DEApress

Monday
May 21st
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Il trattato di libero scambio fra Usa, Canada e Messico

E-mail Stampa PDF

IL TRATTATO DI LIBERO SCAMBIO FRA USA,CANADA E MESSICO:

QUALI EFFETTI HA AVUTO SULLA POPOLAZIONE MESSICANA?

CHI HA GUADAGNATO VERAMENTE DA QUESTO ACCORDO?

Il NAFTA(North American Free Trade Agreement) è un trattato di libero scambio fra USA,Canada e Messico, questo accordo, ispirato al modello dell’Unione Europea, è un allargamento di un altro accordo di libero commercio il FTA(Free Trade Agreement, stipulato precedentemente da Canada e USA(1988).

Il NAFTA è entrao in vigore il 1 gennaio del 1994, anche se gli accordi erano stati conclusi precedentemente, il 17 dicembre del 1992, l’obbiettivo del Nafta era quello di creare fra questi 3 paesi un mercato libero senza barriere alle importazioni, e facilitare il movimento intra-area di beni e servizi tra i territori delle parti, e di aumentare occupazione, sviluppo e investimenti in Messico, unico paese in via di sviluppo a fare parte del trattato.

Gli effetti del Nafta sul Messico, ci possono essere utili per capire l’impatto di un accordo di libero scambio con gli USA in un paese in via di sviluppo, e di quale sia l’effettiva velleità degli stati uniti nel continente Latinoamericano, ovvero di creazione di una zona di influenza politica ed economica guidata appunto dallo stato più forte(USA), che fornisca alla “madrepatria” risorse, materie prime, lavoro a basso costo e succose opportunità di investimento, proprio come successo in Messico.

Quello che ci interessa in questo trattato è come il NAFTA abbia influito sulle condizioni oggettive della popolazione Messicana, che oggi conta circa 40 milioni di persone che vivono sotto la soglia della povertà.

Possiamo dire che il NAFTA ha avuto un duplice effetto sulla popolazione Messicana, non riuscendo comunque a diminuire la povertà e rendendo comunque il Messico dipendente economicamente dagli Usa, difatti attualmente il 75% dell’export Messicano va a finire negli Stati Uniti che a loro volta, sfruttano il vantaggio del NAFTA delocalizzando le fabbriche in Messico dove il costo del lavoro è minore, per poi vendere i prodotti finiti sul mercato internazionale con profitti decisamente maggiori.

Tutto ciò aumenta si l’occupazione in Messico, ma a condizioni durissime per la classe lavoratrice difatti, il salario medio annuo di un lavoratore del settore automobilistico Americano è di 64000 euro mentre, quello di un collega Messicano è di 3851,5 euro ,ovvero di quasi 17 volte inferiore, questo seppur rapportato ai costi dei beni e dei servizi che negli USA è decisamente superiore, ci da un idea di come l’industrializzazione portata dal NAFTA abbia influito sulle condizione di vita dei Messicani e su come il profitti dei capitalisti Americani dipendano anche oltre che dallo sfruttamento della classe lavoratrice, anche dalle dinamiche dello scambio ineguale, spiegate nei paragrafi precedenti.

xxxx.jpg

Come abbiamo detto il NAFTA, ha avuto un duplice effetto sulla popolazione Messicana, se da una parte ha influito in maniera positiva sull’occupazione, rifilando comunque salari da fame ai lavoratori Messicani, dall’altra da quando nel 2008 è entrata in vigore la seconda parte del trattato, che liberalizza il commercio anche di: fagioli, mais e zucchero, che rappresentano una parte decisamente importante della produzione agricola Messicana, il settore primario, già stremato, ha subito l’ennesimo colpo di grazia.

Difatti in Messico circa l’85 % del mais era prodotto da contadini che dispongono di meno di 5 ettari e usano metodi tradizionali e semente proprie, le grandi multinazionali Cargill e Monsanto in testa hanno formato un consejo nacional agro-pecuario, con la finalità di inserire i propri semi OGM, che si hanno aumentato la produzione, ma hanno anche tolto terra e salario a centinaia di migliaia di contadini Messicani, difatti la finalità delle grandi aziende multinazionali era quella grazie ai semi OGM, di aumentare la produzione a parità di lavoro e quindi di immettere nel mercato Messicano questi beni a un costo decisamente inferiore, spazzando via la produzione autoctona.

Il NAFTA è esemplificativo di quali siano le possibili implicazioni, di un accordo di libero scambio fra “paese sviluppato” e “paese in via di sviluppo” e di come i primi concepiscano la cooperazione internazionale.

xxxxx.jpg

La polizia difende i campi appena espropriati ai contadini messicani

 

Share

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 12 Marzo 2018 17:33 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

massimo.pieraccini . 21 Maggio 2018
     A Firenze cade un albero sopra un pullman in transito sul lungarno del Tempio.Fortunatamente nessuna vittima, solo qualche ferito, persone presenti sul posto fin dal momento dell'accaduto dicono non gravi. Un grosso tiglio si è abbattuto, p...
DEApress . 21 Maggio 2018
Martedì 22 Maggio 208 alle ore 16.30 presso la sala Comparetti della Biblioteca Umanistica dell'Università degli studi di Firenze si terrà l'evento organizzato in collaborazione con la Fondazione In Fiore "Psicologia e provocazione in versi". Per l'o...
Silvana Grippi . 21 Maggio 2018
Archivio fotografico DEApress - 2017 - Foto di Silvana Grippi Un personaggio soprendente Giuliano Scabia. Nato a Padova dopo la laurea ha insegnato al DAMS di Bologna, ora vive a Firenze dove scrive e ancora progetta testi teatrali. Possiamo defin...
Silvana Grippi . 21 Maggio 2018
  Mario Lovergine - Foto di silvana grippi/Archivio DEApress   Mario Lovergine è docente presso l'Accademia ISIA di Firenze.. Vive e lavora a Firenze. Da giovane ha studiato a Bari e a Firenze e successivamente si è trasferito per alc...
Silvana Grippi . 21 Maggio 2018
Silvana Grippi . 21 Maggio 2018
DEApress - Archivio storico presenta   "Attori,  Registi, Politici e Gente comune..."  Personaggi fotografati da Silvana Grippi "Questi personaggi rappresentano una piccola parte dell' ampio ventaglio di "gentes" a cui ho rubato...
Silvana Grippi . 18 Maggio 2018
L'Associazione D.E.Aonlus in collaborazione con l'Agenzia di Stampa DEApress (Archivio Storico) sta creando un inventario sommario con la catalogazione della serie ordinata di tutti i lavori acquisiti (prodotti e donati) sia per implementare che per ...
Piero Fantechi . 18 Maggio 2018
Un flashback dall' Archivio Storico DEApress Firenze,Teatro Sashall (ex Teatro Tenda), 1991   ph. Silvana Grippi
Piero Fantechi . 18 Maggio 2018
Ecco i nuovi quaderni autoprodotti da DEAart

Galleria DEA su YouTube

Social Share Buttons