Sara Mingardo a Montepulciano

Giovedì 19 Luglio 2018 08:47 Piero Fantechi
Stampa

sara_mingardo2.jpg

MINGARDO SULLA SCUOLA: “CHI LA ORGANIZZA NON HA MAI MESSO PIEDE IN UN TEATRO”

IL CONTRALTO ITALIANO, DUE GRAMMY AWARDS, SI ESIBIRÀ A
MONTEPULCIANO PER IL 43/o CANTIERE INTERNAZIONALE D'ARTE

MONTEPULCIANO, 18 luglio 2018 – “Se chi ha il compito di organizzare la Scuola non ha mai messo piede in un teatro o in una qualsiasi sala da concerto, come si può pensare che ritenga quella della musica, un’arte necessaria?” – domanda Sara Mingardo, contralto italiano e doppio Grammy Awards per l'Opera lirica, che al 43/o Cantiere Internazionale per l'Arte di Montepulciano eseguirà la “Petite messe solennelle” il 19 luglio in occasione del 150° anniversario rossiniano. “L'Italia ha bisogno di Scuola, Scuola e ancora Scuola – prosegue Mingardo – se fin da bambini si imparasse che la musica e le arti hanno la stessa importanza della matematica e dell’italiano, sarebbe tutto molto più semplice. La musica abbellisce le menti e, per ricordare le parole del Maestro Abbado, la cultura è come l’acqua, impossibile vivere senza”.

La grande lirica sarà la protagonista al Tempio di San Biagio di Montepulciano: insieme a Mingardo si esibiranno, infatti, autentiche stelle del canto internazionale che interpreteranno il capolavoro di Gioachino Rossini. Con Mingardo, l’altrettanto noto tenore Aldo Caputo, il soprano Paola Leggeri e il baritono José Fardilha si confronteranno con il Dortmunder Kammerchor e con la Corale Poliziana di Montepulciano, con la direzione di Fabio Mancini insieme all’armonium di Roland Böer e ai pianoforti di Cristina Capano e Alessio Tiezzi, direttore dell’Istituto di Musica “H. W. Henze”.

Un anniversario nell'anniversario: ad ospitare la messa in programma giovedì 19 luglio alle ore 21.30 sarà infatti il monumentale Tempio di San Biagio, complesso rinascimentale di cui si celebra il 500° anniversario. Il Cantiere Internazionale d’Arte, rassegna ideata da Hans Werner Henze, diretta da Roland Böer con il coordinamento artistico di Giovanni Oliva, prosegue fino al 29 luglio tra Montepulciano e la Valdichiana senese.

Per ulteriori informazioni: www.fondazionecantiere.it

Share