Terreni Creativi Festival

Lunedì 11 Luglio 2022 17:08 Elena Lamberti
Stampa

0_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy_copy.jpg

TERRENI CREATIVI FESTIVAL

Albenga (SV)  dal 1 al 7 agosto 

 

Il festival, unico nel suo genere, si svolge nelle aziende agricole dell’entroterra ingauno, e presenta un programma di spettacoli di teatro, danza, musica, laboratori e presentazione di libri con personali dedicate ad alcuni dei più interessanti artisti della scena contemporanea 

Il festival ha ricevuto negli anni riconoscimenti prestigiosi qualiil Premio Garrone 2016-Premio speciale della Giuria, “per l’originale ideazione che ha portato il teatro contemporaneo dentro il cuore economico di Albenga – le sue aziende agricole – un modo alternativo di vivere lo spazio teatrale che riscopre nuove forme di convivialità. La Giuria del Premio Garrone, in relazione al notevole valore di questa iniziativa, riconosce con profonda convinzione questo modello ideativo e organizzativo quale rara e preziosissima esperienza culturale, nell’ambito delle proposte teatrali italiane, che merita quindi particolare attenzione e sostegno da parte delle istituzioni”,ilPremio Rete Critica 2017comemiglior progetto di comunicazione“per l'ironia e la capacità di proiettare il messaggio comunicativo sia nello spazio locale che nazionale” ela candidatura aiPremi Ubu 2021, nella sezione miglior curatela artistica. 

Quattro gli artisti scelti a cui è dedicata una personale – Francesca Foscarini – vincitrice di numerosi premi coreutici nazionali come, tra gli altri, il Premio Equilibrio per l’interprete nel 2013, il Premio Positano 2015 come “Danzatrice dell’anno sulla scena contemporanea” e, nel 2018, il premio “Danza&Danza” come coreografa emergente - Teatro dei Borgia, il regista siciliano Giuseppe Cutino, la compagnia Bartolini Baronio, reduci dall’esperienza a New York, dove li ha portati il bando del Mic Boarding Pass - inseriti nel format caratteristico del festival ingauno, composto da  diversi spettacoli a sera di danza e teatro inframezzati da un aperitivo con prodotti del territorio e musica dal vivo a concludere le serate, ambientate nelle serre dell’entroterra di Albenga. 

All’interno della programmazione, oltre alle personali dei 4 artisti, Maniaci d’Amore, Francesca Sarteanesi – candidata al premio Ubu 2021 come miglior attrice protagonista - Something stupid, di Daniele Natali e Fausto Paravidino, una delle più acclamate firme della drammaturgia italiana, Gli Omini, una delle più originali compagnie italiane, che portano avanti dal 2006 il progetto Memoria del Tempo Presente, costruzione di spettacoli tramite indagini territoriali e interviste.

Fra gli spettacoli di danza Laura Pante, concept di Jérôme Bel, coreografo sostenuto dalla Direction régionale des affaires culturelles d’Ile-de-France, Ministero della Cultura–Francia, con estratti da coreografie di Cristina Rizzo, Xavier LeRoy e Scarlet Yu, Silvia Costa, interpretato da Laura Pante

Da segnalare la prima nazionale di Na creature - Long Play Track di Teatringestazione, in coproduzione con la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, nell’ambito del progetto Atlante degli Immaginari.

Elena  Lamberti

Share

Ultimo aggiornamento ( Lunedì 11 Luglio 2022 17:16 )