000 i professionisti che hanno deciso di astenersi dal recarsi presso i propri posti di lavoro e le prime p...
L'AltopArlAnte . 12 Dicembre 2017
  Pubblicato dall’etichetta Rusty Records, il caleidoscopico pezzo che unisce pop, folk e accenni di musica classica, anticipa il progetto #robadamati La canzone "Passo Dopo Passo" di Giuseppe D'Amati, è in gran parte autobiografica. E' dedicata...
L'AltopArlAnte . 12 Dicembre 2017
Ritorna il Premio Bindi Winter, l’edizione speciale invernale del Festival della canzone d’autore. Il Premio Bindi si tiene tutti gli anni in luglio davanti al mare di Santa Margherita Ligure ed è uno dei festival più importanti della canzone d...
DEApress . 12 Dicembre 2017
Era il 12 dicembre del 1969: una bomba di Stato chiudeva in modo tragico la decade che aveva visto saldarsi in Italia la rivolta studentesca con quella operaia, segnando pesantemente quella successiva, conclusa con altra bomba, ancor più micidiale, a...
Fabrizio Cucchi . 11 Dicembre 2017
In una visita a sorpresa alla base russa in Siria di Hmeymim, Putin questa mattina ha annunciato un parziale ritiro delle truppe russe dalla regione (1). Questo annuncio è stato accompagnato da "roboanti cifre" sui successi russi nella zona. "Sono st...
DEApress . 11 Dicembre 2017
Riceviamo e pubblichiamo:"Giovedì 14.12.17, ore 18h.30, presso il Centro Java per il ciclo di incontri "Approfondimenti Stupefacenti": Guerra e DrogaIncontro con Alessandro De Pascale - giornalistaMaggiori informazioni su www.infojava.itDagli oppiace...
L'AltopArlAnte . 11 Dicembre 2017
  Il gruppo della versatile musicista traccia in questo disco un percorso musicale d’impronta folk-rock volto a rappresentare la figura femminile in ogni possibile sfumatura. Lionheart è la rappresentazione di una donna, è “La Donna” ed è tante...
L'AltopArlAnte . 11 Dicembre 2017
  Dopo una carriera già ricca di riconoscimenti (finalista al Premio Tenco, attore e autore teatrale e cinematografico, compositore di successi musicali e sigle radiofoniche), l’eclettico artista, già frontman de Il Parto delle Nuvole Pesanti, propo...
L'AltopArlAnte . 11 Dicembre 2017
  Prodotto con la collaborazione di Jamie Sellers (Alesha Dixon, Pixie Lott) presso il Run Wild Music di Londra, il brano incontra atmosfere che spaziano fra pop e dark portando a galla il tema della libertà come superamento delle catene espressive ...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons