DEApress

Friday
Jun 21st
Text size
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

Reddito di cittadinanza: molto rumore per nulla

E-mail Stampa PDF

"Molto rumore per nulla". Il reddito di cittadinanza slitta a Giugno (1). E, personalmente aggiungo: se mai poi verrà fatto. Come se non bastassero i vari paletti (esclusione dei pregiudicati, lavoro coatto dei beneficiari, obblighi vari) che toglievano molto "senso" alla nota proposta dei Cinque Stelle, che aveva -nonostante tutto- suscitato grandi speranze in larghi strati della popolazione.

Ai padroni non era mai piaciuto. La loro paura più grande era che questo, indirettamente, potesse far salire i salari. Ma rischiava anche di assottigliare le fila del cosiddetto "esercito industriale di riserva", la condizione di assoluta ricattabilità economica di tanti cittadin* , che costituisce un terreno fertile per le estorsioni di Lor Signori. Poi Bruxelles ha dato alla coppia Salvini-Di Maio la scusa giusta per non fare quello che -in fondo- neppure davvero volevano.

Comunque anche "a sinistra", anche al di là dell'abbastanza ovvia inaffidabilità di chi lo proponeva, ci sono state discussioni e perplessità. Perchè "di cittadinanza"? Non hanno, i molti "non-cittadini" gli stessi diritti? Sembrava inoltre un'elemosina paternalistica e non il riconoscimento di qualcosa che "spetta a prescindere". Poi, se fosse stato accompagnato da una parallela diminuzione nella spesa per i servizi indispensabili (sanità, istruzione etc.), i/le beneficiari* si sarebbero trovati a dover pagare da un lato quello che ricevevano da un altro. Infine i paletti. Tanti e spesso ridicoli. Si è addirittura sentito dire che questi soldi non avrebbero potuto essere usati per spese "immorali"(2). Aprendo così la porta al massimo degli arbitrii sulla possibile fruizione di questi soldi.

Però, "molti ci credevano". Bisogni e desideri, sono, si sà, alla base di molte speranze. Bisognerebbe però riflettere più spesso sulla fonte di certe promesse. Comunque, anche questa volta, "Molto rumore per nulla".  


Fabrizio Cucchi, DEApress


(1)https://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2018-11-27/la-retromarcia-salvini-e-maio-arrivare-europee-senza-sanzioni-084926.shtml?uuid=AEK4B4nG
(2)http://www.ilgiornale.it/news/politica/reddito-cittadinanza-vietate-spese-immorali-1583783.html

Share

Ultimo aggiornamento ( Martedì 27 Novembre 2018 13:33 )  

Concorsi & Festival

Ultime Nove

Silvana Grippi . 20 Giugno 2019
DEApress . 20 Giugno 2019
Volete collaborare con DEApress per diventare giornalista, fotografo/reporter o videomaker? Ci occupiamo di cultura e sociale fin dalla fine del novecento. Se avete idee e progetti scrivete a redazione@deapress.com  oppure...
Silvana Grippi . 20 Giugno 2019
 Agenzia di stampa - DEAonlus Informazione -  Formazione - Comunicazione sociale DEApress crea opportunità di dialogo e scambi Presente alle iniziative per l'ambiente e il sociale organizza forum, eventi e dibattiti  su imm...
Silvio Terenzi . 20 Giugno 2019
ANCE“Anche se” “Anche se” - OFFICIAL HD Nuovo singolo per il cantautore toscano Andrea Lovito, in arte ANCE, che con la RadiciMusic pubblica questo nuovo brano fresco con la produzione artistica di Gianfilippo Boni, goliardico, decisamente ricco ...
DEApress . 20 Giugno 2019
Il rap dei detenuti nel nuovo cd 'Vorrei, Potrei, Andrei' Una compilation di 23 tracce realizzate dai detenuti nel carcere 'M. Gozzini' e nell'Istituto Penale per Minorenni 'G.Meucci' di Firenze, che utilizza il rap come strumento educativo, di in...
Erika Lapini . 19 Giugno 2019
Fra mille difficoltà obiettivo raggiunto Dal nostro consuntivo di metà anno abbiamo riscontrato nella nostra quasi trentennale attività che, per la prima volta, siamo riusciti ad autofinanziarci con le nostre forze attraverso la vendita e ...
Erika Lapini . 19 Giugno 2019
Cantiere-scuola in aiuto ai restauratori A far risplendere l'ingresso del Chiostro Grande della Basilica della Santissima Annunziata hanno collaborato sedici studenti selezionati dalle sezioni di pittura/scultura dell'istituto d'Arte di Porta R...
Erika Lapini . 18 Giugno 2019
CONTACT WARHOL "fotografia senza fine" di PEGGY PHELAN e RICHARD MEYER «Una foto significa che so dove sono stato ogni minuto. Ecco perché fotografo» - Andy Warhol Le creazioni artistiche di Andy Warhol sono diffuse e note a tutti, ma non si par...

Galleria DEA su YouTube