ERP la linea di Fuoco di Manolo Morlacchi

Domenica 19 Luglio 2020 10:06 Davide Steccanella
Stampa

L'immagine può contenere: 2 persone, primo piano

 

44 anni fa (19 luglio 1976) a Villa Martelli (Buenos Aires) i militari dell’esercito del Capitano Juan Carlos Leonetti uccidevano il grande guerrigliero ERP Mario Roberto Santucho facendone sparire il corpo perché, dirà il dittatore Videla, “era una persona che generava aspettative; l’apparizione del suo corpo avrebbe portato a tributi, a celebrazioni. Era una figura che bisognava appannare”. Sua moglie, Ana Maria Villareal, era stata uccisa il 22 agosto di 4 anni prima nel corso del massacro di Trelew durante il quale era stata trucidata anche Clarisa Lea Place. Consiglio la lettura di La linea del fuoco di Manolo Morlacchi

 

 

 

109689746_10220276731082025_1969406584771365495_n.jpg

 

 

 

-------------------------------------

 

Nota dell'autore Manolo Morlacchi

Nahuel Moreno, di cui si parla ampiamente nel libro, partecipò con santucho alla formazione del Prt nel 1965 e ne divenne segretario. Fu lui a portare in dote , come leader sindacale di Palabra Obrera, l’adesione all IV internazionale e le posizioni trotzkiste. Ma santucho e i suoi compagni del nord ovest andino non erano trotzkisti. Erano prima di tutto guevaristi e guardavano con grande interesse alla rivoluzione vietnamita. Sulla questione della lotta armata, infatti, fondarono l’Erp ruppero con Moreno e uscirono dalla IV internazionale. Per chi fosse interessato il racconto di quel passaggio viene citato nel libro (insieme alle fonti)
 
 
 

Share

Ultimo aggiornamento ( Domenica 19 Luglio 2020 10:16 )