Firenze punta ancora sulla mobilità elettrica, arriva il carsharing di Adduma

Mercoledì 11 Ottobre 2017 16:49 Cosimo Biliotti
Stampa

Con l'obbiettivo di avere tra pochi anni un centro storico aperto alle sole auto elettriche, l'amministrazione comunale di Firenze ha presentato Adduma, un nuovo operatore di car sharing completamente elettrico.

Adduma è una startup innovativa siciliana ed offre un servizio di condivisione di 40 mezzi elettrici che potrebbero aumentare fino a 100 nei prossimi mesi. Oltre alle Renault ZOE con 300 km di autonomia saranno a disposizione anche i veicoli commerciali Kangoo ZE. Adduma ha infatti come obbiettivo quello di rispondere anche alle esigenze delle aziende e di chi ha necessita di effettuare trasporti e consegne all'interno del centro storico della città.

Firenze è stata scelta da Adduma per la sua spiccata propensione alla mobilità elettrica. La città è infatti la prima per numero di punti di ricarica elettrici, ha una vasta flotta comunale di auto a zero emissioni, ha rilasciato 70 nuove licenze per taxi esclusivamente elettrici e ha già un'altra compagnia di car sharing completamente elettrica operante nel territorio. Partner dell'operazione sono Enel, ALD Automotive, Renault e Omoove che ha creato la piattaforma tecnologia dedicata ad Adduma.

Come ribadito anche dal sindaco la visione futura è quella di una città dotata di una struttura capillare e interconnessa di servizi pubblici e privati condivisi, elettrici e intelligenti.

La tramvia, il bike sharing e il car sharing elettrico gestiti con un sistema tecnologico dinamico e predittivo sono l'elemento imprenscindibile per un nuovo stile di vita e un nuovo modo di muoversi all'interno della città, dove la proprietà è sostituita dal servizio e il motore inquinante è sostituito dall'emissione zero.

Tutte le informazioni sul servizio su www.addumacar.it

Share