DEApress

Friday
Dec 14th
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Migranti a Idomei: scatti al Parlamento europeo

E-mail Stampa PDF

MOSTRA29.jpg                 MOSTRA38.jpg

La mostra dei volontari toscani arriva per due giorni a Bruxelles, nel cuore delle istituzioni continentali, con l'intenzione di "mantenere alta l'attenzione sul tema dell'accoglienza".

Le frontiere, l’accoglienza, l’immigrazione sono le grandi sfide che l’Europa si trova ad affrontare. Ed è nel cuore pulsante delle istituzioni europee, nel palazzo del Parlamento a Bruxelles, che sarà allestita il 30 e 31 gennaio la mostra “Ai confini dell’accoglienza” con foto e video realizzati a Idomeni dal Nucleo di Documentazione della Croce Viola di Sesto Fiorentino (Firenze).

Nella pianura al confine tra la Grecia e la Macedonia, per alcuni mesi del 2016 sono rimaste ammassate in attesa della riapertura della frontiera da parte del governo di Skopje, oltre diecimila persone, in prevalenza di origine siriana. Poi, proprio in contemporanea con l’arrivo della missione della Croce Viola, a fine maggio, è iniziato lo smantellamento dell’area e lo spostamento delle persone che si trovavano lì in campi controllati dal governo greco - i volontari hanno potuto così assistere a questo momento e documentarlo.

L’inaugurazione si terrà martedì 30 gennaio alla presenza di alcuni dei volontari presenti a Idomeni nella primavera 2016 e di un gruppo di europarlamentari italiani guidati da Nicola Danti, il quale spiega: «Sono orgoglioso di ospitare una mostra il cui grande valore va ben oltre quello artistico. Mostrare queste foto e questi video all'interno del Parlamento europeo ha anche un valore simbolico: speriamo che attirino l'attenzione dei colleghi di quei Paesi che ancora oggi si rifiutano di fare la propria parte nella condivisione dell'accoglienza dei migranti in Europa».

«Una mostra – aggiunge il responsabile del Nucleo Documentazione della Croce Viola, Davide Costa – che abbiamo realizzato con l’intento di raccontare la situazione che abbiamo visto nella primavera del 2016 al confine greco-macedone in quello che è stato definito un vero e proprio inferno contemporaneo».

Fanno riflettere le parole di Lorenzo Falchi, sindaco di Sesto Fiorentino: «Quella dell’accoglienza è la sfida più difficile che l’Europa unita si sia trovata ad affrontare, davanti alla quale sono crollate le certezze e i principi su cui avevamo costruito la convivenza tra i nostri popoli. La mostra allestita dalla Croce Viola ci fa sbattere contro la crudezza della realtà, contro le immagini di una ferita aperta, di un dolore, di una vergogna che nasce dall’ingiustizia e dall’ingiustizia trae il suo nutrimento. È un richiamo civile, un invito a ritrovare e a rinnovare il nostro impegno per la costruzione di un mondo più giusto».


Un’esperienza forte anche per il gruppo toscano, abituato a situazioni difficili: il Nucleo Documentazione della Pubblica Assistenza di Sesto Fiorentino è infatti composto da giornalisti, fotografi e tecnici di protezione civile che si occupano di testimoniare proprio le situazioni di emergenza - tra il 2016 e il 2017 il gruppo è stato più volte nelle aree colpite dal terremoto del centro Italia per fare documentazione.

 

MOSTRA37.jpg                  MOSTRA13.jpg
Scatti della Croce Viola di Sesto Fiorentino a Idomei, 2016

 

Info: Davide Costa

Share

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 26 Gennaio 2018 13:59 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 14 Dicembre 2018
Silvana Grippi . 13 Dicembre 2018
L'Agenzia di stampa DEApress, organo dell'Associazione D.E.A.onlus (Didattica-Espressione-Ambiente), è un mezzo libero e gratuito che svolge attraverso dei "volontari dell'informazione" un'attività socialmente utile e conforme all'etica della comun...
Silvana Grippi . 13 Dicembre 2018
La ns. Associazione ha deciso di rivolgersi a giovani e adulti per iniziare a far conoscere DEApress. Eccovi le Giornate di Formazione per giovani che vogliono scrivere in un giornale web. Ogni mese organizzeremo tre mattine per aspiranti volontar...
DEApress . 12 Dicembre 2018
Il centro studi DEA sta lavorando da un decennio sulle periferie fiorentine. Ecco di seguito alcuni stralci di lavori precedentemente svolti a cui hanno collaborato diversi autori   Desiderando Città L'idea di “città” è variabile da “ci...
Silvana Grippi . 12 Dicembre 2018
Era il 12 dicembre 1969 quando a Milano alle 16.30 scoppio una bomba presso la sede della Banca Nazionale dell'Agricoltura in pizza Fontana che uccise 17 persone. La Banca stava chiudendo ma al suo interno era ancora piena di clienti. ANSA: "Alle 16...
DEApress . 12 Dicembre 2018
DEApress . 12 Dicembre 2018
Ars Nova: musicologi e letterati a convegno Dal 13 al 15 dicembre, Certaldo fulcro del dibattito sull’intreccio tra letteratura e musica nel Trecento   Da giovedì 13 dicembre a sabato 15 dicembre, nella  Biblioteca della Casa di Bocca...
DEApress . 12 Dicembre 2018
  È “Mulk” di Anubhav Sinha, legal movie ispirato a un fatto di cronaca sui difficili rapporti di convivenza tra musulmani e hindu, che ruota attorno alle vicende di una famiglia presa di mira dopo un attacco terroristico, ad...
Silvana Grippi . 12 Dicembre 2018
ADESSO BASTA!! Il 1° Settembre con una circolare, il ministro degli interni Salvini ,dà direttive per un giro di vite repressivo contro le occupazioni abitative, identificando nelle occupazioni di stabili pubblici e privati uno dei principali proble...

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons