Un'occasione per imparare dalla natura

Sabato 08 Agosto 2020 09:44 Alice Bunner
Stampa

Sono tempi bui in cui la Didattica è in continua e veloce evoluzione, non solo per il necessario riassestamento dovuto alla Pandemia ma anche per la presa di coscienza e le sollecitazioni  che vengono dall'Europa e dai comitati delle Regioni. Infatti grazie alla ricerca e sperimentazione, è già acquisita la necessità di formare i docenti -  e di conseguenza gli studenti - alla conservazione e tutela del patrimonio Ambientale e le sue risorse. 

Esempi di tutto questo possono essere: aree disciplinari apposite e  protette, organizzate dagli Enti locali per integrare scuola-territorio; laboratori e scambi di Educazione all'Ambiente; settimane di contatti e ricerca sul territorio soprattuto per favorirne la conoscenza. Forsei il corso degli eventi ha fatto sì che le aule e gli orari rigidi siano patrimonio del passato, e che il futuro  posxsa essere  la tutela della Natura dentro la Natura stessa.

Si auspica, anche a costo di sembrare ripetitivi, nuovi e più consistenti fondi europei e locali di modo che la nuova Didattica ambientale diventi protagonista e possa svilupparsi e proseguire al meglio.

 

 

Share

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 10 Agosto 2020 09:23 )