AGNELLO: esce "Il Minotauro"

Mercoledì 17 Luglio 2019 17:29 Silvio Terenzi
Stampa

AGNELLO
“IL MINOTAURO”

CopertinaLow

“Il Minotauro” - Official VIDEO

Avevamo raccontato il lentopede degli Agnello in occasione della pubblicazione del bellissimo singolo “Sulla sdraio”che vedeva anche la featuring. di Nicolò Carnesi: quel pop dalle tonalità surf che attingono da scenari di un’Italia degli anni ’60, da quell’emancipazione americana… la vita osservata con indolenza e resilienza da una sdraio, metafora di belle visioni. E oggi parliamo di questo Ep di esordio dal titolo “Il minotauro” pubblicato da Garrincha Dischi che raccoglie questo ma anche altri 4 brani di cui solo la title track del lavoro è il vero ed unico inedito. Per il resto ritroviamo i brani che nei mesi successivi gli Agnello hanno scritto e pubblicato a più riprese, come pillole e anticipazioni di questa lunga via. E fatta eccezione per “Casa tua” - forse - in cui il sound è smaccatamente beatlessiano dei tempi colorati, per il resto troviamo quell’incedere parco e prolisso di significati, ricco di attese in un’amalgama indie-pop assolutamente didascalica. Bellissimo il video di lancio scritto e diretto da UNDO Video Lab Idea per il soggetto di Furrï Zucchini… forse il momento più sobrio e sospeso del disco, lungo poco meno di 2 minuti ma intenso di una psichedelia poetica davvero interessante. Li abbiamo intervistati per voi:

Tornano gli Agnello. Un mini raccolta di singoli e un inedito. Cosa vi ha spinto a realizzare una simile pubblicazione?
Noi eravamo pronti a lanciare il nostro concept album. Sennonchè ci siamo ritrovati a lavorare con una casa discografica che ha ben più chiaro di noi come lanciare un progetto musicale. Probabilmente un Ep di riepilogo ci ha permesso di presentarci ad un pubblico un pò più vasto permettendoci di conservare gli inediti per quando ci saranno delle orecchie pronte a sentirli.

Sempre uno sguardo al passato per le vostre mode e il vostro imprinting musicale. Come mai?
Ne so quanto voi. A casa ho tutta una serie di apparecchi e apparecchiati con cui gioco, quello che viene fuori se piace ci si lavora. Ambiento così le mie storie, lasciandogli la libertà di venire fuori cercando di risparmiagli troppe revisioni.

Anche nel video di lancio della title track ci possiamo leggere tantissime cose. La vostra chiave di lettura?
Il video è stato realizzato da Undo Video Lab per una sceneggiatura di Checco de Lo Stato Sociale, il nostro nuovo amico e produttore. Ognuno di noi ci vede qualcosa di diverso, io ci vedo la dualità (o più realisticamente l’infinita molteplicità) di ogni cosa. Le aspettative degli altri vedono il successo laddove c’è la morte di sè.

Share

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 17 Luglio 2019 17:51 )