DEApress

Monday
Dec 17th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

CARCERE: SAHRAWI - Le lettera inviata a Federica Mogherini

E-mail Stampa PDF
Dear HR/VP Federica Mogherini,
 
Vi scriviamo come membri del Parlamento europeo per esprimere la nostra profonda preoccupazione per la situazione di due Saharawi imprigionati dalle autorità marocchine, Sidi Abdallahi Abbahah e Ahmed sbaai, che sono stati messi in confinamento isolato il 4 dicembre.
La situazione di questi prigionieri politici è critica: sono totalmente soli, in piccole cellule di isolamento chiamate “scatole”, nudi senza coperte o nulla per coprirsi e fisicamente torturati dalla prigione autorità. Inoltre, la tortura psicologica di essere soli durante l’intera giornata è aggravata dal divieto già pre-esistente alle famiglie di visitarli in carcere. Sidi Abdallahi Abbahah e Ahmed sbaai sono stato di salute molto delicato. In realtà, Ahmed sbaai ha una malattia cardiaca cronica che non è controllato da un medico.
 
Questo tipo di torture e abusi sono il modus operandi del Marocco con i 19 prigionieri di Gdeim Izik, ma in questo caso la questione della salute è più che preoccupante e vi chiediamo di agire in merito.
 
Questo gruppo dei prigionieri politici saharawi sono stati incarcerati dal 2010, quando sono stati arrestati nella protesta civile di Gdeim Izik. Tutti loro sono stati accusati di omicidio di 11 membri della forza civile che presumibilmente morti durante lo smantellamento violento del campo. I politici saharawi erano condannati a 20 anni di vita in carcere da un tribunale militare nel 2013. La punizione è stata confermata in Luglio 2017 in un processo che non ha rispettato il diritto alla presunzione di innocenza, reati che potrebbero essere dimostrato, e tutti i procedimenti sono stati basati sulla documentazione e confessioni ottenuti sotto tortura.
 
 
Il 16 settembre i 19 prigionieri politici saharawi sono stati dispersi in 7 carceri nel Regno marocchino. Dopo quel giorno, il trattamento dato dalle autorità marocchine ai
detenuti sono stati violati i diritti umani con le norme minime standard delle Nazioni Unite dei detenuti, e in violazione di gli accordi e le alleanze internazionali ratificati dal Marocco, nonché la stessa legge marocchina.
 
I prigionieri sono sottoposti a molestie, confinamento per oltre 22 ore al giorno e, almeno un caso, anche di più per gli ultimi tre mesi. Punizione crudele e disumana, mancanza di cure mediche e la violazione dei diritti di visita delle famiglie sono altre pratiche di abuso che soffrono.
Molti dei detenuti sono stati in sciopero prolungato della fame più di 3 settimane e sono in una condizione di salute minacciosa. Brahim Ismaili e Hassan dah, ogni giorno vomitano sangue.
 
Invitiamo voi e l’Unione europea a intervenire in questa situazione nociva, a causa della delicata salute di Sidi Abdallahi Abbahah e Ahmed sbaai, e di fornire loro la cura umana adeguata che è istituito nel diritto internazionale umanitario, e di invitare il governo marocchino a rilasciare i prigionieri politici del gruppo Gdeim Izik.
 
Cordiali saluti,
 
 
Paloma López Bermejo - Jytte Guteland - Bodil Valero - Ivo Vajgl - Martina Anderson - Matt Carthy - Lynn Boylan - Liadh Ni Riada - Patrick Le Hyaric - Nikolaos Chountis - Angela Vallina de la Noval - Tania González Peñas - Josu Juaristi Abaunz - Miguel Viegas - Marisa Matias - Javier Couso Permuy - Javier Nart - Miguel Urbán Crespo - Ana Gomes - Florent Marcellesi - Marina Albiol Guzmán - Luke Ming Flanagan - Barbara Spinelli - Estefania Torres Martínez - Xabier Benito Ziluaga - António Marinho e Pinto

Share

Ultimo aggiornamento ( Sabato 09 Dicembre 2017 13:44 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 15 Dicembre 2018
    Informazione, formazione e comunicazione sono gli elementi essenziali che la differenziano e danno un valore aggiunto! . L'Agenzia di stampa DEApress, organo dell'Associazione D.E.A.onlus (Didattica-Espressione-Ambiente), è un...
Silvana Grippi . 15 Dicembre 2018
Antonella Burberi . 14 Dicembre 2018
Firenze, Casa Buonarroti - dal 12 dicembre 2018 al 28 febbraio 2019 sarà visitabile la mostra " VASIMANIA dalle Explicationes di Filippo Buonarroti al Vaso Medici" che prende spunto da un'importante pubblicazione di Filippo Buonarroti. Usciva inf...
Silvio Terenzi . 14 Dicembre 2018
BUCALONE"Bucalone" "Keep me in Love" - OFFICIAL HD Che bellissima prova quella di BUCALONE, ovvero Marco Viccaro Bucalone, cantautore di Formia che però ai più è ben noto come polistrumentista e soprattutto chitarrista al seguito di grandi nomi d...
Silvana Grippi . 13 Dicembre 2018
La ns. Associazione ha deciso di rivolgersi a giovani e adulti per iniziare a far conoscere DEApress. Giornate di Formazione per giovani che vogliono scrivere in un giornale web. Ogni mese saranno organizzate tre mattine per aspiranti volontari ch...
DEApress . 12 Dicembre 2018
Il centro studi DEA sta lavorando da un decennio sulle periferie fiorentine. Ecco di seguito alcuni stralci di lavori precedentemente svolti a cui hanno collaborato diversi autori   Desiderando Città L'idea di “città” è variabile da “ci...
Silvana Grippi . 12 Dicembre 2018
Era il 12 dicembre 1969 quando a Milano alle 16.30 scoppio una bomba presso la sede della Banca Nazionale dell'Agricoltura in pizza Fontana che uccise 17 persone. La Banca stava chiudendo ma al suo interno era ancora piena di clienti. ANSA: "Alle 16...
DEApress . 12 Dicembre 2018
DEApress . 12 Dicembre 2018
Ars Nova: musicologi e letterati a convegno Dal 13 al 15 dicembre, Certaldo fulcro del dibattito sull’intreccio tra letteratura e musica nel Trecento   Da giovedì 13 dicembre a sabato 15 dicembre, nella  Biblioteca della Casa di Bocca...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons