World Arctic Fund - Da Polar4 a PolarSuper2?

Mercoledì 31 Maggio 2017 00:15 Stefania Parmigiano
Stampa

polar_goletta.jpg

La prima goletta acquistata per la missione

Il nostro agente ai ghiacciai Loris Rondoni mantiene le sue promesse, come sapevamo, e come vi avevamo anticipato qui. E' ora a Berlino, dove sta lavorando alla preparazione della missione "Polar 4", spedizione di ricerca dell'organizzazione no-profit World Arctic Fund che partirà da Tromsø, città della Norvegia settentrionale, verso il Polo Nord nel prossimo agosto. La missione prevedeva l'impiego di 4 barche a vela, ognuna attrezzata per precise caratteristiche (ricerca, mappatura, laboratorio, documentazione) ma il timore di dispersione di risorse ha fatto decidere di utilizzare due sole grandi imbarcazioni. Una goletta di 24 metri, che può ospitare fino a 18 persone, è già stata acquistata ed è in corso l'adattamento per accogliere le strumentazioni scientifiche necessarie all'impresa; la seconda imbarcazione è stata individuata e si sta procedendo nelle trattative d'acquisto a Bristol.
L'iniziativa sta suscitando grande interesse del Ministero della Difesa italiano e della Presidenza della Repubblica e, fra i vari sponsor, hanno dato il loro contributo varie televisioni di diverse nazioni. Vi sono tutte le prerogative perché questa spedizione possa essere qualcosa di veramente importante, nei giorni scorsi la posizione "sospesa" del presidente degli Stati Uniti d'America Donald Trump sull'intesa di 195 Paesi (compresi gli USA, allora rappresentati da Barack Obama che ha visto cancellare da Trump tutte le regolamentazioni decise per rispettare gli impegni presi) raggiunta a Parigi nel 2015 durante a conferenza internazionale sul clima contro il riscaldamento globale, ha reso più che mai forte (semmai qualcuno se ne fosse dimenticato) la necessità di ricordare le proiezioni che vedono l'Artico libero dai ghiacci già dal 2020.
Noi restiamo in ascolto e rinnoviamo il nostro "in bocca all'orso polare", nell'accezione positiva che prevede in risposta "viva l'orso polare!"

polar_staff.jpg

Alcuni partecipanti alla missione. A destra i comandanti delle imbarcazioni, Simone Orlandini e Loris Rondoni

(foto gentilmente fornite da Loris Rondoni)

Share